Imago

Cuper si dimette

Cuper si dimette
Di Eurosport

Il 14/02/2006 alle 10:19Aggiornato

Il tecnico ex Inter lascia il Maiorca, fanalino di coda della Liga con soli 19 punti appaiato all'Athletic Bilbao. Cuper aveva portato gli isolani fino alla finale di Coppa delle Coppe (vinta dalla Lazio nel 1999), ma quest'anno tutto è andato storto.

Hector Cuper saluta e se ne va. Il ritorno a Maiorca dove l’allenatore argentino cominciò la sua avventura europea non è stato certo esaltante. Dopo l'esonero dall’Inter, al termine di un periodo tra alti e bassi, il rientro nella Liga sembrava il termine di un periodo di crisi. Alle baleari l’hombre vertical era considerato un mago. Non è da tutti portare una squadra abituata alle briciole, ai vertici del calcio europeo. Champions League e finale di Coppa delle Coppe. Nella scorsa stagione una salvezza tribolata. Tutto passato con l’inizio di una nuova era Cuper. Ma a Mairoca il flusso magico si è interrotto. I Maiorchini sono ultimi a 19 punti in 33 gare. Fatale l’ultima debacle con il Getafe. E come suo costume Cuper ha deciso di rassegnare le dimissioni, rinunciando a un contratto certo non in stile Moratti, ma comunque rinunciando a dei soldi. Impossibile invertire la tendenza, i giocatori forse non ci credono più e la retrocessione non è così lontana. Cuper lascia, non per evitare l’onta, ma per cercare la spinta giusta. Quella che potrebbe dare un nuovo allenatore. Al suo posto in panchina siederà Llompart, uomo della società che avrà l’arduo compito di portare il Maiorca alla salvezza.

Per Cuper potrebbe aprirsi una strada per un incarico in seno alla Federazione, come collaboratore del commissario tecnico Josè Pekerman ai prossimi Mondiali. L'Argentina è inserita nel Gruppo C insieme a Olanda, Serbia Montenegro e Costa d'Avorio.

0
0