Getty Images

La prima storica volta del criterio Fair Play: Senegal beffato da due cartellini di troppo

La prima storica volta del criterio Fair Play: Senegal beffato da due cartellini di troppo

Il 28/06/2018 alle 18:30

Giappone agli ottavi di finale per due cartellini in meno (4) rispetto alla nazionale africana (6). Inserita per la prima volta in questa edizione dalla FIFA, la nuova regola decreta le qualificate del Gruppo H.

Giappone agli ottavi di finale grazie alla regola del Fair Play, Senegal beffato da due cartellini gialli di troppo (presi da Niang)! Per la prima volta nella storia dei Mondiali una squadra ottiene un risultato, in questo caso superando la fase a gironi, grazie alla sua correttezza in campo.

Novità assoluta

Per la prima volta ai Mondiali la FIFA ha inserito, come settimo (e penultimo, prima del sorteggio FIFA) criterio di selezione in caso di pareggio in tutte le altre voci, quello del Fair Play, per il quale vengono date "penalità" in base ai cartellini presi.

  • 1 per ogni cartellino giallo
  • 3 per ogni cartellino rosso indiretto (doppio giallo)
  • 4 per ogni cartellino rosso diretto
  • 5 per ogni cartellino giallo + rosso diretto

Gioia Giappone, beffa Senegal

4 punti di penalità per il Giappone, 6 per il Senegal. Sono questi impietosi numeri, non relativi a punti o differenza reti, bensì ai cartellini gialli presi, a sancire il passaggio del turno del Giappone e l'eliminazione del Senegal. Dopo il 2-2 nello scontro diretto, i 4 punti conquistati rispettivamente nel girone e i 4 gol segnati, il pareggio in tutte le statistiche ha portato alla criterio numero 7, quello del conteggio cartellini (Fair Play appunto). E il caso vuole che due gialli di M'Baye Niang (non nel match odierno e uno in quello contro il Giappone) facciano la differenza a scapito della nazionale africana, premiando invece i nipponici.

Video - Fast Match Report: Giappone-Senegal 2-2 in 60 secondi

00:59
0
0