Getty Images

Le pagelle di Belgio-Giappone 3-2: Fellaini decisivo, malissimo Mertens. Che qualità Shibasaki

Le pagelle di Belgio-Giappone 3-2: Fellaini decisivo, malissimo Mertens. Che qualità Shibasaki

Il 02/07/2018 alle 23:06Aggiornato Il 02/07/2018 alle 23:22

Andiamo alla scoperta dei migliori e dei peggiori della Rostov Arena: i Diavoli Rossi realizzano una rimonta epica, il tutto dopo l'ingresso di Fellaini che aumenta la pericolosità della Nazionale di Roberto Martinez. Poi Chadli completa la rimonta. Nel Giappone superlativi Inui e Shibasaki.

Le pagelle del Belgio

Thibaut COURTOIS 6 - Male sul gol di Haraguchi, anche su quello di Inui non è perfetto. Comunque decisivo nel finale sul tentativo di autogol di Witsel e su Honda.

Toby ALDERWEIRELD 5,5 - Fatica a chiudere in diagonale su Inui che lo lascia sempre sul posto. Non sempre preciso, inoltre non aiuta Kompany.

Vincent KOMPANY 5,5 - Prima partita da titolare in questo Mondiale per lui. Non sempre lucido e preciso, Boyata aveva dato un’altra impressione.

Jan VERTONGHEN 6 - Male, malissimo dietro. Ha comunque il merito di segnare il gol dell’1-2, che fa partire la rimonta.

Thomas MEUNIER 6 - Male sulla fascia, soffre molto Nagatomo. È lui che si prodiga, però, nel finale consegnando il pallone che vale il 3-2 di Chadli.

Kevin DE BRUYNE 5,5 - Quando gioca lontano dalla porta non riesce ad essere incisivo. A centrocampo non riesce mai a procedere con il cambio di passo. Compassato.

Kevin De Bruyne (m; Belgium vs. Japan)

Kevin De Bruyne (m; Belgium vs. Japan)Getty Images

Axel WITSEL 5 - Molti palloni persi. Senza idee e senza velocità a centrocampo.

Yannick FERREIRA CARRASCO 5 - Gioca lontano dall’area. Cerca di dare una mano a Vertonghen, ma non riesce a contenere Sakai. Anche in avanti combina poco. (dal 65’ Nacer CHADLI 7 - In realtà si vede poco, ma è decisivo nel finale facendosi trovare pronto al momento opportuno).

Dries MERTENS 5 - Poco attivo davanti. Fa davvero poco per mettere in difficoltà Kawashima. (dal 65’ Marouane FELLAINI 7 - Il suo ingresso cambia la partita. Dà grande fastidio a tutta la retroguardia del Giappone con muscoli e centimetri, poi segna il gol del 2-2.).

Romelu LUKAKU 6,5 - Fatica molto contro Yoshida e Shoji. Lui trova comunque il modo di essere importante là davanti, che velo sul gol di Chadli.

Eden HAZARD 6 - Non proprio il miglior Hazard possibile. Cresce nella ripresa con diverse accelerazioni.

Ct: Roberto MARTINEZ 6 - Un allenatore è stato bravo per aver indovinato i cambi o insufficiente per aver sbagliato la formazione iniziale? Una domanda alla Marzullo... Comunque, l’ingresso di Fellaini è stato decisivo.

Le pagelle del Giappone

Eiji KAWASHIMA 5 - Qualche parata qua e là, ma è colpevole sia sul primo che sul secondo gol del Belgio.

Hiroki SAKAI 6,5 - Diverse le sgroppate sulla fascia. Buone le chiusure su Hazard che è costretto ad accentrasi per diventare pericoloso.

Maya YOSHIDA 6,5 - Ai limiti della perfezione la sua partita in copertura su Lukaku. Quasi sempre in anticipo.

Gen SHOJI 6,5 - Dà una grossa mano a Yoshida. Sempre puntuale.

Yuto NAGATOMO 6,5 - Si chiude qui il Mondiale di Nagatomo, un gran Mondiale per l’ormai ex Inter. Anche oggi sfodera grandi incursioni sulla fascia sinistra. Fa perdere la testa a Meunier che non riesce proprio a contenerlo.

Makoto HASEBE 6 - Finché è lucido davanti alla difesa, la retroguardia del Giappone rende. Poi finisce la benzina, ma Nishino lo tiene comunque in campo.

