Getty Images

Messi: "Voglio restare al Barça, l'unica cosa che conta per me è un progetto vincente"

Messi: "Voglio restare al Barça, l'unica cosa che conta per me è un progetto vincente"
Di LaPresse

Il 12/09/2019 alle 12:17Aggiornato Il 12/09/2019 alle 12:35

In un'intervista a Sport, la Pulce chiude riguardo a un ipotetico addio prima della scadenza del contratto, fissato per giugno 2021: "Per me le clausole o i soldi non significano nulla, voglio continuare a vincere con il club e ad ottenere cose importanti. Le mie condizioni? Giocherò quando sentirò davvero di essere al top ma mi sento meglio. Mi sarebbe piaciuto giocherà di nuovo con Neymar".

" Voglio continuare a vincere con il club, a ottenere cose importanti. Per me le clausole o i soldi non significano nulla. La cosa più importante per me è avere un progetto vincente. Il contratto è stato stipulato molto tempo fa. La mia intenzione è di continuare qui finché sarò in grado di competere e il fisico me lo permetterà. Il mio contratto non è una cosa che mi preoccupa". "

In una lunga intervista a Sport, Leo Messi torna a parlare toccando diversi temi e facendo le carte alla stagione: dal mancato arrivo di Neymar, ai dubbi sul rientro in campo in tempi brevi, dagli obiettivi all’eterno duello col Real Madrid fino al suo futuro che sarà ancora a tinte bluagrana.

"Neymar voleva davvero venire, non se il club lo volesse o no"

" Ho parlato con lui, Neymar voleva davvero davvero venire, non so se il club lo volesse davvero o no. Capisco anche che è molto difficile negoziare con il Psg ed era difficile perché è Neymar è uno dei migliori. Queste trattative non sono mai facili. Non posso commentare, ho letto quello che è uscito sui giornali ma non tutto era chiaro, ogni giorno uscivano cose diverse. Mi sarebbe piaciuto arrivasse per tornare a giocare con lui, ma non sono deluso. Lo spogliatoio? Non abbiamo imposto nulla, abbiamo solo espresso la nostra opinione. Le voci sul fatto che sarei io a imporre le decisioni al club? Ci sono abituato, non è la prima volta che lo sento. Succede anche in nazionale, dicono che impongo io i giocatori e gli allenatori. Non ci do più importanza. So come stanno le cose. Ovviamente non comando io, tutto quello che voglio è continuare a vincere titoli. "

"Sto meglio ma giocherò quando sarò al top"

" Mi sento meglio. La verità è che è stato molto brutto perché mi sono fatto male nel primo allenamento. Era un qualcosa di semplice. Ho avuto quindici giorni e quando pensavo di stare bene, in una delle sessioni di allenamento prima del Betis ne ho risentito e la ferita si è aperta un po' di più. Ecco perché sono tranquillo e giocherò quando sentirò davvero di essere al top, una ricaduta sarebbe molto più lunga. Mi sto ancora allenando da solo, non c'è una data precisa. Contro il Valencia, sono sicuro di non esserci, vedremo se tornerò contro il Borussia o contro il Granada. Non c'è una data precisa. È stato un inizio anomalo per come sono andate le cose, abbiamo avuto molti infortuni che non sono normali, molti giocatori fuori. Contro l'Athletic abbiamo giocato un'ottima partita e non meritavamo di perdere. Contro il Betis abbiamo visto una grande squadra, il secondo tempo è stato molto buono. Ancora una volta, contro l'Osasuna abbiamo pagato le assenze"."

"Non firmo per vincere la Champions e arrivare secondo..."

" Se firmerei per vincere la Champions e il secondo posto in Liga? No. All'inizio della stagione, diciamo sempre lo stessa cosa ma è la realtà: vogliamo vincere tutto. Ovviamente mi piacerebbe vincere la Champions League perché è passato molto tempo dall'ultima volta. Ma no, in linea di principio non firmo. Vorrei vincere entrambi i titolo. Quale rivale si è rafforzata di più? Credo che tutte si siano rafforzate. L'Atlético ha fatto un'ottima squadra, con ottimi acquisti. Anche il Real Madrid ha comprato molto bene. Al di là di ciò che viene detto, sono gli stessi e hanno preso giocatori importanti come Hazard. La Juventus ha comprato molto bene, anche il City. Nel complesso, penso che tutte le grandi squadre si siano rafforzate"."

Video - Piqué: "Neymar? Gli ho parlato e gli ho detto 'Ascoltami, ora devi fare un grande anno al PSG..."

00:33

0
0