Eurosport

L'affondo di Ancelotti: ”Il Real Madrid prese Odegaard solo per far colpo sui media"

L'affondo di Ancelotti: ”Il Real prese Odegaard per far colpo sui media"

Il 22/06/2016 alle 16:13Aggiornato Il 22/06/2016 alle 17:11

Dal nostro partner Agenti Anonimi

Alcune società di calcio non si limitano solo ad acquistare calciatori che possano dare una mano alla squadra. Esistono presidenti che comprano solo “per fare colpo sui media”. Questi presidenti, sono i peggiori. Sì, perché anche se stiamo parlando di calciatori letteralmente inutili alla causa, sei costretto ad aggregarli in prima squadra e altre volte addirittura a schierarli da titolare. Magari ti portano tanti soldi dal merchandising, anche se tu non capisci come sia possibile che un ragazzo di diciassette anni sia così “amato” e seguito sia dai media, sia dai tifosi. Tifosi che, la maggior parte delle volte, non hanno mai visto giocare questo calciatore. Anzi, lo conoscono grazie ai vari giochi manageriali su pc o su console.

Il caso che noi italiani conosciamo bene, è quello di Hachim Mastour. Ex Milan, non è mai sceso in campo con i rossoneri ed è stato ceduto (in prestito con diritto di riscatto e contro-riscatto a favore dei rossoneri) al Malaga la scorsa stagione. Anche in Spagna non ha quasi mai visto il campo, solo una presenza contro il Betis Siviglia dove ha giocato gli ultimi cinque minuti della partita.

Una situazione simile, l’ha assaggiata anche Carlo Ancelotti quando era ancora l’allenatore del Real Madrid. Il neo allenatore del Bayern Monaco, svela nel suo libro Quiet Leadership il suo pensiero sull’arrivo di Martin Odegaard. Ecco alcune frasi anticipate dal quotidiano spagnolo AS:

" Quando Florentino Perez compra un norvegese, devi accettarlo. Aveva deciso addirittura che avrebbe giocato con la prima squadra per public relations. In futuro potrà diventare il migliore di tutti ma non m’interessa. E’ stato acquistato solo per far colpo sui media. "

Parole dure, che rispecchiano esattamente la situazione spiegata in precedenza. Martin Odegaard, secondo Carlo Magno, è stato acquistato non per le sue qualità tecniche, ma per una questione di “visibilità”. Il norvegese ha tutto per diventare una superstar del Real Madrid: è considerato un vero è proprio crack vista la sua giovanissima età, ha già esordito in Nazionale maggiore ed è adorato dai ragazzini amanti del calcio manageriale. Quest’ultimo è un dettaglio da non sottovalutare. E’ il sogno di quasi tutti gli adolescenti giocare nel club più titolato al mondo e finire sul proprio gioco preferito, così da scegliersi per giocare insieme ai propri amici e soprattutto immedesimarsi in un ragazzino che, non si sa come, è finito nella squadra di Cristiano Ronaldo e Gareth Bale

0
0