Getty Images

Le pagelle di Chelsea-Arsenal 4-1: Giroud e Hazard da favola, chi ha visto Özil?

Le pagelle di Chelsea-Arsenal 4-1: Giroud e Hazard da favola, chi ha visto Özil?

Il 29/05/2019 alle 23:13Aggiornato Il 30/05/2019 alle 01:19

Il trio d'attacco di Sarri è scatenato: il migliore è il centravanti francese, ma anche Pedro è decisivo. Ottimi pure Emerson e Jorginho. Nei Gunners delude clamorosamente il tedesco.

Le pagelle del Chelsea

KEPA 6,5 - Rischia grosso su Lacazette, ma Rocchi giustamente non lo punisce. Anche lui protagonista nella ripresa con una grande parata sul francese.

Cesar AZPILICUETA 6,5 - Soffre per tutto il primo tempo, lasciando spazio a Kolasinac, ma è fondamentale in un salvataggio davanti alla porta. Nel secondo tempo cresce e va pure a un passo dal gol.

Andreas CHRISTENSEN 6,5 - Deve fronteggiare Lacazette e Aubameyang, ma se la cava bene. Solo un giallo macchia parzialmente la sua prestazione.

David LUIZ 6,5 - Anche lui, come Christensen, offre una prestazione pulita e senza le dimenticanze che spesso ne hanno caratterizzato la carriera. L'episodio di ieri con Higuain è un ricordo.

EMERSON 7 - Spinta costante, precisa, qualitativa. Si propone spesso e volentieri in sovrapposizione, va vicino al gol e serve a Giroud il pallone del vantaggio. Il migliore dopo il trio d'attacco.

N'Golo KANTÉ 6 - Meno appariscente di altre occasioni, forse anche per le sue condizioni fisiche non ottimali, ma come sempre prezioso.

JORGINHO 7 - Più volte lo si trova qualche metro più avanti, quasi nella posizione di trequartista, tanto da mandare al tiro Giroud. Non male già nel primo tempo, cresce sempre più di tono assieme al resto della squadra.

Mateo KOVACIC 6,5 - Primo tempo difficoltoso, contratto, anonimo a far da contraltare a una ripresa in cui anche lui lascia il segno aprendo l'azione del 2-0 (dal 76' Ross BARKLEY 6 - Entra a festa pronta e trova il tempo di lanciare Willian verso la porta)

PEDRO 7,5 - Il gol del raddoppio da bomber più che da esterno, poi ecco anche l'assist che porta al fallo da rigore su Hazard. Decisivo, come spesso era già stato nelle occasioni che contano davvero (dal 71' WILLIAN 6 - Entra come una furia, sfiorando il gol in almeno due occasioni)

Olivier GIROUD 8 - È scatenato. Sblocca il risultato con un magnifico colpo di testa che beffa Cech. Firma anche l’assist per il 4-1 di Hazard e tiene occupati i difensori dell’Arsenal.

Eden HAZARD 8 - Si rende conto che forse è all'ultima con la maglia del Chelsea e decide di onorare la serata con una ripresa da urlo. I due gol sono solo un dettaglio all'interno di una grande prestazione, tra guizzi continui e assist vincenti (dall'89' Davide ZAPPACOSTA s.v.)

All. Maurizio SARRI 8 - Conclude la sua stagione d'esordio in Inghilterra col primo trofeo della carriera. Meritato, meritatissimo. Come dimostra il tabellino, in attacco azzecca tutte le scelte.

Chelsea's French striker Olivier Giroud celebrates after scoring a goal during the UEFA Europa League final football match between Chelsea FC and Arsenal FC at the Baku Olympic Stadium in Baku, Azerbaijian, on May 29, 2019

Chelsea's French striker Olivier Giroud celebrates after scoring a goal during the UEFA Europa League final football match between Chelsea FC and Arsenal FC at the Baku Olympic Stadium in Baku, Azerbaijian, on May 29, 2019Getty Images

Le pagelle dell'Arsenal

Petr CECH 7 - Il migliore dell'Arsenal. Evita un passivo peggiore allungandosi più volte sui tentativi avversari e non ha colpe sui 4 gol subiti. Chiude amaramente una carriera strepitosa.

Sokratis PAPASTATHOPOULOS 6 - Fatica a leggere i movimenti di Hazard e dell'accorrente Emerson, ma resiste strenuamente con più di una chiusura decisiva. Uno dei pochi a salvarsi.

Laurent KOSCIELNY 5 - Arriva in ritardo su Giroud, che lo batte in tuffo di testa, ed è l'inizio della fine. Da lì, balla ogni volta che gli attaccanti avversari entrano in area.

Nacho MONREAL 5,5 - Non ha sulle spalle errori particolarmente visibili, ma nemmeno lui, come i compagni, riesce a mettere una pezza a una ripresa da incubo (dal 66' Matteo GUENDOUZI 5,5 - Non può avere voce in capitolo nel tratto finale di partita)

Ainsley MAITLAND-NILES 5,5 - Meglio quando punta l'uomo, e spesso lo salta, rispetto a una fase difensiva precaria. Commette il penalty del raddoppio avversario.

Leandro TORREIRA 5,5 - Parte benino, come tutto l'Arsenal, ma non riesce a mantenere costante il livello della propria prestazione (dal 67' Alex IWOBI 7 - Dà una speranza all'Arsenal con un gran gol e poi serve a Lacazette un pallone d'oro. Fa più lui in meno di mezz'ora rispetto a molti titolari)

Granit XHAKA 6 - Nel primo tempo è uno dei migliori: gioco di prima, aperture, un destro che scheggia la traversa. Poi anche lui si inchina alla superiorità del Chelsea.

Sead KOLASINAC 5 - A sinistra trova più volte spazio per crossare, senza però riuscire mai a servire gli attaccanti. Tanto fiato, poca concretezza.

Mesut ÖZIL 4,5 - Qualcuno l’ha visto in campo? Quando si alza l’asticella, lui sparisce... (dal 78' Joe WILLOCK 6 - Interessante. Entra senza paura e, nonostante il risultato compromesso, sfiora il gol)

Pierre-Emerick AUBAMEYANG 5 - Si batte come un leone, ma alla fine viene ben contenuto e ha pochissime occasioni per pungere.

Alexandre LACAZETTE 5,5 - A differenza di Aubameyang, lui le occasioni le ha ma non le sfrutta. Giusto non concedergli il rigore nel primo tempo, poi nella ripresa si fa murare da Kepa. Sfortunato.

All. Unai EMERY 5,5 - Questa volta, la magia europea non riesce. L'Arsenal gioca bene per un tempo, ma non concretizza. E quando va in svantaggio, si disunisce clamorosamente.

Video - Lippi lancia l'indizio Sarri: "Forse la Juve sta solo aspettando che finisca una competizione..."

00:21
0
0