Eurosport

Le squadre di Euro 2016 (Girone F): l'Islanda Sigurdsson e Gudjohnsen

Le squadre di Euro 2016: l'Islanda Sigurdsson e Gudjohnsen

Il 09/06/2016 alle 13:21

Europei di Francia 2016: scopriamo insieme la squadra allenata da Lars Lagerback. Senza nomi di spicco, il tecnico si affida a loro due: uno è il capocannoniere delle qualificazioni, l'altro è semplicemente il più famoso della squadra

La squadra

Occhio a considerarla semplice 'cenerentola'. La nazionale di Lagerback è esordiente assoluta all'Europeo, ma è in decisa crescita e non andrà a caccia di premi simpatia nonostante lo storico traguardo. Il cammino delle qualificazioni è stato sorprendente: seconda classificata nel Gruppo A, a due soli punti dalla capolista Repubblica Ceca e davanti a Turchia ed Olanda. In Francia è stata inserita con Portogallo, con cui farà l'esordio, Austria ed Ungheria. Qualificarsi agli ottavi come una delle migliori terze potrebbe non essere un'impresa proibitiva, dopotutto.

L'Islanda agli Europei

La storia all'Europeo

L'Islanda è all'esordio in una fase finale del Campionato Europeo. Nel 2004, sfiorò la qualificazione concludendo il girone a -1 dal secondo posto conquistato dalla Scozia e valido per l'accesso agli spareggi.

Il ct

Lars Lagerback, svedese, classe 1948, ha assunto la guida dell'Islanda dal 2012 dopo un'esperienza sulla panchina della Nigeria. La maggior parte della sua carriera di allenatore ko ha visto all'opera nella selezione del suo paese, ad iniziare dall'Under 21. Nel 1998, è stato promosso alla nazionale maggiore. Ha guidato la Svezia fino al 2009, poi l'esonero, dopo la mancata qualificazione al Mondiale 2010 in Sudafrica. Passato alla nazionale di Reykjavik, ha sfiorato una clamorosa qualificazione al Mondiale 2014 raggiungendo gli spareggi dove è stato battuto dalla Croazia. Il ct ha già annunciato l'addio all'Islanda alla fine dell'Europeo.

Iceland's national football team head coaches Lars Lagerback and Heimir Hallgrimsson

Iceland's national football team head coaches Lars Lagerback and Heimir HallgrimssonAFP

La rosa

In assenza di qualità e giocatori spacca-partita, Lagerback punterà su fisicità, compattezza e sull'organizzazione tattica, improntata su un solido 4-4-2. A vigilare la porta Halldorsson, reduce da una lunga assenza per infortunio, in difesa superare il collaudato duo centrale Arnason-Ragnar Sigurdsson potrebbe essere più difficile del previsto: la retroguardia islandese è stata tra le meno battute in Europa durante le qualificazioni. Il reparto, sulla carta, più temibile è il centrocampo, dove svettano capitan Gunnarsson e il prolifico trequartista dello Swansea Gylfi Sigurdsson. Spiccano, poi, Bjarnason, già visto all'opera in Italia, e l'esperto Hallfredsson, passato a gennaio all'Udinese dopo la lunga militanza nel Verona. In avanti speranze affidate a Sigthorsson e Bodvarsson, che non spiccano per il fiuto da gol ma sono specialisti nel gioco aereo e nel lavorare per gli inserimenti dei centrocampisti.

Le due stelle

Tocca al talentuoso Gylfi Sigurdsson, capocannoniere della selezione nelle qualificazioni, dare qualità a centrocampo: mediano sulla carta, ha grande libertà di avanzare e inserirsi per battere a rete. Bravo nei piazzati e nelle conclusioni da fuori. In avanti, anche se potrebbe non essere titolare, la stella è senza dubbio Eidur Gudjohnsen: classe 1978, è ancora il più famoso della sua Nazionale, in cui milita ormai da 20 anni (1996) e con cui ha segnato 26 gol in 86 presenze.

0
0