Getty Images

L’ultima partita di Didier Drogba: addio al calcio da leggenda a 40 anni

L’ultima partita di Didier Drogba: addio al calcio da leggenda a 40 anni

Il 09/11/2018 alle 10:50Aggiornato Il 09/11/2018 alle 10:54

Con la sconfitta in finale di United Soccer League cala il sipario sulla carriera di Didier Drogba: l’attaccante ivoriano, simbolo del calcio africano degli anni 2000, si ritira a 40 anni dopo aver vinto una lunghissima serie di trofei, in cui spicca la Champions League con il Chelsea nel 2012.

E pensare che avrebbe potuto chiudere con un trofeo, l’ennesimo, di una lunghissima e ricchissima carriera, trascinando i Phoenix Rising, squadra di cui è anche co-proprietario, al successo nella finale della United Soccer League contro Louisville. La faccenda, suo malgrado, è finita diversamente, con Phoenix battuta 1-0 e il sogno infranto, quello di aggiungere l’ultimo pezzo di argenteria ad una bacheca quasi sconfinata: una Champions League, 4 Premier League, 4 FA Cup, 3 League Cup, 2 Community Shield, una Superliga turca, un Coppa di Turchia, una Supercoppa di Turchia, cui si aggiunge una miriade di premi individuali.

Una carriera straordinaria

Didier Drogba, Chelsea

Didier Drogba, ChelseaPA Sport

Didier Drogba darà l’addio al calcio a 40 anni di età, ponendo fine a una carriera cominciata nel lontanissimo 1998, in Ligue 2, a Le Mans, step iniziale di una carriera che ha portato il bomber ivoriano prima in Ligue 1, poi al Chelsea (gli anni migliori), e infine a un lungo peregrinare tra esperienze nei più svariati angoli del mondo, dalla Cina, alla Turchia, al Canada, agli Stati Uniti. Dati alla mano, Drogba ha giocato 679 partite e realizzato 297 reti con le sue squadre di club, trasformandosi in un simbolo del calcio africano affermatosi sui palcoscenici più importanti del mondo: è il calciatore del Continente Nero ad aver segnato più reti in Champions League (44) e in Premier League (104).

Capocannoniere della Costa d'Avorio

Anche in nazionale, Drogba ha vissuto una carriera lunghissima e intensa, giocando più di 100 partite (104, per l’esattezza) con 65 reti complessive, numeri che gli permettono di essere il capocannoniere ogni epoca della Costa d’Avorio. Con al maglia degli Elefanti, però, Drogba non è riuscito ad avere la gloria che avrebbe meritato: ha perso per due volte la finale di Coppa d’Africa (nel 2006 contro l’Egitto e nel 2012 contro lo Zambia, sempre ai rigori) ed è uscito al primo turno ai Mondiali del 2006, del 2010 e del 2014.

Video - "Decibel" Bellini, lo speaker del Napoli che fa urlare tutto il San Paolo

01:24
0
0