Getty Images

Da 0-2 a 3-2: il Belgio regala una rimonta eccezionale! Giappone ko, ai quarti ci sarà il Brasile

Da 0-2 a 3-2: il Belgio regala una rimonta eccezionale! Giappone ko, ai quarti ci sarà il Brasile

Il 02/07/2018 alle 21:54Aggiornato Il 02/07/2018 alle 23:22

Rimonta incredibile dei Diavoli Rossi che sotto 2-0 riescono a rimontare grazie ai gol di Vertonghen, Fellaini e Chadli. Inutili i gol di Haraguchi ed Inui che avevano illuso i nipponici. Era dal 1970 che una Nazionale non rimontava uno 0-2 in una partita della fase ad eliminazione diretta (Germania Ovest contro l'Inghilterra). Ora ci sarà Brasile-Belgio il prossimo 6 Luglio.

Harakiri Giappone. La Nazionale di Akira Nishino ha sfiorato una clamorosa qualificazione ai quarti di finale, e per quanto visto fino a metà secondo tempo sarebbe stata meritatissima per i nipponici. Giocate semplici, scolastiche ma molto efficaci. Queste avevano portato ai gol di Haraguchi e Inui, gol che avevano reso impotenti i belgi designati come possibili outsider di questo Mondiale. Il Belgio, però, non vuole commettere gli errori del passato e ha fatto partire una clamorosa rimonta dal gol di Vertonghen al 69’, proprio lui, uno dei colpevoli del doppio vantaggio giapponese. Entra Fellaini e segna il gol del 2-2, poi c’è l’incredibile 3-2 di Chadli, in contropiede. Ai quarti ci sarà Brasile-Belgio, per molti una finale anticipata. I contenuti tecnici di questa partita saranno elevatissimi, ma il Belgio dovrà fare ben altro per superare le resistenze dei sudamericani che hanno subito un solo gol in questa edizione del Mondiale.

Cronaca

Belgio preso in controtempo in avvio, con il Giappone che sfiora il gol con Kagawa dopo solo un minuto di gioco. I Diavoli Rossi sono pericolosi solo al 17’ con Lukaku, ma l’attaccante del Manchester United viene chiuso in angolo. Da allora comincia un’altra partita, ci riprova Lukaku, poi Carrasco, Kompany, Hazard e Mertens, ma nessuno trova la porta di Kawashima.

Ad inizio secondo tempo la doccia fredda: Shibasaki pesca con un assist al bacio Haraguchi, il giocatore dell’Hannover aspetta il rimbalzo giusto prima di colpire letalmente Courtois per l’1-0 a sorpresa. Il Belgio risponde con il palo di Hazard, ma un minuto più tardi arriva il clamoroso 2-0 con il destro da fuori di Inui. Vertonghen prova a riaprire il match con un colpo di testa beffardo che supera Kawashima, poi è De Bruyne a sfiorare il pareggio con un salvataggio clamoroso di Shoji. Al 74’ arriva il 2-2 firmato da Fellaini che schiaccia in rete sull’assist di Hazard. Dentro Honda ed è proprio l’ex Milan a sfiorare il gol del nuovo vantaggio, ma Kompany devia in angolo. Dall’altra parte arriva la doppia parata di Kawashima che dice di no ai colpi di testa di Chadli e Lukaku. Nel finale il Giappone ci prova ancora e Witsel sfiora l’autorete, mentre Courtois dice di no al calcio di punizione di Honda. Sembra finita, ma in pieno recupero arriva il 3-2 di Chadli che concretizza un contropiede lanciato da De Bruyne (ottimo il velo di Lukaku).

La statistica

3 - Il Belgio è la prima squadra a rimontare due gol di svantaggio e poi a vincere una partita nella fase ad eliminazione diretta dal Mondiale 1970. Quella volta fu la Germania Ovest a fare l’impresa contro l’Inghilterra, da 0-2 a 3-2 (ai tempi supplementari) ai quarti di finale.

Marouane Fellaini celebrates

Marouane Fellaini celebratesGetty Images

Il Tweet

Niente da fare. Il Giappone non riesce ad arrivare in fondo al Mondiale...

Il migliore

Marouane FELLAINI - Il suo ingresso cambia la partita. Dà grande fastidio a tutta la retroguardia del Giappone con muscoli e centimetri, poi segna il gol del 2-2.

Video - Fast Match Report: Belgio-Giappone 3-2 in 60 secondi

00:59

Il peggiore

Dries MERTENS - Poco attivo davanti. Fa davvero poco per mettere in difficoltà Kawashima.

Tabellino

Belgio-Giappone 3-2

Belgio (3-4-3): Courtois; Alderweireld, Kompany, Vertonghen; Meunier, De Bruyne, Witsel, Ferreira Carrasco; Mertens, R.Lukaku, E.Hazard. Ct: Roberto Martinez

Giappone (4-2-3-1): Kawashima; H.Sakai, Yoshida, Shoji, Nagatomo; Hasebe, Shibasaki (81’ Yamaguchi); Haraguchi (81’ Honda), Kagawa, Inui; Osako. Ct: Akira Nishino

Marcatori: 48’ Haraguchi (G), 52’ Inui (G); 69’ Vertonghen (B), 74’ Fellaini (B), 90+4 Chadli (B)

Arbitro: Malang Diedhiou (Senegal)

Ammoniti: 40’ Shibasaki

Espulsi: nessuno

0
0