Getty Images

Gol, spettacolo e difese ballerine: 2-2 tra Giappone e Senegal

Gol, spettacolo e difese ballerine: 2-2 tra Giappone e Senegal

Il 24/06/2018 alle 18:52Aggiornato Il 24/06/2018 alle 20:59

Doppio botta e risposta nel match tra le sorprese del gruppo H: in vantaggio i Leoni della Teranga con Mané, che approfitta di una papera di Kawashima, i nipponici rispondono con la splendida marcatura di Inui. Nel secondo tempo, lo scenario si ripete: prima Wagué, poi l'ex Milan Honda (unico nipponico a segnare in 3 Mondiali) ed entrambe le squadre proseguono il loro cammino a 4 punti.

Japan v Senegal

Japan v SenegalGetty Images

La cronaca della partita

Gol e divertimento durante la prima frazione. Il Senegal parte forte e all'attacco, sino ad arrivare al gol del vantaggio: all'11', su palla vagante, Sabaly ci prova con un sinistro senza pretese sul primo palo, su cui Kawashima si avventa come peggio non potrebbe, colpendo nella respinta Mané, ben appostato ma che insacca quasi fortuitamente: 0-1.

Sadio Mané (Sénégal) célèbre son but contre le Japon lors de la Coupe du monde 2018

Sadio Mané (Sénégal) célèbre son but contre le Japon lors de la Coupe du monde 2018Getty Images

Al 23', dalla sinistra, Wagué pesca in area Sarr, che si esibisce con un'acrobazia, questa volta sventata da Kawashima. Nel miglior momento del Senegal, arriva il pareggio nipponico: al 34', straordinario cambio di gioco di Shibasaki per Nagatomo che, in area, lavora un bel pallone per Inui, la cui traiettoria a giro batte inesorabilmente Khadim N'Diaye per l'1-1.

Inui celebra su gol en el Japón-Senegal

Inui celebra su gol en el Japón-SenegalGetty Images

Il Giappone prende fiducia ma, prima della fine del primo tempo, c'è ancora in tempo per assistere alla solita mancanza di freddezza offensiva di M'baye Niang, che a tu per Kawashima, tutto solo, gli calcia addosso gettando alle ortiche l'occasione del nuovo vantaggio dei Leoni della Teranga. Nella ripresa, lo spartito si ripete. Non prima, però, di una traversa del solito Inui, colpita al 65' con una deliziosa traiettoria a giro su ispirazione di Osako. Quest'ultimo, 4' prima, si era "dimenticato" di deviare in porta una palla perfetta servitagli dalla destra da Shibasaki. Così, al 71', il Senegal torna in vantaggio - e questa volta, nel miglior momento dei giapponesi: il terzino sinistro Sabaly mette al centro un pallone, prolungato col tacco da Mané per il giovanissimo laterale destro Moussa Wagué (classe '98), che insacca con un prepotente tiro a incrociare e passa alla storia come il calciatore africano più giovane ad essere andato assegno nella Coppa del Mondo.

I Leoni della Teranga sperano di poter chiudere la giornata a punteggio pieno ma, al 78', l'ex Milan Keysuke Honda (entrato in shena al 72' al posto di Kagawa), insacca a porta vuota su assist dalla mancina di Inui, arrivato dopo un'uscita disastrosa del portiere senegalese Khadim N'Diaye. Finisce 2-2.

Honda - Japan-Senegal - 2018 FIFA World Cup Russia group H - Getty Images

Honda - Japan-Senegal - 2018 FIFA World Cup Russia group H - Getty ImagesGetty Images

La statistica chiave

Il tweet

Il migliore

Takashi INUI (Giappone): un gol, una traversa e un assist vincente per l'attaccante giapponese dell'Eibar e prossimo del Betis Siviglia, il primo della storia ad aver segnato al Camp Nou, contro il Barcellona. Prestazione encomiabile e da sottolineare con un evidenziatore brillante.

Il peggiore

Eiji KAWASHIMA (Giappone): la sua papera, sul gol iniziale di Mané, è quasi ai livelli dell'argentino Caballero. Si avventa come peggio non potrebbe su innocua conclusione di Sabaly sul primo palo, facendo carambolare palla sul ginocchio dell'attaccante del Liverpool.

Il tabellino

GIAPPONE-SENEGAL 2-2

Giappone (4-2-3-1): Kawashima; H. Sakai, Yoshida, Shoji, Nagatomo; Shibasaki, Hasebe; Haraguchi (75' Okazaki), Kagawa (72' Honda), Inui (87' Usami); Osako. CT: Nishino.

Senegal (4-4-2): K. N’Diaye; Wagué, Koulibaly, Sané, Sabaly; Ndiaye (81' N'Doye), Gueye, A. N’Diaye (65' Kouyaté); Sarr, Niang (86' Diouf), Mané All.: Cissé.

Arbitro: Gianluca Rocchi (Italia).

Gol: 11' Mané (S), 34' Inui (G), 71' Wagué (S), 78' Honda (G).

Note - Recupero: 1+4. Ammoniti: Niang, Inui, Sabaly, N'Doye, Hasebe.

0
0