Getty Images

Milan perseguitato dalla sfortuna: preoccupano Musacchio e Calhanoglu in vista della Juventus

Milan perseguitato dalla sfortuna: preoccupano Musacchio e Calhanoglu in vista della Juventus
Di Eurosport

Il 08/11/2018 alle 23:05Aggiornato Il 08/11/2018 alle 23:20

I due giocatori sono usciti uno in barella e l'altro zoppicando dal campo di Siviglia nella sfida con il Betis. Ora c'è la Juventus e la lista di infortunati si allunga: l'unico che può recuperare è Higuain.

Il Milan si appresta ad affrontare la Juventus nelle peggiori condizioni pensabili. Dopo aver perso Biglia per quattro mesi, i rossoneri chiudono la giornata delle brutte notizie con due nuovi giocatori in attesa in infermeria, al termine della sfida di Europa League contro il Betis Siviglia.

Preoccupano Musacchio e Calhanoglu

Al 79', infatti, Mateo Musacchio si è scontrato con Kessie in maniera molto dura e ha dovuto lasciare il campo sulla barella rigida e col collo immobilizzato per essere portato in ospedale; poco dopo, all'87', anche Hakan Calhanoglu ha abbandonato la partita (sorretto a spalla e zoppicante) per una presunta distorsione alla caviglia.Entrambi quindi andranno attentamente valutati, anche se dalle prime immagini non si presagisce nulla di buono.

In totale sono otto/nove gli infortunati

La lista dell'infermeria è lunghissima: di Biglia si è saputo poche ore prima della partita, il grave infortunio di Caldara è di meno di due settimane fa. Conti ancora non è in grado di stare in campo (è a disposizione, ma non ha minuti nelle gambe anche perché il suo rodaggio con la Primavera si è interrotto e lì dovrà scontare tre giornate di squalifica) e Bonaventura di sicuro non può recuperare. Aggiungiamo l'acciaccato di lungo corso Strinic e la situazione si fa pesante.

L'unico che può farcela è Higuain

In questo quadro nerissimo, l'unico che lascia qualche speranza di ripresa è Gonzalo Higuain, che ha accusato problemi alla schiena e che è stato tenuto a riposo a Siviglia in via precauzionale, per permettergli di essere presente contro la sua ex squadra. Saranno fondamentali i prossimi giorni per valutare quali giocatori potrà utilizzare mister Gennaro Gattuso, nella speranza che per il bene dello spettacolo gli allarmi pian piano si ridimensionino e rientrino. C'è tempo fino a domenica alle 20:30.

Video - Gattuso: "Manca il veleno, sul gol abbiamo cazzeggiato. Higuain? Ha sentito una fitta alla schiena"

01:43
0
0