Getty Images

Benzema salva un Real Madrid bruttino: 2-1 e rimonta all'Eibar

Benzema salva un Real Madrid bruttino: 2-1 e rimonta all'Eibar

Il 06/04/2019 alle 18:07Aggiornato Il 06/04/2019 alle 18:16

L'Eibar domina un tempo e va avanti 1-0 con Cardona, ma Benzema, nonostante un Real Madrid deludente, gira la gara con due colpi di testa. Il Real Madrid vince così 2-1 in rimonta e a 7 giornate dalla fine vola temporaneamente a -2 dal 2° posto dell'Atletico Madrid.

Solo i tre punti. E la prestazione di Benzema. E’ questo ciò che si porta via Zinedine Zidane dalla 31esima giornata della Liga, dove uno spento Real Madrid suda 7 camice per portare via 3 punti all’Eibar. Un successo in rimonta e in una giornata di grande difficoltà dal punto di vista dell’intensità e del gioco. Per quasi un’ora a fare la partita al Bernabeu è infatti il piccolo Eibar; che si arrende solo alla distanza su due cross alti in cui Benzema riesce a spadroneggiare. Il resto sono qualche fischio, ritmo basso e una stagione senza più senso. Questa vittoria infatti cambia poco e nulla: al Real Madrid resta solo la lotta per conquistarsi il secondo posto.

La cronaca

Per un tempo è show dell’Eibar, che umilia un Real Madrid assolutamente irriconoscibile. Da una parte c’è una squadra che pressa e gioca, dall’altra una che attende e combina poco. Quella che attende, però, è clamorosamente vestita di bianco. E così, dopo due squilli di Bale – che si mangia un gol davanti alla porta e poi serve l’assist per Benzema – entrambi però in fuorigioco, l’Eibar legittima il suo dominio territoriale con la rete di Cardona, bravo con un tocco sotto a sfruttare l’assist di Escalante. I primi 45 minuti terminano così tra i fischi di un Bernabeu per altro semi-deserto, sintomo di una disaffezione per questa stagione che ha colpito un Madrid abituato a vincere tutto.

E nella ripresa, almeno all’inizio, le cose non cambiano. Anzi, per quasi un quarto d’ora è ancora l’Eibar a giocare meglio. Poi però, dal nulla, Asensio riesce a pescare un gran cross per la testa di Benzema: il francese sale e mette dentro, trovando così il gol della “scossa”. Un virgolettato d’obbligo perché il Madrid non spinge a tutta, ma anzi continua a lasciare un po’ di possesso agli ospiti. Serve così un’altro episodio per regalare i 3 punti: il cross questa volta è di Kross e la testa è di nuovo quella della francese. L’Eibar lì stacca, rischia di prendere anche il terzo ancora da Benzema – palo – e alza bandiera bianca. Il Real Madrid vince. Ma rispetto a 365 giorni fa, questa, non pare nemmeno la stessa squadra.

La statistica e il tweet

Il migliore

Benzema. Presente nei due gol – dopo due cross perfetti – ma più in generale lottatore che non perde mai la calma nemmeno nei momenti di grande difficoltà, come il primo tempo. Una certezza.

Il peggiore

Bale. Fischiato dal pubblico, oggi è praticamente sempre in fuorigioco. E quando non lo è sbaglia passaggi o si fa sbattere addosso il pallone...

Il tabellino

Real Madrid (4-3-3): Keylor Navas; Odriozola, Nacho, Varane, Reguilón; Modric (77’ Kroos), Valverde, Isco (90’ Brahim Diaz); Bale, Asensio, Benzema (77’ Vazquez).

Eibar (4-5-1): Dmitrovic; Cucurella (84’ Charles), Oliveira, Ramis (54’ Orellana), Cote; Escalante, Jordán, Sergio Álvarez, De Blasis, Pedro León (72’ Pena); Sergi Enrich.

Gol: 38’ Cardona; 59’ e 81’ Benzema.

Note – Ammoniti: Oliveira.

0
0