Getty Images

Il Barcellona torna a vincere e dimentica la batosta dell'Olimpico: Valencia battuto 2-1

Il Barcellona torna a vincere e dimentica la batosta dell'Olimpico: Valencia battuto 2-1

Il 14/04/2018 alle 18:09Aggiornato Il 14/04/2018 alle 18:19

Dopo l'uscita dalla Champions, il Barcellona torna alla vittoria contro il Valencia per il 32mo turno di Liga. 39 partite consecutive senza sconfitte in campionato, record di sempre. Buona partita al Camp Nou, con i catalani che giocano un'ottima partita, soprattutto nella ripresa. In gol Suarez e Umtiti, per gli ospiti rigore di Parejo. Barça a 7 punti dalla vittoria della Liga.

Nella settimana più difficile di questa stagione, il Barcellona risorge dopo la sconfitta bruciante di Roma. E' record di sempre per i blaugrana: sono ben 39 i risultati utili consecutivi in Liga, migliore striscia della storia. La squadra di Valverde ha la meglio di un buon Valencia che gioca un'ottima prima frazione, ma viene battuto grazie alle fantastiche giocate di Messi e compagni. 2-1 il finale, gol di Suarez, Umtiti e Parejo.

Partita non semplice per i padroni di casa, certamente chiamati a dare un segnale al Camp Nou con il pubblico che fischia la squadra nell'ingresso sul terreno di gioco. L'inizio è molto timoroso, ma col passare dei minuti l'atmosfera cambia e si vede un gran calcio. Grandissimo Coutinho, super Messi e Iniesta. Dall'altra parte fantastica prova di Guedes, Rodrigo si fa ipnotizzare più volte da Ter Stegen.

Vittoria scaccia crisi per Valverde, Barcellona a 7 punti dalla Liga.

Luis Suarez of FC Barcelona celebrates scoring the opening goal during the La Liga match between Barcelona and Valencia at Camp Nou on April 14, 2018 in Barcelona, Spain

Luis Suarez of FC Barcelona celebrates scoring the opening goal during the La Liga match between Barcelona and Valencia at Camp Nou on April 14, 2018 in Barcelona, SpainGetty Images

La cronaca

Valverde cambia solo due uomini rispetto alla serataccia di Roma e conferma lo stesso modulo. Dentro Coutinho e fuori Semedo, Paulinho preferito a Rakitic. Dall'altra parte Santi Mina preferito a Zaza.

Pronti via e il clima del Camp Nou è a dir poco surreale: silenzio tombale e Barcellona molto contratto. Il Valencia invece difende in modo compatto e riparte alla grande: ottima prova di Guedes e Rodrigo, ma Ter Stegen risponde sempre presente.

Al quarto d'ora suona la sveglia per il Barça: Coutinho si inventa un assist pazzesco per la penetrazione di Suarez che, solo davanti a Neto, non sbaglia. Il gol toglie tanta pressione dalle spalle dei catalani e il pubblico del Camp Nou apprezza.

La partita si apre, con il Barcellona che però continua a vivere sulle fiammate dei singoli, mentre il Valencia è certamente messo meglio fisicamente. Guedes insiste dalla distanza, senza successo. Al 22' Ter Stegen fa una parata assurda sul tiro a botta sicura di Rodrigo. Nel finale di prima frazione ci prova anche Santi Mina di testa, ma non trova lo specchio della porta.

La ripresa comincia con il Barcellona che spinge e il Valencia che attende e riparte in contropiede: Umtiti perde palla in difesa e gli ospiti attaccano, Rodrigo davanti al portiere batte Ter Stegen ma il tiro viene salvato sulla linea da Piquè. La legge del calcio è impietosa: dalla bandierina va Messi e Umtiti di testa trova il 2-0.

Umtiti celebra su gol en el Barcelona-Valencia

Umtiti celebra su gol en el Barcelona-ValenciaGetty Images

Il raddoppio spegne il Valencia, mentre il Barcellona mette in mostra tutte le sue immense qualità. Messi, Coutinho e Iniesta mettono in scena un calcio stellare, la batosta dell'Olimpico sembra definitivamente dimenticata e il Camp Nou torna a divertirsi. L'argentino è ovunque, mentre Don Andres si dimentica che ormai ha 34 anni e domina in mezzo al campo.

Il Valencia sembra crollare, ma nel finale clamorosamente il match si riapre. Lo sciagurato Dembelè atterra in area Gaya. Penalty netto, Parejo non tira un gran rigore ma la palla entra. 2-1 al Camp Nou, ma non c'è più tempo e il Barça vince. Mancano 7 punti per il trionfo in Liga.

Il tweet da non perdere

La statistica chiave

Con questa vittoria il Barcellona conquista il primato di imbattibilità di sempre nella Liga, salendo a 39 partite consecutive senza sconfitte. Battuto il record stabilito dalla Real Sociedad tra il 1979 e il 1980.

Il migliore

Philippe COUTINHO : ma quanto è mancato in Champions? Fa una partita stellare, macinando bel gioco e servendo palloni stupendi ai compagni. Inoltre ci prova a rendersi pericoloso in zona gol. Partita sontuosa.

Il peggiore

Carlos SOLER: dall'altra fascia Guedes fa un primo tempo fantastico, anche se cala nella ripresa. Soler invece non riesce mai a mettersi in luce, sempre lontano dal vivo dell'azione.

Tabellino

BARCELLONA (4-4-2): Ter Stegen; Sergi Roberto (dal 92' Semedo), Piqué, Umtiti, Jordi Alba; Coutinho (dal 79' Dembelè), Busquets, Paulinho, Iniesta (dall'83 Denis Suarez); Messi, Suárez. All: Valverde.

VALENCIA (4-4-2): Neto; Ruben Vezo, Garay, Paulista, Gayà; Soler, Parejo, Kondogbia, Guedes (dal 67' Pereira); Santi Mina (dal 70' Vietto), Rodrigo (dall'80 Zaza). All: Marcelino

GOL: Suarez (B), Umtiti (B), Prejo (V).

AMMONITI: Pique (B), Kondogbia (V), Gabriel Paulista (V),

ESPULSI: Nessuno.

0
0