Getty Images

Le pagelle di Arabia Saudita-Egitto 2-1: Salah fa gol, ma non è sufficiente

Le pagelle di Arabia Saudita-Egitto 2-1: Salah fa gol, ma non è sufficiente

Il 25/06/2018 alle 18:38Aggiornato Il 25/06/2018 alle 19:54

Diamo i voti ai protagonisti della Volgograd Arena: El Hadary uno dei pochi promossi tra gli egiziani. Salah bloccato nonostante il gol. Al-Shahrani super nell'Arabia così come Al-Faraj e Al-Dawsari. Male Al-Muwallad

Le pagelle dell’Arabia Saudita

Yasser Al-Mosailem 6 - Gli egiziani non sono precisi al tiro e lui comunque fa buona guardia

Mohammed AL-BURAYK 6 - Tiene bene sull'out di destra, spinge e difende con ordine.

Osama HAWSAWI 6 - Salah lo prende due volte di infilata ma poi gli prende le misure

Motaz HAWSAWI 6 - Copia e incolla della prestazione del compagno di reparoo.

Yasir AL-SHAHRANI 7 - Uomo ovunque. Questo ragazzo ha talento e sicuramente sentiremo parlare tanto di lui.

Yahia BAHBIR 6 - Poco preciso al tiro ma una spina costante per la difesa dell'Egitto. (dal 75' Mohannad ASSIRI sv)

Salman AL-FARAJ 6,5 - Segna il gol dell'1-1 e va vicino ad un'altra rete: solo Hegazy gli nega la gioia della doppietta

Abdullah OTAYF 6 - Corre tanto e fa lavoro sporco per la squadra. Importante.

Hussain AL-MOGHAWI 6 - Si limita al compitino ma non sbaglia quasi nulla.

Salem AL-DAWSARI 7 - Segna il gol della vittoria nel finale e gioca una partita di sacrificio. Decisivo

Fahad AL-MUWALLAD 5,5 – Sbaglia il calcio di rigore e si conquista quello del momentaneo pareggio. La vede poco per tutta la partita. (dal 78' Yahya AL-SHEHRI sv)

All Juan Antonio PIZZI 7 - La sua Arabia Saudita, seppur con tanti limiti, esce a testa altissima da questo Mondiale in Russia.

Le pagelle dell’Egitto

Essam EL-HADARY 5 - Non può che non essere lui il migliore in campo. A 45 anni e 161 giorni diventa non solo il calciatore più longevo della storia del Mondiale, ma parando il rigore ad Al-Muwallad resterà per sempre nella storia. Intramontabile

Ahmed FATHY 5,5 - Causa il primo rigore e va spesso in difficoltà. Rimandato.

Ali GABR 5 - Soffre terribilmente gli attaccanti avversari e procura il rigore dell'1-1. Non bene.

Ahmed HEGAZY 5,5 - Leggermente meglio del compagno di reparto ma anche lui va spesso in affanno.

Mohamed ABDEL-SHAFI 6 - Dalla sua parte c'è un osso duro come Bahbir ma il duello finisce in parità.

Terek HAMED 6 - Prova a tenere in piedi da solo il centrocampo e ha il gran merito di lottare fino alla fine

Mohamed ELNENY 5 - Lento, nervoso e prevedibile. Non fa filtro a centrocampo.

.Mohamed SALAH 5,5 - Segna il gol del vantaggio e poi si spegne. Da un giocatore delle sue qualità ci si attende sempre di più)

Abdallah EL-SAID 6- Si fa male sul più bello, esce e l'Egitto perde in efficacia e qualità. (dal 46’ Amr WARDA 5,5 - Si vede poco e non è mai decisivo)

TREZEGUET 5,5 - Ci prova in più di una circostanza ma non è mai preciso al tiro.(dall’81’ Mahmoud KAHRABA SV)

Marwan MOHSEN 4,5 - Praticamente un fantasma, c’è ma non si vede. Mai. Inconcludente e mai pericoloso.(dal 64’ Ramadan SOBHI 6 - Ha talento da vendere ma la squadra non lo assiste.)

CT Héctor CUPER 5 - Lascerà la panchina dell'Egitto essendo ricordato come il tecnico che ha collezionato zero punti in tre partite. Non fortunato l'hombre vertical.

Le statistiche di Arabia Saudita-Egitto

L’Arabia Saudita mette fine oggi a una striscia di 12 gare senza successi ai Mondiali (due pareggi, 10 sconfitte): è infatti questa la sua prima vittoria dall’1-0 contro il Belgio nel giugno 1994.

L’Egitto termina la sua avventura a Russia 2018 restando ancora senza successi nella sua storia in Coppa del Mondo (due pareggi, cinque gare perse). Solo Honduras (nove) ha giocato più gare dell’Egitto (sette) ai Mondiali senza mai vincere.

Il portiere egiziano Essam El Hadary, all’età di 45 anni e 161 giorni, è il calciatore più anziano a giocare al Mondiale: superato il record stabilito dal colombiano Faryd Mondragon nel 2014 (43 anni e 3 giorni).

L’egiziano dell’Egitto Essam El Hadary è diventato il secondo portiere a parare un rigore al debutto ai Mondiali nell’edizione 2018, dopo l’islandese Hannes Thór Halldórsson contro l’Argentina.

Mohamed Salah è diventato il primo africano a segnare in entrambe le prime due presenze al Mondiale (reti contro la Russia e oggi contro l’Arabia Saudita).

Salah ha trovato il gol in tutte le ultime cinque presenze con l'Egitto (sei reti).

Grazie al gol di Mohamed Salah, l’Egitto si è portato in vantaggio per la prima volta in una partita dei Mondiali fino alla rete del pareggio saudita nel finale del primo tempo.

Il rigore del centrocampista dell’Arabia Saudita Salman Al Faraj, al minuto 50:36, è il gol più “tardivo” in un primo tempo di una gara dei Mondiali dal 1966.

Il 36% dei gol dell’Arabia Saudita ai Mondiali (quattro su 11) sono arrivati su rigore.

Salman Al Faraj ha creato sei occasioni per i compagni in questo match: nessuno ha fatto meglio in una partita del Mondiale 2018.

0
0