Gaku SHIBASAKI 7 - Viene chiamato il Pirlo del Sol Levante. Andiamoci piano con i soprannomi, quel che è certo è che il neo centrocampista del Betis è un giocatore di qualità. Disegna diversi palloni interessanti per l’attacco della Nazionale giapponese, fantastico il suo assist per il gol del vantaggio di Haraguchi. (dall’81’ Hotaru YAMAGUCHI 5,5 - Suo il compito di fare filtro davanti alla difesa nel finale. Non completa, però, la sua missione con il Belgio che colpisce addirittura in contropiede).

Eden Hazard of Belgium is challenged by Gaku Shibasaki of Japan

Eden Hazard of Belgium is challenged by Gaku Shibasaki of JapanGetty Images

Genki HARAGUCHI 6,5 - Nel primo tempo non si muove molto, ma firma un bel gol in avvio di ripresa. Un gol che fa sognare un’intera nazione. (dall’81’ Keisuke HONDA 6 - Nel finale ha due occasionissime per portare il Giappone ai quarti, ma si fa murare da Kompany prima del calcio di punizione parato da Courtois).

Shinji KAGAWA 5,5 - Tra Shibasaki ed Inui, ci si aspettava anche le giocate di Kagawa. Il trequartista del Borussia Dortmund, però, non è decisivo e non è pericoloso.

Takashi INUI 7 - Fantastico tra le linee, fa perdere la testa all’intera retroguardia belga. Grandissimo il gol che vale il 2-0. Peccato che l’abbia preso il Betis, sarebbe stato un valido nome su cui puntare nel calciomercato estivo.

Yuya OSAKO 5,5 - Prova a fare a sportellate con Kompany e il resto della difesa del Belgio. Perde ogni duello.

Ct: Akira NISHINO 5,5 - Il piano partita è perfetto. Meriterebbe un 10 fino al 69’, poi si dimentica i cambi. La sua squadra è troppo stanca e subisce un’incredibile rimonta.

Le statistiche Opta

  • Il Belgio è la prima squadra a vincere un match nella fase ad eliminazione diretta dei Mondiali nei 90 minuti dopo essersi trovato in svantaggio di due o più gol da Portogallo contro la Nord Corea nei quarti di finale del Mondiale del 1966 (0-3 sotto, poi vittoria 5-3).
  • Il Belgio ha raggiunto i quarti di finale in due Mondiali consecutivi per la prima volta nella sua storia.
  • Prima sconfitta del Giappone in un Mondiale pur avendo segnato due o più reti (3V, 2N nei cinque precedenti).
  • È la prima volta che il Belgio passa il turno in una fase ad eliminazione diretta del Mondiale subendo almeno due reti.
  • 24 i tiri del Belgio contro il Giappone, più di qualsiasi altra partita dei Diavoli Rossi in questo Mondiale.
  • Il Belgio non ha mai mantenuto la porta inviolata negli ultimi 12 match della fase ad eliminazione diretta dei Mondiali, subendo 28 gol in totale.
  • Il Giappone ha segnato sei gol nel Mondiale 2018, il loro miglior risultato in una singola Coppa del Mondo.

Video - Fast Match Report: Belgio-Giappone 3-2 in 60 secondi

00:59
  • Sono trascorsi solo quattro minuti e 16 secondi tra i due gol del Giappone e solo quattro minuti e 30 secondi tra i primi due gol del Belgio.
  • Sono stati segnati nove gol vittoria dal 90° minuto in poi in questo Mondiale 2018. Ce ne furono 10 nei precedenti cinque Mondiali sommati (1998, 2002, 2006, 2010 e 2014).
  • Eden Hazard ha partecipato attivamente a 19 gol nelle sue 19 partite con la maglia del Belgio sotto la guida di Roberto Martinez, segnando 10 reti e fornendo nove assist.
  • Takashi Inui è solo il terzo giocatore ad aver segnato più di un gol in un’edizione dei Mondiali per il Giappone, dopo Junichi Inamoto in 2002 (due) e Keisuke Honda in 2010 (due).
  • Entrambi i gol di Marouane Fellaini ai Mondiali sono arrivati con un colpo di testa.
  • Nacer Chadli ha segnato il suo primo gol nelle ultime 11 presenze con la maglia del Belgio, visto che non segnava da giugno 2017 contro l’Estonia.
  • Secondo gol a un Mondiale con la maglia del Belgio per Vertonghen. Entrambe le reti sono state segnate contro nazionali asiatiche (Corea del Sud nel 2014).
0
0