Getty Images

Le 5 verità che ci ha lasciato Real Madrid-Barcellona

Le 5 verità che ci ha lasciato Real Madrid-Barcellona

Il 24/04/2017 alle 07:19Aggiornato Il 24/04/2017 alle 08:55

Messi non è finito; anzi, l'argentino riapre la Liga, dopo l'eliminazine dalla Champions per mano della Juventus. Doppietta per la Pulce che raggiunge quota 500 gol in carriera con il Barça e stravince il duello con Cristiano Ronaldo. Sergio Ramos protagonista suo malgrado, mentre Bale finisce di nuovo ko. Piccola consolazione: Marcelo si conferma il miglior terzino del Mondo.

1 - Messi è pura magia

Era mister Clásico, ora è mister 500 gol in carriera. Sembrava finito? Altroché. Messi è ancora vivo e prova a trascinare il Barcellona in questo finale di stagione, riaprendo un campionato che sembrava già perso. Grandissima prestazione dell'argentino che dimentica in fretta la delusione della doppia sfida contro la Juventus. Doppietta al Real Madrid e che scompiglio creato nella metà campo avversaria con Casemiro che rischia (e meriterebbe) il rosso e Sergio Ramos che si becca un'espulsione diretta. Il tutto, senza dimenticare, che il gol partita arriva al 92'... Per Messi sono 31 gol in campionato (primo nella classifica marcatori e nella classifica per la Scarpa d'oro), 23 gol in carriera nel Clásico (in tutte le competizioni) e 500 reti con la maglia del Barcellona. Per ora, Messi continua ad appagare la nostra voglia di calcio. E Ronaldo perde un'altra sfida...

La classifica della Scarpa d'oro 2017

Giocatore Gol* Punti**
1. Lionel MESSI (Barcellona) 31 62
2. Bas DOST (Sporting CP) 28 56
3. Pierre-Emerick AUBAMEYANG (Dortmund) 27 54
4. Robert LEWANDOWSKI (Bayern Monaco) 26 52
5. Edin DŽEKO (Roma) 25 50
6. Andrea BELOTTI (Torino) 25 50

*esclusivamente in campionato
**Coefficiente 2

2 - Il Barcellona non muore mai: ben 5 gare decise oltre il 90'

Quando dici Barcellona, ti devi aspettare di tutto, anche dopo il 90'. Non è solo il Real Madrid a trovare gol decisivi in pieno recupero, anche i catalani si sono specializzati in questa 'disciplina' in questa stagione. Dal gol su rigore di Messi (al 94') al Valencia di Prandelli, al gol - sempre di Messi - al Real Madrid al 92'. Sono ben 5 le gare decise dal 90' in poi per i catalani in questo campionato, punti pesantissimi che vedono il Barcellona ancora aggrappato alla speranza titolo. Il tutto, senza dimenticare il clamoroso 6-1 al PSG in Champions con 3 reti dall'88' in poi. Il Barcellona non muore mai!

I gol nel finale del Barcellona in stagione:

Giornata Partita Gol
Giornata 9 Valencia-Barcellona 2-3 90+4 rig. Messi
Giornata 17 Villarreal-Barcellona 1-1 90' Messi
Giornata 20 Betis-Barcellona 1-1 90' Luis Suárez
Giornata 23 Barcellona-Leganés 2-1 90' rig. Messi
Giornata 24 Atlético Madrid-Barcellona 1-2 86' Messi
Giornata 33 Real Madrid-Barcellona 2-3 90+2 Messi
Ritorno ottavi Champions Barcellona-PSG 6-1 88' e rig. 90+1 Neymar, 90+5 Sergi Roberto

3 - Sergio Ramos sempre decisivo (nel bene e nel male)

All'andata era stato l'uomo del match con il suo solito gol nel finale, questa volta fallisce su tutta la linea. Sbaglia e tanto nella propria area di rigore, al 77' arriva poi la ciliegina con l'intervento durissimo su Messi che gli costa il cartellino rosso diretto. 22esima espulsione in carriera, la 5a in un Clásico. Insomma, anche quando non segna l'andaluso riesce ad essere un protagonista del match, ma con un rosso che porta il Real Madrid alla sconfitta. Settimana no, dopo l'autorete in Champions contro il Bayern che poteva costare carissimo.

4 - Bale non vale 100 milioni

Non si discute il valore tecnico del giocatore, anzi. Chi è più forte tra Neymar e Bale? Non sono sicuro che la risposta giusta sia puntare sul brasiliano, ma in questo caso contestiamo la valutazione del giocatore gallese. Bale è tanto forte, quanto fragile dal punto di vista fisico e non è possibile che dal 2013 (anno in cui ha raggiunto i blancos) ad oggi, il classe '89 abbia raggiunto quota 16 infortuni al Real Madrid. Per fissare il prezzo di un'automobile (giusto per fare un esempio) non calcoli solo la cilindrata, la potenza o l'estetica del veicolo in questione, ma si devono tenere in conto anche altri parametri come la tenuta su strada o l'affidabilità. Ecco: Bale ha una tecnica e qualità immensa, ma (ormai) non è più affidabile dal punto di vista fisico. Poi il gallese paga anche la scelta azzardata di Zidane che lo schiera subito titolare (segnando la sua 100esima presenza nella Liga), nonostante non fosse al 100%...

5 - Marcelo è il terzino (sinistro) più forte del mondo

Sulla fascia sinistra non lo ferma proprio nessuno. Contro il Bayern è stato fenomenale e si ripete anche nel Clásico, travolgendo sulla corsia laterale un inerme Sergi Roberto. Il brasiliano sforna cross su cross, anche se tutte le occasioni create dal classe '88 non vengono sfruttate appieno dal Real visto che solo James Rodríguez ringrazia con il momentaneo 2-2 (9° assist in campionato). Al netto delle occasioni mancate (tante) dal Real Madrid, colpisce lo stato di grazia dell'ex Fluminense che sembra non avere rivali in questo ruolo. Tante le lamentele per non vedere Alex Sandro in Nazionale, anche se con questo Marcelo solo il posto di riserva sarebbe libero per il terzino della Juventus. Luci e ombre comunque, in molti hanno criticato il brasiliano per il mancato fallo tattico su Sergi Roberto al 92'.

0
0