Getty Images

La retrocessione del Vicenza del 2001 diventa una canzone: "Metafora di una delusione d'amore"

La retrocessione del Vicenza del 2001 diventa una canzone: "Metafora di una delusione d'amore"

Il 13/01/2018 alle 22:48Aggiornato Il 13/01/2018 alle 23:02

Fancesca Michielin ha appena presentato il suo ultimo lavoro discografico, 2640 e tra le 13 canzoni spiccano 2 tracce: una per il Vicenza chiamata "La Serie B", l'alra "Alonso" dedicata al pilota spagnolo, il preferito della cantante. Un'insieme di emozioni sportive da paragonare alle delusioni della vita.

Raccogliere emozioni e raccontarle. È quello che ha fatto la cantautrice Francesca Michielin che nel suo ultimo Album, 2640, ha voluto regalare due tracce del suo lavoro allo sport. Una al calcio, al suo Vicenza e alla retrocessione nel 2001, l’altra alla Formula 1 e in particolare a Fernando Alonso, pilota preferito della giovane artista.

La Serie B

La canzone è ispirata alla retrocessione del Vicenza paragonata ad una delusione d’amore.

" La retrocessione in Serie B nel 2001 è stata la prima grande delusione della mia vita. Avevo sei anni, non la dimenticherò mai. Perché noi andavamo allo stadio: famiglia, cugini, amici, tutti con la maglia biancorossa e gli striscioni, e quel giorno piangevamo tutti"

E da quel dolore che nasce da un sogno sfumato su campo da calcio, che Francesca Michielin ha scritto le parole del testo “La Serie B”

" Ho bisogno di sei minuti di recupero/ne ho bisogno e vorrei sperare fino all’ultimo/corro coi crampi alle gambe/non sono allenata per niente/se avrò bisogno di te cancellerò il tuo numero "

Alonso

Francesca, appassionatissima di Formula 1, lo scorso anno al GP d’Italia ha cantato l’Inno di Mameli e oggi, nel suo album 2640, racconta di Alonso, pur essendo una tifosa Ferrari.

" Mentre gli altri vincono Io penso a te come stai/ Mi dispiace non vederti felice mai/ Esultare mai"

La canzone riassume le delusioni in pista del pilota spagnolo e nasce proprio dopo la prova del pilota McLaren a Monza. Una passione, quella per la F1 e per Alonso, che nasce quando la Michielin era ancora molto piccola grazie al suo papà. Per questo, forse nella dedica ad Alonso si parla anche di famiglia.

" E ti sei sempre un po’ incazzato/ Hai dato colpa alla macchina/ E allora lì sì che hai sbagliato/ Ricorda è la famiglia la cosa più importante/ Ti dicono di no ma ci ritornerai per sempre/ E la colpa non sono gli altri se stiamo male/ Siamo noi che non ci vogliamo bene/ Anzi, che non ci lasciamo amare"

Video - Vicenza: da Paolo Rossi, Baggio e i trionfi con Guidolin, alla triste fine di una piazza storica

01:31
0
0