Getty Images

Fa tutto Mandzukic e la Croazia vince al debutto: 2-0 alla Nigeria, segna anche Modric su rigore

Fa tutto Mandzukic e la Croazia vince al debutto: 2-0 alla Nigeria, segna anche Modric su rigore

Il 16/06/2018 alle 22:54Aggiornato Il 17/06/2018 alle 00:58

L'attaccante della Juventus induce all'autorete Etebo e conquista il rigore del 2-0 di Modric. Parte bene la Croazia che si issa al primo posto del Gruppo D grazie al successo sulla Nigeria di Moses.

La Croazia viaggia con il vento in poppa e vince al debutto sulla Nigeria per 2-0, andandosi a prendere il primo posto davanti all’Argentina. Nel primo tempo le Super Aquile cercano di puntare tutto sulla fisicità e sulla velocità di Moses, ma non basta per impensierire Subasić. Dall’altra parte c’è invece un Mandzukic prorompente capace di fare il bello e il cattivo tempo nella metà campo avversaria. Ecco che arrivano i gol di Etebo (autorete) e Modric (su rigore), tutti propiziati dal numero 17 della Nazionale di Zlatko Dalić. Rimandata la Nigeria che cercherà di fare punti con l’Islanda. Piccola curiosità statistica: anche nel 2014 il primo gol della Croazia arrivò con un’autorete, quella di Marcelo in Brasile-Croazia.

Cronaca

Avvio ostico per la Croazia, messa in difficoltà dall’intensità della Nigeria. Attenzione però alle conclusioni di Perisić e Kramarić, che non trovano di pochissimo la porta di Uzoho. Perisić e Rebić continuano a scambiarsi la posizione, ma al 32’ arriva il vantaggio della Croazia con l’autogol di Etebo che col tallone devia in rete dopo il colpo di testa di Mandzukic. La Nazionale di Dalić sfiora anche il raddoppio con il colpo di testa di Kramarić, che sfiora la traversa.

Mandzukic - Etebo - Croatia-Nigeria 2018

Mandzukic - Etebo - Croatia-Nigeria 2018Getty Images

Anche nella ripresa parte meglio la Nigeria, ma la Nazionale di Rohr produce solo una conclusione di Moses che si spegne sul fondo. La Croazia ci riprova con Kramarić e Rebić, ma è poco fortunata dalle parti di Uzoho. Il 2-0 arriva al 71’ con il calcio di rigore realizzato da Modrić dopo il fallo di Trost-Ekong su Mandzukic. Nel finale di tempo c’è tempo anche per il 3-0 sfiorato da Kovacić.

La statistica

5 - Con quello di Modric sono ben 5 i rigori assegnati in una singola giornata ai Mondiali. Il record è di 6 penalty, stabilito il 24 giugno 1998.

Il Tweet

Delusione Nigeria. Non solo per la prestazione in campo... Dov’è finita la maglia più bella dei Mondiali?

Il migliore

Mario MANDZUKIĆ - Fa di tutto nella metà campo avversaria. Attacca, difende, smista palloni, conquista rigori, induce all’autogol gli avversari. Peccato non aver trovato il gol personale.

Il peggiore

Leon BALOGUN - Difficile marcare su Mandzukić. Il fallo da rigore lo fa Trost-Ekong, ma Balogun si perde Mandzukić in occasione del primo gol. Oltre a tante altre sbavature.

Tabellino

Croazia-Nigeria 2-0

Croazia (4-2-3-1): Subasić; Vrsaliko, Vida, Lovren, Strinić; Modrić, Rakitić; Rebić (78’ Kovacić), Kramarić (61’ Brozović), Perisić; Mandzukić (86’ Pjaca). All. Zlatko Dalić

Nigeria (4-2-3-1): Uzoho; Shehu, Trost-Ekong, Balogun, Idowu; Ndidi, Etebo; Moses, Obi Mikel (88’ Simy), Iwobi (62’ Musa); Ighalo (75’ Iheanacho). All. Gernot Rohr

Marcatori: 32’ aut. Etebo (C), 72’ rig. Modrić (C)

Arbitro: Sandro Ricci (Brasile)

Ammoniti: 31’ Rakitić, 70’ Trost-Ekong, 89’ Brozović

Espulsi: nessuno

0
0