Il Consiglio Stato respinge i ricorsi di Pro Vercelli, Siena e Avellino

Il Consiglio Stato respinge i ricorsi di Pro Vercelli, Siena e Avellino

Il 12/10/2018 alle 19:16Aggiornato Il 12/10/2018 alle 20:43

Si chiedeva l’annullamento delle decisioni del Collegio di Garanzia dell'11 settembre

Il Consiglio di Stato conferma le ordinanze del Tar e respinge l’appello cautelare della F.C. Pro Vercelli 1892 e della Robur Siena che chiedevano l’annullamento delle decisioni del Collegio di Garanzia dell’11 settembre. Lo comunica la Lega Serie B in una nota spiegando che "secondo il Consiglio di Stato, lo stesso Collegio di Garanzia, così come esso stesso aveva stabilito a maggioranza, non aveva competenze sulle controversie in questione. Correttamente pertanto il merito è stato esaminato dal Tribunale Federale Nazionale che lo scorso 1 ottobre ha riconfermato la legittimità dei provvedimenti di FIGC e Lega B". "E' importante infine sottolineare come il Consiglio di Stato non abbia mancato di ricordare che "continuano a restare immanenti all’autonomia decisionale degli organi dell’ordinamento sportivo le valutazioni di opportunità circa la congrua definizione degli assetti organizzativi del campionato" - si legge ancora nella nota - Inoltre, per quanto riguarda l’U.S. Avellino 1912, il Consiglio di Stato ha ritenuto decisivo il fatto che, a suo tempo, il club non avesse tempestivamente impugnato le regole fissate dalla Figc per l’iscrizione al campionato. Pertanto anche il ricorso del club irpino è stato respinto".

0
0