LaPresse

Le pagelle di Atalanta-Bologna 1-0

Le pagelle di Atalanta-Bologna 1-0

Il 22/10/2017 alle 18:16

Cornelius decisivo, Ilicic ispirato ma impreciso, de Roon pericoloso nelle fila dell'Atalanta. Nel Bologna si salva un generoso Palacio ma la squadra di Donadoni è tradita dalle prove incolore della difesa e dei talenti Di Francesco e Verdi.

=== ATALANTA ===

BERISHA 6 Praticamente inoperoso, si limita a fare buona guardia, comandando la difesa.

MASIELLO 6 Non sbanda e controlla con autorità gli avanti rossoblu. Giornata paradossalmente tranquilla, nonostante la qualità a disposizione dell’attacco bolognese.
CALDARA 6 Meno brillante rispetto ad altre occasioni. Un giallo evitabile e qualche intervento in ritardo. Comunque sufficiente.

PALOMINO 6 Discorso simile a quello fatto per i suoi compagni di reparto. Non brilla ma non soffre praticamente mai.

CASTAGNE 6.5 Qualche buona sgroppata in avanti ma deve migliorare in precisione al momento del cross. Più che sufficiente.

DE ROON 6.5 Ottimo contributo, soprattutto in fase di possesso. Arriva vicino al gol con un destro da fuori area e regala un cioccolatino a Spinazzola, che non riesce a trovare la porta da posizione privilegiata.

FREULER 6.5 L’assist vincente gli regala un mezzo voto in più. Solita gara di sacrificio e impegno.

SPINAZZOLA 6 Sempre molto attivo in fase di spinta, questa volta è meno preciso rispetto ad altre occasioni. (dal 78’Gosens SV)

CRISTANTE 6 Nel ruolo di trequartista fatica a trovare le giuste misure. Regala, comunque, uno splendido suggerimento a Petagna, poco freddo sotto porta. (dal 51’Cornelius 7 Il suo ingresso in campo è determinante. Porta il suo peso specifico in fase offensiva, si dimostra freddo di fronte a Mirante e propizia l’espulsione di Gonzalez. Decisivo.)

PETAGNA 5.5 Solita storia. Grande lavoro in fase di ripiegamento, ottimi appoggi e intelligenza tattica. Davanti alla porta palesa, però, i soliti limiti in termini di freddezza e cattiveria. (dal 66’Kurtic 6 Buon contributo di dinamismo e qualità alla causa)

ILICIC 6.5 Il più attivo fino all’ingresso di Cornelius. Poco preciso, però, rispetto ai suoi standard e alla sua grande qualità.

ALL.GASPERINI 6.5 L’Atalanta ritrova i tre punti anche in Serie A, in una gara difficile ma estremamente importante. Pragmatico.

===BOLOGNA===

MIRANTE 6.5 Incolpevole sul gol, dice di no al possibile 2-0 di Caldara con un miracolo.

TOROSIDIS 6 Buon inizio di gara ma è costretto ad uscire per un infortunio muscolare. Sfortunato. (dal 25’Krafth 5.5 Non ha colpe particolari ma non riesce mai a spingere, agevolando il lavoro dei dirimpettai)

GONZALEZ 5 Dopo un buon primo tempo naufraga nella ripresa. Spesso in ritardo, lascia il Bologna in dieci per un’ingenua doppia ammonizione. Rivedibile.

HELANDER 6 Sufficienza per il centrale di Donadoni. Forse l’unico del reparto arretrato a non naufragare nell’ultima mezzora.

MASINA 5.5 Castagne lo costringe ad un lavoro supplementare e lui si guadagna anche un giallo per un intervento in ritardo. In difficoltà.

POLI 5.5 Impegno e volontà ma poca precisione. Spesso confusionario in mezzo al campo.

PULGAR 6 Nel primo tempo è il migliore dei suoi e regala anche un grande pallone a Verdi, troppo frenetico e altruista sotto porta. Nella ripresa cala.

DONSAH 6 Solito contributo in termini di dinamismo e fisicità.

VERDI 5.5 Nel primo tempo non sfrutta un’enorme occasione di fronte a Berisha, preferendo toccare per Palacio, senza riuscire a servirlo. Nella ripresa è svagato e fuori fase ma arriva vicino al pari con un bel sinistro a giro. Può e deve essere maggiormente decisivo.

DI FRANCESCO 5.5 Molto mobile e scattante ma poco incisivo. A corrente alternata. (dal 59’De Maio 5.5 Dovrebbe entrare per dare stabilità alla difesa ma è molto spesso in ritardo.)

PALACIO 6 Partita ineccepibile per impegno e tenacia. Troppo solo a lottare là davanti. (dal 72’Destro 5.5 Poco tempo a disposizione ma impatto sul match praticamente nullo)

ALL.DONADONI 5.5 Questa volta il suo Bologna non è incisivo. Buon primo tempo in fase difensiva ma la sua squadra non dà mai l’impressione di poter far male a Berisha.

0
0