Getty Images

Francia campione del mondo per la seconda volta: la Croazia ha cuore, ma perde 4-2

Francia campione del mondo per la seconda volta: la Croazia ha cuore, ma perde 4-2

Il 15/07/2018 alle 18:53Aggiornato Il 15/07/2018 alle 21:49

I Bleus bissano il successo del 1998 con un’autorete di Mandzukic seguita dal pareggio di Perisic e dal rigore di Griezmann: nella ripresa, Pogba e Mbappé regalano il poker decisivo nonostante l’errore di Lloris e il gol dello stesso Mandzukic tengano viva la finale fino all’ultimo. Deschamps e i suoi ragazzi in trionfo.

Ha vinto la squadra più forte, non quella che ha giocato meglio in Russia. Dopo la sconfitta casalinga all'Europeo 2016, la Francia si prende una super rivincita, conquistando il secondo titolo Mondiale della sua storia. Il nuovo Rinascimento del calcio francese nasce da lontano ed è figlio di un percorso lungo e di ricostruzione, iniziato dall'esclusione al Mondiale del 1994. Mbappè, Pogba, Griezmann i trascinatori della squadra di Deschamps, che segnato quattro reti ad una Croazia generosa, ma troppo distratta dietro. Con una difesa solida e con le ripartenze, la Francia ha legittimato nella ripresa i due "fortunosi" gol del primo tempo. La formazione di Dalic ha provato a reagire ad ogni svantaggio, ma, probabilmente anche affaticata dai tre supplementari consecutivi, è crollata nel secondo tempo. Un trionfo meritato, un successo che innalza la Francia tra le grandissime del calcio, visto che è solo la sesta Nazionale della storia in grado di vincere più di un Mondiale.

La cronaca

Il primo tempo della finale è stupendo. La Francia inizia a ritmi bassi, ma al 19’ passa subito avanti: punizione tagliata di Griezmann, che Mario Mandzukic devia involontariamente di testa, beffando il suo portiere Subasic. L’1-0 non demoralizza i croati, che dopo 10 minuti pareggiano: mischia in area francese, raccoglie Perisic, che dribbla Kantè e col mancino potente buca Lloris. 1-1 e tutto in equilibrio. La Croazia attacca, cerca la rete del possibile vantaggio, ma al 35’ viene freddata. Dopo una lunga consultazione del VAR, Pitana assegna un rigore alla Francia per fallo di mano in area di Perisic. Griezmann dal dischetto è freddissimo, spiazza Subasic e firma il 2-1 transalpino.

Francia in gol

Francia in golGetty Images

La reazione croata ad inizio ripresa è rabbiosa. Lloris vola alla grande sul mancino di Rebic. E proprio nel momento migliore della squadra di Dalic, la Francia trova il 3-1. Mbappè vola in contropiede, crossa per Griezmann, che appoggia a Pogba: destro murato, poi sinistro vincente. È il 59’ e sei minuti dopo la Francia chiude il match: stavolta è il destro di Mbappè, su servizio di Hernandez, a sorprendere all’angolino un dormiente Subasic. 4-1 e tutto finito? Non ancora, perché al 69’ Lloris prova un dribbling su Mandzukic, che in pressione vince il tackle e sigla il 2-4 croato. Mancano 20 minuti alla fine, ma la Croazia è stanchissima. Nonostante un evidente predominio territoriale, la formazione di Dalic non riesce più a rendersi pericolosa. La Francia gestisce il vantaggio e conquista il suo secondo titolo Mondiale.

Francia festante

Francia festanteGetty Images

La statistica chiave

Ivan Perisic è il secondo giocatore a segnare un gol e commettere un fallo da rigore in una finale dei Mondiali: prima di lui, Marco Materazzi nel 2006.

Video - Fast Match Report: Francia-Croazia 4-2 in 60 secondi

00:59

Il migliore

Kylian MBAPPÉ – Il migliore in campo è lui perché, in questa Francia che flirta ben poco con il bel gioco, è l’arma impropria che permette ai Bleus di distendersi in contropiede e tagliare il fiato alla stanca Croazia. Chiude diventando il secondo under 20 a segnare in una finale mondiale. Non male.

Il peggiore

Danijel SUBASIC – In una finale Mondiale non è concesso subire due gol sul proprio palo, lui lo fa. Con l’aggravante di averlo fatto nel momento migliore della Croazia. Macchia così una fase a eliminazione diretta che lo aveva visto grande protagonista.

Video - La festa della Francia: dagli Champs-Élysées alla dab di Pogba e Macron

01:34

Il tweet da non perdere

Il tabellino

Francia (4-2-3-1): Lloris; Pavard, Varane, Umtiti, Hernández; Pogba, Kanté (dal 54’ N’Zonzi); Matuidi (dal 73’ Tolisso), Griezmann, Mbappé; Giroud (Dall’81’ Fekir). All. Deschamps.

Croazia (4-2-3-1): Subašić; Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinić (dall’81’ Pjaca); Rakitić, Brozović; Rebić (dal 71’ Kramaric), Modrić, Perišić; Mandžukić. All. Dalic.

Arbitro: Pitana (ARG).

Gol: 19’ aut. Mandzukic (C), 29’ Perisic (C), 39’ rig. Griezmann (F), 59’ Pogba (F), 65’ Mbappè (F), 69’ Mandzukic (C).

Ammoniti: Kanté, Hernandez, Vrsaljko.

Video - Luka Modric: da rifugiato a campione, la favola del miglior centrocampista al mondo

01:05
0
0