Getty Images

Coutinho-Neymar nel recupero: il Brasile soffre ma batte 2-0 (ed elimina) in extremis la Costa Rica

Coutinho-Neymar nel recupero: il Brasile soffre ma batte 2-0 (ed elimina) in extremis la Costa Rica

Il 22/06/2018 alle 15:56Aggiornato Il 22/06/2018 alle 17:52

Gara bloccata sullo 0-0 sino al 91', poi ci pensa il solito attaccante del Barcellona, che toglie le castagne dal fuoco dopo una gagliarda prestazione dei Ticos. Al 97' su assist di un decisivo Douglas Costa, arriva il raddoppio di "O Ney". Verdeoro a 4 punti in classifica, in attesa di Serbia-Svizzera di questa sera.

Sospiro di sollievo per un Brasile che rischia grosso contro una gagliarda Costa Rica, il cui muro difensivo regge sino al 91' prima di essere abbattuto da Coutinho e Neymar. Pericolo scampato per gli uomini di Tite che, però, devono ancora ingranare la marcia giusta, in considerazione del prossimo avversario, di ben altro spessore, come la Serbia. I Ticos, dal canto loro s'illudono, ma non riescono a ripetere le imprese di Brasile 2014 (in cui si spinsero sino ai quarti di finale, eliminati ai rigori dall'Olanda) e salutano anzitempo il Mondiale russo.

Neymar face au Costa Rica

Neymar face au Costa RicaGetty Images

La cronaca della partita

Sono addirittura i costaricensi ad andare vicinissimi al vantaggio. Minuto 14: Gamboa va sul fondo lungo la fascia destra, mette palla al centro e Celso Borges, a rimorchio e tto solo, calcia incredibilmente a fil di palo. Il Brasile, con Willian in versione ectoplasma, non riesce a pungere e il solo Neymar non basta. Allora Tite, tra un tempo e l'altro, toglie dal mazzo l'esterno del Chelsea, per quello della Juve Douglas Costa. Sarà la mossa decisiva. Il Brasile, infatti, incrementa subito i giri del motore sin dai primi minuti della ripresa: al 49', su pressione di Paulinho, Oviedo rischia l'autorete mentre, 1' dopo, su cross di Fagner dalla destra, Gabriel Jesus colpisce la traversa in elevazione. Al 57', Neymar calcia con veemenza da buona posizione, esaltando i riflessi di Navas, che prende anche tutte le conclusioni dai limiti dei vari Coutinho e Casemiro. Al 73' Neymar gira di poco a lato a tu per tu col portiere del Real. Al 78' l'arbitro, quindi, assegna un penalty ai verdeoro per una presunta trattenuta in area di Giancarlo Gonzalez sulla stella del PSG, che si lascia cadere senza motivo, come poi testimoniato dalla VAR, con cui la massima punizione viene revocata. Senza, tuttavia, ammonizione per simulazione a "O Ney", che però prenderà il giallo poco dopo per un gesto di stizza. Il muro costaricense sembra reggere anche dopo l'ingresso di Firmino, ma cede inesorabilmente al 91': Marcelo, dalla sinistra, la gioca per l'avanti del Liverpool che fa sponda di testa per l'accorrente Gabriel Jesus, il cui tocco a centro area risulta decisivo per Coutinho, per il quale è facile insaccare a tu per tu con Navas. Boato brasiliano col CT Tite che scivola e cade nell'esultanza sfrenata.

Coutinho scores

Coutinho scoresGetty Images

Al 97' arriva anche il raddoppio: Douglas Costa se ne va sulla destra e mette al centro per Neymar, che insacca a porta vuota prima di scoppiare in un piatto liberatorio dopo la grande tensione. Finisce 2-0.

Neymar; Douglas Costa

Neymar; Douglas CostaEurosport

La statistica chiave

56esima rete con la maglia del Brasile per Neymar, terzo marcatore più prolifico "all time" coi verdeoro, dopo Pelé e Ronaldo.

Il tweet

Il migliore

Douglas COSTA (Brasile): in forma straripante, è un delitto tenerlo in panchina. Subentra a Willian e permette al Brasile di cambiare marcia su tutti i fronti.

Il peggiore

WILLIAN (Brasile): un tempo di pura assenza. Molle e impalpabile, combina pochissimo sulla destra e viene sostituito all'itervallo.

Il tabellino

BRASILE-COSTA RICA 2-0

Brasile (4-2-3-1): Alisson; Fagner, Thiago Silva, Miranda, Marcelo; Casemiro, Paulinho (68' Firmino); Willian (46' Douglas Costa), Coutinho, Neymar; Gabriel Jesus (93' Fernandinho. CT: Tite.

Costa Rica (5-4-1): Navas; Gamboa (75' Calvo), Gonzalez, Acosta, Duarte, Oviedo; Venegas, Guzman (83' Tejeda), Borges, Bryan Ruiz; Ureña (56' Bolaños). CT: Ramirez.

Arbitro: Björn Kuipers (Paesi Bassi).

Gol: 91' Coutinho (B), 97' Neymar (B).

Note - Recupero: 1+7. Ammoniti: Neymar, Coutinho, Acosta.

0
0