Getty Images

È il trionfo di Maurizio Sarri! 4-1 Chelsea al malcapitato Arsenal, ai blues l'Europa League

È il trionfo di Maurizio Sarri! 4-1 Chelsea al malcapitato Arsenal, ai blues l'Europa League

Il 29/05/2019 alle 22:50Aggiornato Il 30/05/2019 alle 01:14

Primo vero grande trofeo per Maurizio Sarri che, dopo un campionato e una Coppa Italia vinti col Sansovino (parliamo di Serie D e eccellenza), conquista l’Europa League alla guida del Chelsea. Umiliato l’Arsenal per 4-1 nella finale di Baku: la sblocca Giroud, segna Pedro e Hazard trova una doppietta nel giorno del suo addio ai blues. Di Iwobi la rete per i gunners.

Il Chelsea conquista l’Europa League con un fantastico secondo tempo che umilia l’Arsenal. Finisce 4-1 grazie alle reti di Giroud, Pedro e Hazard, con il belga che si congeda dai blues con una doppietta in finale. Not bad per Hazard che può andarsene con la consapevolezza di aver lasciato qualcosa, prima di firmare con il Real Madrid. E dire che l’Arsenal aveva giocato meglio nel primo tempo, ma la voglia e la fame della squadra di Sarri hanno fatto la differenza. Proprio lui, il tecnico toscano che 10 anni fa veniva esonerato al Perugia a febbraio per una sconfitta contro il Gallipoli o che negli anni ’90, agli inizi, partiva addirittura dalla seconda categoria italiana. Ora sarà Juventus? Bene ricordare anche di Cech che, prima di tornare al Chelsea in veste di direttore sportivo, ha cercato in tutte le maniere di evitare quello che sarebbe stata una sconfitta indimenticabile. Ci sono altri verdetti: niente Champions per l’Arsenal, il Chelsea sarà testa di serie al sorteggio e il Lione entra nella fase a gironi senza passare dai playoff/preliminari.

Cronaca

L’Arsenal prova subito ad imporre il proprio gioco e all’8’ arriva la prima occasione per i gunners con l’errore al tiro di Aubameyang dopo la respinta di Kepa su Maitland-Niles. Lacazette chiede un calcio di rigore, ma per il sig. Rocchi non ci sono scorrettezze sull’uscita di Kepa. Al 26’ la prima chance per il Chelsea con il colpo di tacco mancato da Giroud a centro area, risponde Xhaka che colpisce la traversa con una conclusione terra-aria dalla distanza. Nel finale di tempo cresce il Chelsea, ma Cech è pronto sulle conclusioni di Emerson Palmieri e Giroud.

Giroud - Chelsea-Arsenal - Europa League 2018/2019 - Getty Images

Giroud - Chelsea-Arsenal - Europa League 2018/2019 - Getty ImagesGetty Images

Il Chelsea parte meglio nella ripresa e al 49’ trova il gol del vantaggio con la meravigliosa torsione di Giroud che sorprende Cech sull’assist di Emerson Palmieri. L’Arsenal non reagisce, anzi, subisce il gol del 2-0 con il sinistro di Pedro. È crollo vero per la squadra di Emery, con i gunners che concedono anche un rigore per fallo di Maitland-Niles su Giroud: dal dischetto non sbaglia Hazard che spiazza Cech. Emery prova a cambiare la partita con gli ingressi di Guendouzi e Iwobi e il nigeriano trova subito il gol che riapre il match, con un destro imparabile per Kepa. Neanche due minuti, però, e il Chelsea chiude nuovamente la gara con la doppietta di Hazard su assist di uno scatenato Giroud. Willian sfiora il quinto gol, ma Cech prova in qualche modo ad evitare l’umiliazione. Nel finale ci riprova l’Arsenal, ma Lacazette, Aubameyang e Willock non trovano la porta.

La statistica

20 - Gli anni dall’ultimo successo ‘italiano’ in Coppa UEFA/Europa League. L’ultimo era stato Alberto Malesani alla guida di un fantastico Parma nella finale vinta contro l’Olympique Marsiglia (3-0, Crespo, Vanoli, Chiesa).

Sarri - Chelsea-Arsenal - Europa League 2018/2019 - Getty Images

Sarri - Chelsea-Arsenal - Europa League 2018/2019 - Getty ImagesGetty Images

Il Tweet

La scalata di Maurizio Sarri...

Il migliore

Olivier GIROUD - È scatenato. Sblocca il risultato con un magnifico colpo di testa che beffa Cech. Firma anche l’assist per il 4-1 di Hazard e tiene occupati i difensori dell’Arsenal.

Il peggiore

Mesut ÖZIL - Qualcuno l’ha visto in campo? Quando si alza l’asticella, lui sparisce...

Tabellino

Chelsea-Arsenal 4-1

Chelsea (4-3-3): Kepa Arrizabalaga; Azpilicueta, A.Christensen, David Luiz, Emerson Palmieri; Kante, Jorginho, M.Kovacić (76’ Barkley); Pedro (71’ Willian), Giroud, Hazard (89’ Zappacosta). All. Maurizio Sarri

Arsenal (3-4-1-2): Cech; Papastathopoulos, Koscielny, Nacho Monreal (66’ Guendouzi); Maitland-Niles, Torreira (66’ Iwobi), G.Xhaka, Kolasinac; Özil (77’ Willock); Lacazette, Aubameyang. All. Unai Emery

Marcatori: 49’ Giroud (C), 60’ Pedro (C), 65’ rig. e 71’ Hazard (C); 69’ Iwobi (A)

Arbitro: Gianluca Rocchi (Italia)

Ammoniti: 56’ Pedro, 68’ A.Christensen

Espulsi: nessuno

Video - Sarri: "Juventus? Non è il momento per parlare del mio futuro, c'è una finale da vincere"

01:23
0
0