PA Sport

La Liga applaude l'Uefa per l'inchiesta sul Psg: "È doping finanziario, indagate anche sul City"

La Liga applaude l'Uefa per l'inchiesta sul Psg: "È doping finanziario, indagate anche sul City"

Il 04/09/2017 alle 15:00Aggiornato Il 04/09/2017 alle 15:53

La Lega calcio spagnola (LFP) ha chiesto che anche il Manchester City venga indagato per la violazione delle regole del Financial Fair Play (FFP) e ha approvato la decisione della UEFA di aprire un'inchiesta sulle spese del Paris Saint Germain nell'ultima finestra di mercato.

La LFP ha chiesto all'organo di governo del calcio di guardare con più attenzione nelle finanze di PSG e Manchester City: "Godono di aiuti di stato e questo distorce le competizioni europee creando una spirale inflazionistica che irrimediabilmente danneggerà l'industria calcistica", ha detto il presidente della LFP Javier Tebas in una dichiarazione. Il PSG è di proprietà del Qatar Sports Investment Fund dal 2011, mentre il City è stato acquistato dal gruppo Abu Dhabi United nel 2008.

La scorsa settimana, l'UEFA ha aperto un'indagine formale sul PSG per vedere se gli acquisti fatti in estate - in particolare quello di Neymar dal Barcellona per 222 milioni di euro e di Mbappé dal Monaco per 180 mln - hanno violato le regole del FFP:

" "l PSG ha violato le regole del Fair play finanziario per anni e i trasferimenti sono solo il risultato di anni di doping finanziario" (Javier Tebas)"

Nessuna indagine nei confronti del Manchester City per presunte violazioni delle regole del Fair Play finanziario. Lo chiarisce la Uefa dopo la richiesta da parte della Lega calcio spagnola di indagare anche sulla squadra inglese così come già sta avvenendo per il Paris St-Germain. "Non c' è alcuna indagine sul Manchester City per quanto riguarda le regole del FFP. Tutte le notizie che menzionano tale indagine sono prive di fondamento", si legge nel comunicato riportato dal sito della BBC.

0
0