Getty Images

La Nigeria piega l'Islanda, decide la doppietta di Musa... e l'Argentina ringrazia

La Nigeria piega l'Islanda, decide la doppietta di Musa... e l'Argentina ringrazia

Il 22/06/2018 alle 18:56Aggiornato Il 22/06/2018 alle 20:51

La doppietta di Ahmed Musa ha permesso alla Nigeria di vincere una partita fondamentale per le sorti della qualificazione agli ottavi di finale. Gli islandesi hanno fallito un calcio di rigore al minuto 83' con Sigurdsson che avrebbe potuto riaprire il match. Nigeriani secondi a quota tre punti nel gruppo D, Islanda a quota uno come l'Argentina

La Nigeria del ct Rohr si riscatta e dopo aver perso per 2-0 all'esordio contro la Croazia di Dalic, rifila un secco 2-0 all'Islanda che esce con le ossa rotta dalla Volgograd Arena. Mattatore dell'incontro l'attaccante del Cska Mosca Ahmed Musa che con una sontuosa doppietta ha permesso ai nigeriani di vincere una partita importantissima per sperare di qualificarsi agli ottavi di finale. Con questo successo i ragazzi di Rohr volano al secondo posto nel gruppo D, a quota tre punti, dietro alla Croazia già qualificata e davanti a Argentina e Islanda ferme a quota uno. Agli africani basterà un pareggio contro l'Albiceleste per passare il turno, gli islandesi costretti a battere la Croazia nell'ultimo turno e sperare che l'Argentina batta di misura la Nigeria.

La cronaca

Al 3’ Sigurdsson su punizione testa i riflessi di Uzoho che si distende e la mette in angolo. Al 6’ è ancora Sigurdsson a impegnare il portiere della Nigeria con un tiro da oltre 20 metri, mentre sul finire di primo tempo Finnbogason prima e Bodvarsson poi, tra il 45’ e il 47’, vanno vicinissimi al gol con due colpi di testa che terminano fuori di poco. Nella ripresa la Nigeria passa subito in vantaggio al 49’ con Musa che riceve palla in area di rigore da Moses, stoppa e con un destro al volo lascia di sale Halldorsson. Al 57’ Ndidi chiama alla grande parata Halldorsson con un gran tiro da oltre 25 metri. Ekong ci prova di testa al 70’ ma non inquadra lo specchio della porta. Balogun al 72’ svetta di testa ma non trova il bersaglio grosso. Minuto 74’ Musa colpisce la traversa e un minuto dopo in contropiede segna la sua personale doppietta con una grandissima azione di contropiede conclusa saltando il portiere e depositandola in rete di destro. Minuto 80' contatto Ebuehi-Finnbogason, l'arbitro non concede rigore ma la Var lo richiama e cambia idea. Dal dischetto Sigurdsson la mette alta. Nel finale Iheanacho e Skulason vanno vicini al gol ma senza risultato.

La statistica chiave

Secondo gol al Mondiale per Musa e quarto complessivo in questa manifestazione per l'attaccante della Nigeria

Il tweet da non perdere

Il migliore

Ahmed Musa- Nel primo tempo vivacchia, nella ripresa diventa devastante e decisivo per le sorti della Nigeria. Segna due reti di ottima fattura e fa sognare una nazione intera che ora vuole la qualificazione agli ottavi.

Il peggiore

Gylfi Sigurdsson- L'errore dal dischetto pesa come un macigno perché avrebbe potuto riaprire la partita. Dopo il primo gol di Musa, come tutti i suoi compagni, stacca troppo presto la spina e questo si riflette sulla sua prestazione.

Il tabellino

Nigeria (3-5-2): Uzoho; Omeruo, Ekong, Balogun; Moses, Etebo (91' Iwobi), Obi Mikel, Ndid, Idowu (46’ Ebuehi); Musa, Iheanacho (88' Ighalo). Ct: Gernot Rohr

Islanda (4-4-2): Halldorsson; Saevarsson, Arnason, R.Sigurdsson (65’ Ingason), Magnusson; Gislason, Gunnarsson (87' Skulason), G.Sigurdsson, Bjarnason; Bodvarsson (71’ Sigurdarson), Finnbogason. Ct: Heimir Hallgrimsson

Reti: 49’ e 75’ Musa (N)

Ammoniti: Idowu (N)

0
0