Twitter

Le favole del calcio europeo: l’Infonet di Tallinn, campione d'Estonia

Le favole del calcio europeo: l’Infonet di Tallinn, campione d'Estonia

Il 08/11/2016 alle 09:33

Dal nostro partner Agenti Anonimi

Del campionato estone non se n’e mai parlato, certamente non attrae molti spettatori e il motivo è facilmente intuibile visto il livello molto basso. La UEFA, nella stagione 2015-2016, lo ha classificato al 48° posto tra i campionati competitivi d’Europa. Ma noi stavolta vi vogliamo raccontare di una favola appena realizzatasi, quella dell’Infonet di Tallinn.

Questa è solo una delle tante società della capitale estone e quest’anno, a 14 anni dalla sua fondazione, ha vinto il suo primo titolo nazionale. Questa vittoria, oltre ad essere storica, interrompe il predominio del Flora Tallinn e del Levadia Tallinn, le due più titolate. I bianconeri sono nati poco dopo il nuovo millenio con l’iniziale denominazione FC Atletik Tallinn, cambiata poi in quella attuale nel 2011. Partendo dalle serie inferiori, arriva in seconda nel 2011. L’anno seguente conquista il suo primo ed unico (fino ad allora) trofeo di Esiliiga (la seconda divisione nazionale) arrivando così nella massima serie, che non lascerà più.

La Meistriliiga si è appena conclusa poiché, per le evidenti condizioni climatiche, si gioca nell’anno solare, con le 10 squade che si sfidano tutte 4 volte. Il campionato dell’Infonet è stato un continuo galleggiamento tra la terza e la prima posizione fino alla dicassettesima giornata. Dopo questa, i bianconeri sono stati in vetta senza più scendere, con il Levadia che gli ha conteso il titolo fino all’ultima partita. È proprio in questa gara che si è deciso il campionato. Spiccano i due big match tra Kalju (terzo) e Infonet (primo) e tra Levadia (secondo) e Flora (quarto), due partite e due derby. Il Levadia può solo vincere sperando in un passo falso dell’Infonet. Ma i bianconeri vogliono il loro primo titolo a tutti i costi e non sbagliano: vittoria esterna, sofferta, per 1-2. Il primo tempo si chiude 1-0 per i padroni di casa, che sono così momentaneamente primi in classifica, poiché sull’altro campo anche il Levadia sta perdendo. Ma nella ripresa l’Infonet ribalta il risultato e vince rendendo così inutile anche la rimonta del Levadia (anch’esso vincitore per 2-1). Dopo quattro anni di militanza, la Meistriliiga è dei bianconeri. L’infonet ha costruito questa vittoria soprattutto tra le mura amiche dove ha disputato 14 partite di cui ne ha vinte 10 e pareggiate 4 senza quindi nessuna sconfitta. Nonostante questi numeri che hanno portato l’Infonet a chiudere il campionato da imbattuti in casa non si può certamente dire che i tifosi di casa siano il dodicesimo uomo in campo poiché lo stadio è di appena mille posti, con una media di appena 222 spettatori( in Italia il Carpi non ha potuto giocare le partite di Serie A nello stadio comunale per via dei soli 4000 posti).

A cura di Tommaso Prantera e Filippo Rivani

0
0