Getty Images

Le pagelle di Salisburgo-Napoli 3-1: Milik è provvidenziale, Allan combina la frittata

Le pagelle di Salisburgo-Napoli 3-1: Milik è provvidenziale, Allan combina la frittata

Il 14/03/2019 alle 21:25

Il gol del polacco apre la strada alla qualificazione degli azzurri, che per il resto non si esprimono al meglio e regalano l'1-1 con un clamoroso errore del brasiliano. Negli austriaci emerge il classe 2000 Szoboszlai.

Le pagelle del Salisburgo

Alexander WALKE 5,5 - Può far poco su Milik, che lo batte da due passi, ma non dà mai sicurezza negli interventi e rischia la clamorosa frittata su Mertens.

Stefan LAINER 7 - Spina nel fianco continua. Pressoché costante al cross, quasi sempre insidioso. Non a caso il Napoli avrebbe voluto portarlo in Italia.

André RAMALHO 6 - Diversamente dall'andata, non combina disastri. Una brutta palla persa nel primo tempo, poi è attento. Pericoloso quando si spinge nell'area azzurra.

Jerome ONGUÉNÉ 6 - Lo stesso discorso di Ramalho vale anche per lui. Sfortunato nell'azione dello 0-1, si fa ammonire ma stavolta non commette errori marchiani.

Andreas ULMER 6,5 - Croce e delizia. Ottimo in propulsione, rivedibile dietro. Pasticcia propiziando il vantaggio azzurro, ma non demorde, attacca a getto continuo e manda a segno Gulbrandsen.

Enock MWEPU 5,5 - Corre, lotta, si inserisce. Ma di lui ci si ricorderà anche per la banale palla persa che apre la strada allo 0-1 di Milik (dal 59' Fredrik GULBRANDSEN 7 - Pericolosissimo al San Paolo, stavolta il segno lo lascia eccome, incendiando l'attacco austriaco a gara in corso. Rapace d'area di rigore)

Diadie SAMASSEKOU 7 - Piace a mezza Europa e non è un caso. A centrocampo, questa sera, comanda lui. Pulisce il gioco e si fa sentire, anche se si prende un giallo.

Dominik SZOBOSZLAI 7 - Ragazzino classe 2000, viene schierato da Rose al posto di Junuzovic e non tradisce. Brillante e intelligente, fa un figurone (dal 74' Christoph LEITGEB 6,5 - Anche lui partecipa alla vittoria: suo il punto del definitivo 3-1)

Hannes WOLF 5,5 - Praticamente invisibile per un tempo intero, sale di tono dopo l'intervallo ma senza emergere in maniera particolare.

Takumi MINAMINO 6 - Come Wolf entra in partita piuttosto tardi. Se non altro si mette in mostra con un paio di conclusioni pericolose da fuori (dall'86' Erling HALAND s.v.)

Munas DABBUR 7 - Tocca pochi palloni, ma quei pochi che tocca li trasforma in oro: un bel gol, un palo in sforbiciata. Bomber puro che il Siviglia si è già assicurato.

All. Marco ROSE 7 - Avvilirsi per un 3-0 praticamente irrecuperabile? Ma quando mai: il Salisburgo gioca all'attacco e si conquista una vittoria effimera ma meritatissima. Bella mentalità.

Salisburgo-Napoli, ottavi di finale Europa League 2018/19

Salisburgo-Napoli, ottavi di finale Europa League 2018/19Getty Images

Le pagelle del Napoli

Alex MERET 6 - Bravo nelle uscite e nell'ordinaria amministrazione. Prende tre reti in cui non ha colpe eccessive.

Elseid HYSAJ 5,5 - Deve vedersela con Ulmer e va in visibile affanno, pur senza metterci del suo. Chiude da centrale dopo l'uscita di Chiriches.

Vlad CHIRICHES 5,5 - Male nell'azione del pari: Dabbur lo salta secco prima di andare a segno. Esce per l'ennesimo infortunio: auguri (dal 78' Kevin MALCUIT s.v.)

Sebastiano LUPERTO 6 - Si dimentica la marcatura di Gulbrandesn, che non lo perdona. Errore che rovina parzialmente una partita ben giocata nonostante il contesto d'emergenza.

Mario RUI 6 - In affanno con Lainer, non cede e in una delle poche occasioni in cui si spinge in avanti è decisivo: suo l'assist per il gol del vantaggio di Milik.

José Maria CALLEJON 6 - Generoso e ordinato nelle proprie giocate. Non brilla, ma si sacrifica e fa sempre la cosa giusta per dar respiro alla manovra.

ALLAN 5,5 - In generale è il solito Allan, quello che morde le caviglie e che corre per tre. Ma è clamoroso l'errore che regala a Dabbur il pareggio, ridando al contempo vita al Salisburgo.

Fabian RUIZ 6 - Predica nel deserto, non trovando supporto alle sue eleganti avanzate palla al piede. Colpisce un palo da fuori area.

Piotr ZIELINSKI 5,5 - Lezioso e poco incisivo, ha se non altro il merito di orchestrare assieme a Mario Rui la giocata che porta al vantaggio (dal 74' Amadou DIAWARA s.v.)

Dries MERTENS 5,5 - Commoventi i suoi tentativi di servire Milik, mettendo il noi davanti all'io. Ma non segna da una vita per i suoi standard, e non ci riesce nemmeno stavolta (dall'88' Amin YOUNES s.v.)

Arek MILIK 6,5 - A mandare il Napoli ai quarti di finale, in pratica, è lui. Mortale quando ne ha la possibilità, nonostante un secondo tempo in cui non riceve palloni.

All. Carlo ANCELOTTI 5,5 - Gli infortuni e il 3-0 dell'andata limitano il Napoli, che nel secondo tempo non affonda più. Ko che non fa male, ma su cui vale la pena riflettere.

Video - Davide Ancelotti: "La carriera di successi di mio padre non è finita"

02:03
0
0