From Official Website

Il rigore non c’è e il ragazzino lo calcia fuori apposta: “Anche Ronaldo doveva fare così”

Il rigore non c’è e il ragazzino lo calcia fuori apposta: “Anche Ronaldo doveva fare così”

Il 16/04/2018 alle 16:26Aggiornato Il 16/04/2018 alle 16:27

Un episodio di grande sportività arriva dalle cronache di un campionato giovanile: Nicolò Francescotti, capitano 13enne de La Pelota FC Aprilia, ha sbagliato di proposito un calcio di rigore fischiato per un errore arbitrale.

Categoria Giovanissimi, partita di campionato tra La Pelota FC Aprilia e Connect: nel secondo tempo, con il risultato di 2-0 in favore de La Pelota, l’arbitro assegna un calcio di rigore dubbio per la formazione di casa. Sul dischetto si presenta il capitano, il tredicenne Nicolò Francescotti, autore della doppietta che sta decidendo l’incontro fino a quel momento. Tra le proteste del pubblico e della panchina avversaria, il ragazzo compie un gesto di grande sportività, calciando il pallone ampiamente a lato.

Il rigore non c’era – ha spiegato al quotidiano ‘Latina Oggi’ -, ma ho visto l’arbitro un po’ in difficoltà, perché era alla sua prima partita. Era sicuramente pentito, ma siccome non si torna indietro, d’istinto ho pensato che fosse giusto così. Non me l’ha suggerito nessuno. Anche Cristiano Ronaldo avrebbe dovuto fare come me”, ha poi concluso riferendosi al concitato finale del Bernabeu tra Real Madrid e Juventus.

La partita si è poi conclusa con il risultato di 6-0 in favore de La Pelota, con tripletta dello stesso Nicolò.

0
0