AFP

Doppio Suarez e Messi: Barcellona campione del mondo, River asfaltato

Doppio Suarez e Messi: Barça campione del mondo, River asfaltato

Il 20/12/2015 alle 13:21Aggiornato Il 20/12/2015 alle 13:35

Barcellona per la terza volta nella sua storia sul tetto del mondo: 3-0 al River Plate che matura grazie al timbro inziale di Messi e alla doppietta di Suarez. Disarmante la superiorità degli uomini di Luis Enrique sugli avversari guidati da Marcelo Gallardo

Troppo ampia la forbice tra i campioni d’Europa e quelli del Sudamerica, a Yokohama non c’è spazio per le favole. Non è bastato al River Plate posporre la partenza dei suoi migliori uomini dopo la finale, non è bastata la foga agonistica e nemmeno il supporto oceanico dei 15'000 tifosi Millionarios: troppo forte il Barcellona della MSN, ovvero la squadra più forte del 2015 (e non consideriamo solo lo sport del calcio). Gli uomini decisivi della partita? “Che te lo dico a fare?” sussurrerebbe il Donnie Brasco impersonato sul grande schermo da Johhny Depp. Messi, Suarez e Neymar ovviamente. I primi due entrano nel tabellino dei marcatori, il terzo delizia la platea nipponica con giocate d'alta scuola e un assist da urlo. Barcellona campione del mondo per la terza volta della sua storia, River Plate nelle vesti di sparring partner. Come da prassi, come da copione: non è una competizione dove le favole hanno diritto di cittadinanza.

La cronaca della partita

Il River Plate tiene benissimo il campo per oltre mezz’ora ma quando dall’altra parte del campo c’è un certo Leo Messi c’è una tassa salatissima da pagare: l’argentino fa le prove tecniche con la girata di sinistro anestetizzata dal balzo felino di Barovero, poi beffa il connazionale con sinistro beffardo in buca d’angolo dopo sontuosa finta di corpo su torre di Luis Suarez (un sospetto tocco con il braccio, non chiarito del tutto dalle immagini). Lo stesso Pistolero si divora il 2-0 a tempo scaduto su invenzione geniale di Lionel Messi.

Disarmante superiorità nella ripresa per Messi & Co. Busquets innesca Suarez con lancio millimetrico dalle retrovie, il Pistolero fulmina Barovero nell’uno contro uno. Da qui in poi è assalto impressionante: il Barça crea un’occasione da rete ogni 30 secondi, River all’angolo. Il 3-0 mozza il fiato: cross angelico di Neymar incornata a rete perfetta di Suarez: gli argentini battono un colpo nel finale, ma Bravo si supera sui tentativi di Alario e Martinez. Spietato il portiere del Barcellona, schiacciante la supremazia catalana.

Le statistica chiave

176 - Per la prima volta nella sua storia, il Barcellona realizza 176 gol in un anno solare. 134 (47 di Messi, 46 di Suarez e 41 di Neymar) quelli realizzati dalla MSN.

Il tweet della partita

River-Barça o CARPi-Barcellona? (Questione di sigle…)

Il migliore

Luis Suarez, autore di doppietta e assist nella finalissima e di diciassette gol (!) nelle ultime undici partite tra tutte le competizioni. Il migliore "vero nove" al mondo. Questo è stato prima di tutto il "suo" Mondiale per Club: ha trascinato il Barça in finale in assenza di Messi e Neymar ed è stato il grande mattatore dell'ultimo atto di Yokohama.

Il peggiore

Rodrigo Mora, pessimo Mondiale per club per l’attaccante tascabile del River: anche oggi gira a vuoto e fa il solletico ai difensori del Barcellona. Emblema della sterilità offensiva dei "Millionarios".

Il tabellino della partita

River Plate (4-4-2): Barovero; Mercado, Maidana, Balanta, Vangioni; Kranevittter, Ponzio (46’ Gonzalez), Sánchez, Viudez (56’ Driussi); Mora (46’ Martinez), Alario Allenatore: Gallardo

Barcellona (4-3-3): Bravo; Alves, Pique, Mascherano (81' Vermaelen), Alba; Busquets, Rakitic (67’ Sergi Roberto), Iniesta; Messi, Suarez, Neymar (88' Mathieu) Allenatore: Luis Enrique

Arbitro: Faghani (IRAN)

Gol: 36’ Messi, 49’, 69’ Suarez

Note – Ammoniti: Knanevitter, Ponzio; Alba, Rakitic, Neymar, Busquets

0
0