Getty Images

Francia-Croazia: probabili formazioni e statistiche

Francia-Croazia: probabili formazioni e statistiche

Il 15/07/2018 alle 09:00Aggiornato Il 15/07/2018 alle 15:50

L'attesa è finita: Francia e Croazia si giocano la Coppa del Mondo nel maestoso scenario del Luzhniki Stadium di Mosca. Deschamps confrema la squadra in blocco; il campionato italiano "partecipa" con Strinic, Brozovic, Mandzukic e Perisic ma per quest'ultimo, che ha fatto una risonanza alla coscia, bisognerà attendere l'ultimo allenamento.

Le probabili formazioni

  • Francia (4-4-2): Lloris; Pavard, Varane, Umtiti, L.Hernández; Mbappé, Pogba, Kanté, Matuidi; Giroud, Griezmann. Ct: Didier Deschamps
  • Croazia (4-2-3-1): Subasic; Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinic; Brozovic, Rakitic; Rebic, Modric, Perisic; Mandzukic. Ct: Zlatko Dalic

Le statistiche

  • Sono cinque i precedenti tra Francia e Croazia, con tre vittorie per i Bleus (nel 1998, 1999 e 2000) e due pareggi (2004 e 2011).
  • Due dei cinque precedenti tra Francia e Croazia si sono disputati in grandi tornei internazionali. La nazionale transalpina ha vinto per 2-1 la semifinale del Mondiale 1998 - con Didier Deschamps in campo per tutti i 90’ - mentre ha chiuso sul 2-2 la sfida nella fase a gironi di Euro 2004.
  • In ognuna delle ultime tre finali della Coppa del Mondo si sono giocati i tempi supplementari. Tuttavia, soltanto due volte nella storia l’ultimo atto del Mondiale si è deciso ai calci di rigore (1994 e 2006).
  • Questa sarà la terza finale mondiale per la Francia, dopo il trionfo del 1998 e la sconfitta ai rigori del 2006. I Bleus hanno, inoltre, raggiunto l’atto conclusivo del Mondiale più volte di qualsiasi altra nazione negli ultimi 20 anni (due ciascuna Brasile e Germania).
  • La Croazia, alla sua prima finale di Coppa del Mondo, è diventata la 13ᵃ nazionale diversa, nonché la decima europea, a raggiungere l’ultimo atto in questa competizione. Le ultime due esordienti in una finale mondiale hanno poi vinto il titolo (Francia nel 1998 e Spagna nel 2010), mentre l’ultima esordiente a perdere fu l’Olanda nel 1974.
  • In questo Mondiale, la Francia è rimasta sotto nel punteggio soltanto nove minuti e 12 secondi totali, mentre la Croazia è andata in svantaggio in tutte e tre le gare a eliminazione diretta.
  • Esclusa la lotteria dei rigori, la Francia ha vinto 11 delle ultime 14 gare a eliminazione diretta ai Mondiali (2N, 1P).
  • In questo Mondiale, la Croazia ha passato i tre turni a eliminazione diretta tramite supplementari o rigori: nessuna squadra ha disputato i tempi supplementari quattro volte in una singola edizione della competizione (a quota tre ci sono anche il Belgio nel 1986, l’Inghilterra nel 1990 e l’Argentina nel 2014).
  • Antoine Griezmann ha preso parte a 11 reti in nove match a eliminazione diretta nei grandi tornei internazionali (Mondiali ed Europei): più di qualunque altro francese negli ultimi 50 anni, davanti a Zinedine Zidane (otto) e Michel Platini (sei).
  • Kylian Mbappé potrebbe diventare il secondo under 20 della storia a segnare in una finale mondiale, dopo Pelé nel 1958. Il francese è già il secondo under 20 più prolifico di sempre in una singola edizione dei Mondiali (tre gol), dopo lo stesso Pelé (sei reti nel 1958).
  • Olivier Giroud non ha ancora centrato lo specchio della porta, nonostante i 465 minuti spesi in campo in questa Coppa del Mondo. Dal 1966, nessun giocatore ha tirato più volte di lui (13) in un’edizione del Mondiale senza mai centrare lo specchio.
  • Didier Deschamps potrebbe diventare il terzo uomo a vincere i Mondiali prima da giocatore e poi da allenatore, dopo Mario Zagallo e Franz Beckenbauer. Tra i tecnici con almeno 10 gare ai Mondiali alle spalle, è quello con la percentuale di vittorie più alta: 73% (otto su 11).
  • Soltanto il francese Antoine Griezmann (due gol e due assist) ha preso parte attiva a più marcature di Mario Mandzukic (due reti e un passaggio vincente) nella fase a eliminazione diretta di questo Mondiale.
  • Ivan Perisic ha partecipato attivamente a 10 reti nei grandi tornei internazionali con la maglia della Croazia (sei gol e quattro assist), eguagliando il record di Davor Suker per la nazionale balcanica (nove reti e un assist).
  • Dovesse scendere in campo, Raphael Varane diverrebbe il quinto francese della storia ad aver partecipato alle finali di Champions League e dei Mondiali nello stesso anno, dopo Thierry Henry (2006), Zinedine Zidane, Didier Deschamps e Christian Karembeu (tutti nel 1998). Di questi, soltanto Karembeu vinse entrambe le finali, e Varane, campione d’Europa con il Real Madrid, ha la possibilità di emularlo.

Video - Cadono gli dei Messi e Ronaldo, è nata la stella di Kylian Mbappé

01:20
0
0