Getty Images

L'opera d'arte sulla schiena di Aron Gunnarsson: è il tatuaggio più spettacolare del Mondiale

L'opera d'arte sulla schiena di Aron Gunnarsson: è il tatuaggio più spettacolare del Mondiale

Il 13/06/2018 alle 09:12Aggiornato Il 13/06/2018 alle 09:15

Aron Gunnarson, capitano della nazionale islandese, mostra il suo nuovo enorme tatuaggio che gli occupa interamente la schiena: raffigura i quattro Landvættir, le figure mitologiche protettrici del Paese.

Ci è voluto più di un anno per finirlo, ma ora Aron Gunnarsson, capitano dell'Islanda, può mostrare orgoglioso il capolavoro che gli decora la schiena. L'opera d'arte realizzata dall'inchiostratore Gunnar V è già diventato il tatuaggio più curioso e fotografato della Coppa del Mondo di Russia: raffigura i Landvættir, ossia le creature che, secondo la mitologia nordica, proteggono il Paese.

I Landvættir sono quattro, come i punti cardinali: il drago è rivolto verso Est, l'aquila a Nord, il gigante a Sud e il toro a ovest. Il tatuaggio di Gunnarsson ricalca fedelmente lo stemma dell'Islanda, con i quattro Landvættir che sorreggono lo scudo con croce rossa su campo blu. Le figure mitologiche compaiono anche sul retro delle monete.

Classe 1989, centrocampista di quantità, Gunnarsson milita nella Championship inglese (seconda Divisione) con la maglia del Cardiff City, squadra con cui ha giocato anche in Premier League nel 2013-14: vanta 77 presenze con la nazionale maggiore islandese, con 2 reti all'attivo realizzate durante la campagna di qualificazione a Euro 2016 contro Lettonia e Repubblica Ceca.

Video - L'Islanda porterà il "Geyser sound" anche in Russia: un'impresa da record

01:07
0
0