Getty Images

Le pagelle di Argentina-Islanda 1-1: Messi sbaglia, Di Maria non incide

Le pagelle di Argentina-Islanda 1-1: Messi sbaglia, Di Maria non incide

Il 16/06/2018 alle 17:28

Il fuoriclasse del Barcellona delude, ma non è l'unico tra i sudamericani. Bene Otamendi e il neo entrato Pavon. Islandesi salvati dalle parate di Halldorsson e da una disposizione difensiva asfissiante.

=Argentina=

Wilfredo CABALLERO 5,5 - Inizia male, rischiando il patatrac con Rojo, e non è perfetto neppure nell'azione del gol islandese. Se non altro si riscatta parzialmente su Sigurdsson.

Eduardo SALVIO 6 - Nel primo tempo qualcosa soffre quando deve difendere, lui che è un'ala e non un terzino. Quando si spinge in avanti, fa anche le veci di Meza creando scompiglio.

Nicolas OTAMENDI 6,5 - Meglio di Rojo. Più sicuro, più deciso del compagno. Opera più di una chiusura importante e si rende spesso pericoloso nell'area islandese.

Marcos ROJO 5,5 - In coppia con Caballero, sullo 0-0 rischia per due volte di regalare il vantaggio all'Islanda. Errori che confermano la tenuta difensiva traballante dell'Argentina.

Nicolas TAGLIAFICO 6 - Si vede più nella metà campo avversaria, dove staziona frequentemente per tutta la ripresa, che nella propria. Sullo 0-0 sfiora il gol di testa.

Lucas BIGLIA 6 - Palleggio pressoché continuo, ma anche un po' sterile. Cerca il gol da fuori area, ma non trova la porta (dal 54' Ever BANEGA 5,5 - Non dà maggior brio al centrocampo argentino. Ci prova dal limite, ma non è giornata)

Javier MASCHERANO 6,5 - Guardiano a protezione della difesa, lascia passare poco. Sfortunatamente per lui, il suo lavoro non viene completato dai compagni.

Maximiliano MEZA 5,5 - All'esordio assoluto in un Mondiale, viene frenato dall'emozione e dalla vena non eccezionale di tutta l'Argentina. L'unico merito è quello di procurarsi il rigore poi fallito da Messi (dall'84' Gonzalo HIGUAIN s.v.)

Lionel MESSI 5,5 - Ci prova quasi a getto continuo, sfiora il gol dal limite, ma non è lui. E il rigore sbagliato lo dimostra. Altro che risposta a Cristiano Ronaldo.

Angel DI MARIA 5 - Forse la più grande delusione dell'Argentina. Non rispetta le attese, non trovando mai il modo di venire a capo della marcatura avversaria, e lascia anzitempo il campo (dal 75' Cristian PAVON 6,5 - Grande ingresso in campo. Incendia il finale, chiede un rigore e chiama Halldorsson a un grande intervento)

Sergio AGÜERO 6,5 - Bravissimo nel girarsi e nel fulminare Halldorsson. Un gol da attaccante vero. Poi cerca continuamente lo scambio con Messi, ma perde lucidità e concretezza.

Ct: Jorge SAMPAOLI 5,5 - Lo tradisce la difesa, il vero anello debole dell'Argentina, ma nemmeno la scelta di puntare su Meza è azzeccata. Forse tardivo l'inserimento di Higuain.

Lionel Messi (Argentina vs. Iceland)

Lionel Messi (Argentina vs. Iceland)Getty Images

=Islanda=

Hannes HALLDORSSON 7 - Se l'Islanda può festeggiare uno storico pareggio, gran parte del merito è sua: decisivo sia sul rigore di Messi che su un tiro-cross di Pavon.

Birkir SAEVARSSON 6 - Non spinge mai, ma in questo modo annulla Di Maria e nel finale evita un gol quasi fatto di Messi. Rischia però il mondo quando tocca in area Pavon, venendo graziato da Marciniak.

Kari ARNASON 6,5 - Un disimpegno sbagliato nella ripresa rischia di favorire Messi, ma nella sua gara non ci sono altre macchie. Gran tenuta difensiva.

Ragnar SIGURDSSON 6,5 - Non tiene Agüero nell'azione del vantaggio argentino e rischia per due volte di commettere fallo da rigore. Però resta in piedi e guida la difesa con un atteggiamento da guerriero.

Hordur MAGNUSSON 5,5 - L'anello debole della retroguardia di Hallgrimsson: soffre Salvio, barcolla e rischia di rovinare tutto regalando all'Argentina un rigore.

Johann GUDMUNDSSON 6 - Si spende nelle due fasi, offensiva e difensiva. Con prevalenza per la seconda e qualche iniziativa interessante (dal 63' Rurik GISLASON 6 - Inizia a destra e poi si sposta a sinistra, calandosi nella parte)

Aron GUNNARSSON 6,5 - Leadership e folklore. Ma, più che per le leggendarie rimessone lunghe in area, sarà ricordato per uno spirito difensivo commovente (dal 76' Ari SKULASON s.v.)

Emil HALLFREDSSON 6,5 - Dovrebbe portare un po' di qualità al centrocampo islandese, ma il copione prevede ben altro. E lui lo segue diligentemente.

Birkir BJARNASON 6 - Inizia da esterno e chiude da centrale dopo l'uscita di Gunnarsson. Sempre con sacrificio e dedizione alla causa. Però sullo 0-0 si divora un gol fatto.

Gylfi SIGURDSSON 6,5 - Fatica a entrare in partita, ma quando lo fa mostra di avere una qualità superiore a quella dei compagni. Solo Caballero gli nega un gran gol.

Alfred FINNBOGASON 7 - Combatte da solo contro i due centrali, con dedizione e capacità di proteggere il pallone. E alla fine è sua la rete che regala all'Islanda uno storico pareggio (dall'89' Bjorn SIGURDASON s.v.)

Ct: Heimir HALLGRIMSSON 6,5 - Dispone i suoi uomini nell'unico modo possibile: in maniera ordinata e difensivamente attenta. E strappa un pareggio da raccontare ai nipotini.

0
0