Getty Images

Le pagelle di Betis-Milan 1-1: Suso decisivo, Reina croce e delizia, migliora Bakayoko

Le pagelle di Betis-Milan 1-1: Suso decisivo, Reina croce e delizia, migliora Bakayoko

Il 08/11/2018 alle 23:59Aggiornato Il 09/11/2018 alle 00:20

Milan impresentabile nel primo tempo e rinsavito nella ripresa: Suso migliore in campo quando si sposta dalla trequarti all'attacco esterno, mentre Calhanoglu non esce dalla crisi anzi per infortunio. Bakayoko prende feeling con la mediana rossonera, Reina croce e delizia. Nel Betis brilla ancora la stella di Lo Celso, ma la tarvolgente onda andalusa della prima mezzora s'estingue presto.

Le pagelle del Milan

Pepe REINA 6,5 - Il portiere di Coppa è croce e delizia nel finale quando regala a Guardado un rinvio di piede (fortuna che il messicano sbaglia il lob) e poi chiude lo specchio in uscita a Tello, salvando il Milan al Villamarin.

Mateo MUSACCHIO 6 - In balia dell'onda andalusa nel primo tempo, gioca una ripresa generosa a tutto campo, proponendosi perfino in attacco prima del tremendo scontro con Kessie. Dall'82' Alessio Romagnoli s.v.

Mateo Musacchio

Mateo MusacchioGetty Images

Cristian ZAPATA 6 - Come per Musacchio e praticamente tutta la squadra, anche il suo voto fa media tra un primo parziale tragicomico e un secondo tempo di rimonta, in cui il centrale di difesa non corre più rischi.

Ricardo RODRIGUEZ 5,5 - Galleggiava nel 4-3-3, pareva proprio a suo agio nel 4-4-2, ma da centrale di sinistra nella difesa a tre, ci perdoni, non si può proprio vedere. Molto meglio pertanto in spinta dopo l'intervallo.

Fabio BORINI 5 - Non è altezza, punto. Travolto da Joaquin-Junior per mezzora di sorci verdi, nel finale un suo errore mette Tello davanti a Reina. Meno male che in mezzo c'è tanta corsa, ma pure un gol sprecato su gentile assist di Suso.

Franck KESSIE 6 - Fa disordine dappertutto, nel bene e nel male: scavando baratri in mediana quando il Betis vola in contropiede e murando altrettanti tentativi. Chiude malmesso senza cambi: preoccupano anche le sue condizioni.

Tiemoué BAKAYOKO 6,5 - Pilone francese in sensibile ma progressivo miglioramento. Chiaro che non potrà fare il regista, però come ieri Nzonzi al Luzhniki, fa pesare il suo grado europeo. Dopotutto è stato semifinalista di Champions.

Hakan CALHANOGLU 5 - Pare che Gattuso abbia in progetto di fargli fare il regista al posto di Biglia. Per adesso, ovunque lo si metta, è una versione sbiaditissima del giocatore ammirato in primavera. Non bastasse, si fa male un'altra volta. Dal 90' Andrea Bertolacci s.v.

Real Betis' Spanish forward Cristian Tello (R) challenges AC Milan's Uruguayan midfielder Diego Laxalt (L) during the Europa League group F football match between Real Betis and AC Milan at the Benito Villamarin stadium in Sevilla on November 8, 2018

Real Betis' Spanish forward Cristian Tello (R) challenges AC Milan's Uruguayan midfielder Diego Laxalt (L) during the Europa League group F football match between Real Betis and AC Milan at the Benito Villamarin stadium in Sevilla on November 8, 2018Getty Images

Diego LAXALT 5 - Brutta partita anche da parte dell'uruguaiano che era stato, finalmente titolare, una bella risorsa nel cambio modulo. Stasera invece tanti ritardi e uguale imprecisione. Dal 76' Ignazio Abate s.v.

SUSO 7 - Sempre più determinante, rovescia la partita appena si sposta dalla traquarti alla linea esterna d'attacco. È da lì che il sinistro di Suso disegna l'arcobaleno: un gol sfiorato all'incrocio, un altro fatto da fuori area - c'è un insospettabile Bakayoko in concorso di merito - e i soliti cross al servizio di una squadra che, in clima di rinnovi e chiamate in Nazionale, speriamo non cominci a stargli stretta.

Patrick CUTRONE 5,5 - Mai servito, meno carico, più nervoso. Non gli si chiedono miracoli e domenica, se non recupera Higuain, dovrà sostenere tutto il peso dell'attacco contro la Juve.

All. Gennaro GATTUSO 6 - Bene il trasformismo e vero lo stato d'emergenza perché il Milan perde i pezzi, ma il 3-5-1-1 del primo tempo è davvero un modulo imbarazzante. Fortuna che la ripresa premia il sacrificio di una squadra ormai abituata a sporcarsi le mani con il miglior spirito metalmeccanico del suo allenatore e la grazia di Suso, ancora decisivo da fuori area quando spostato da trequartista ad attaccante esterno.

Suso - Betis-Milan 2018

Suso - Betis-Milan 2018Getty Images

Le pagelle del Betis Siviglia

Pau López 5,5; Mandi 6, Bartra 6,5, Feddal 5,5; Tello 5, Lo Celso 7, William Carvalho 6,5, Sergio Canales 6, Junior Firpo 6,5; Joaquin 7 (67' Guardado 5,5), Sanabria 5 (74' Moron 6). All. Quique Setién 6

Video - Van Basten, la storia del gol di testa al Real Madrid che consacrò il Milan di Sacchi

01:02
0
0