AFP

Benitez mangia il panettone, ma incombono Capello e Conte

Benitez mangia il panettone, ma incombono Capello e Conte

Il 25/12/2015 alle 10:30Aggiornato Il 25/12/2015 alle 10:36

Florentino Perez garantisce che Rafa sarà in panchina alla ripresa del campionato, ma in molti dubitano che possa arrivare addirittura alla sfida del 3 gennaio contro il Valencia: Zidane è la prima scelta, Mourinho un ritorno suggestivo. Ma occhio ai due italiani...

C’è andato vicino. Rafa Benitez ha rischiato seriamente di vivere un Natale simile a quello del 2010, quando fu allontanato dall’Inter all’indomani del successo nel Mondiale per Club. Ma la vigilia di Natale, il brindisi con Florentino Perez e le rassicurazioni date alla stampa, fanno pensare che alla ripresa del campionato fissata per il 30 dicembre contro la Real Sociedad, l’ex tecnico del Napoli sarà ancora in sella alla panchina del Real Madrid. Tutto il resto, però, è ancora da vedere.

Un futuro ancora da scrivere

Secondo due media spagnoli, Cuatro e La Sexta, Benitez è sicuro della sua presenza nella prossima partita ma non in quella successiva. In base al risultato e alla prestazione offerta contro la Real Sociedad, Florentino Perez deciderà il da farsi. In sostanza, non è affatto detto che il 3 gennaio al Mestalla Rafa possa affrontare il Valencia da ex. Il fuoco sotto la cenere arde ancora e lo confermano le parole piuttosto piccate dell’agente di Benitez, Manuel Garcia Quilon, che a una domanda sui problemi tra il tecnico e i giocatori ha risposto: “Chiedete a loro...”. In molti, in sostanza, pensano che l’allenatore abbia le ore contate.

Jose Mourinho

Jose Mourinho Eurosport

L’opzione Mourinho

Lo Special One sembra a un passo dal Manchester United. Ma in Spagna è emerso chiaramente come Florentino Perez abbia fatto un sondaggio per riportare alla Casa Blanca il tecnico appena esonerato dal Chelsea. Secondo il britannico “The Telegraph”, sarebbe lo stesso Roman Abramovich a spingere per un ritorno in Spagna di Mourinho, rendendosi disponibile a pagare al portoghese la differenza economica tra il contratto che andrebbe a firmare a Madrid e quello attualmente in atto con i Blues (13 milioni di euro l’anno). Del resto, meglio vederlo nella Liga che a Old Trafford.

Antonio Conte

Antonio ConteLaPresse

Capello e Conte, le alternative a Zidane

Secondo il quotidiano Marca, il Real Madrid sta valutando diverse candidature. Se Zinedine Zidane è il netto favorito per rilevare il posto di Benitez, emergono anche i nomi di due allenatori italiani. Fabio Capello e Antonio Conte. Il secondo è visto come un’opzione per la prossima estate, mentre Capello sarebbe pronto anche subito. Mourinho andrebbe verso un ritorno, per il tecnico di Pieris si tratterebbe di un doppio ritorno. Capello guidò i Merengues a due rimonte per il titolo nel 1996/97 e nel 2006/07, restando in panchina due stagioni in tutto. La scena si ripeterà a vent’anni dalla prima volta?

0
0