Getty Images

Le pagelle di Brasile-Belgio 1-2: partita eccezionale per Eden Hazard

Le pagelle di Brasile-Belgio 1-2: partita eccezionale per Eden Hazard

Il 06/07/2018 alle 23:02Aggiornato Il 06/07/2018 alle 23:24

Il giocatore del Chelsea è fenomenale su entrambi i lati del campo. Bene anche Courtois, De Bruyne e Lukaku. Fernandinho fa rimpiangere eccome Casemiro, Neymar e Coutninho decisamente altalenanti. Douglas Costa e Reanto Augusto avrebbero meritato più spazio.

===Brasile===

ALISSON 6 – Incolpevole sui gol, di suoi grossi interventi non se ne sono visti. Attento sul tacco ravvicinato di Lukaku.

FAGNER 5 – Completamente assente in fase offensiva, soffre tremendamente le avanzate di Hazard. E commette falli a ripetizione.

THIAGO SILVA 6 – Va vicino al gol dopo pochi minuti, ma il pallone finisce sul palo. Soffre un po' Lukaku, che dà pochi punti di riferimento ma comanda bene la difesa.

MIRANDA 6 – Bene in marcatura, non ha grosse colpe. Anche perchè il filtro davanti a lui non è dei migliori.

MARCELO 5,5 – Non è al meglio e si vede: il vero Marcelo è un'altra cosa. Va al tiro nel primo tempo, ma mancano le sue brucianti incursioni.

FERNANDINHO 4,5 – Un disastro, al di là del goffo autogol. Lo schermo davanti alla difesa è praticamente nullo, gli sfondamenti centrali del Belgio si ripetono in serie. Tanti errori tecnici. Quanto è mancato Casemiro....

PAULINHO 5 – Poco lucido rispetto al solito, prova qualche timido inserimento. (dal 72’ RENATO AUGUSTO 6,5 - Ingresso di personalità. Sigla il gol che riaccende le speranze brasiliane con un bell'inserimento e poco dopo sfiora il pareggio di destro).

WILLIAN 5 – Davvero poco cercato nel primo tempo, quando il Brasile prefisce attaccare dalla parte opposta. Lui non fa nulla per farsi vedere e rimane nello spogliatoio all'intervallo. (dal 46’ Roberto FIRMINO 5,5 - Vicini al 2-2 anche lui, ma commette qualche errore di troppo)

NEYMAR 4,5 – Poche luci, tante ombre, qualche tuffo dei suoi. Spesso stoppato dai difensori belgi, il suo primo e unico tiro arriva al 94': Courtois salva con una prodezza.

Philippe COUTINHO 5 – Errori tecnici banali e assolutamente non da lui. Va al tiro più volte, ma doveva essere più preciso. La svirgolata sull'assist di Neymar nella ripresa grida ancora vendetta.

GABRIEL JESUS 5 – Un guizzo, quello con cui si procura il rigore poi revocato. Prima e dopo poca roba. (dal 58’ DOUGLAS COSTA 6,5 – Mette in seria difficoltà Vertonghen, tira tre volte in porta. Solita domanda: perchè non gioca dall'inizio?)

===Belgio===

Thibaut COURTOIS 7 – Che partita. Risponde presente al tiro a segno brasiliano, bloccando o respingendo sicuro in ogni occasione. Su quel tiro finale di Neymar la porzione di stadio verdeoro stava già per esultare. Decisivo.

Toby ALDERWEIRELD 6 – Partita sporca, ma efficace la sua. Non sfigura di fronte alla qualità avversaria.

Vincent KOMPANY 5,5 – In difficoltà in impostazione se pressato, non dimostra la sicurezza di qualche anno fa. Certo, con la gente che aveva davanti non era facile.

Jan VERTONGHEN 5 – Molto concentrato nel primo sui ben più rapidi attaccanti avversari, nella ripresa soffre le pene dell'inferno quando viene attaccato da Dougla Costa.

Thomas MEUNIER 6 – Dalla sua parte il Brasile attacca con continuità, lui regge bene l'onda d'urto.

Axel WITSEL 6,5 – Si vede poco in avanti ma la densità che fa in fase difensiva è decisiva, anche nella ripresa quando c'è da soffrire.

Marouane FELLAINI 6,5 – Come sopra. Di fisico e col randello se serve, si batte come un leone per difendere la sua metacampo.

Nacer CHADLI 6,5 – Partita di sofferenza e sacrificio, come doveva fare. (dal 83' Thomas VERMAELEN sv)

Kevin DE BRUYNE 7 – Decisivo con la sua qualità in fase offensiva, i pari ruolo brasiliani non ci capiscono nulla. Si iscrive alla festa del gol belga di questo Mondiale con una rasoiata delle sue.

Eden HAZARD 7,5 – L'uomo in più di questa squadra. Geniale nell'orchestrare i micidiali contropiedi con cui il Belgio mette alle corde il Brasile, non sbaglia mai una scelta. Nel secondo tempo è decisivo per spezzare il forcing avversario con le sue ripartenze, incontenibile in dribbling, prezioso in copertura. Partita eccezionale, su tutti e due i lati del campo.

Romelu LUKAKU 7 – Primo tempo di completa trance agonistica. Fa quello che è nelle sue corde (sponde, gioco aereo) e quello che non dovrebbe esserlo (progressione palla al piede in mezzo al campo). Nella ripresa cala un po' ma gioca una partita di assoluto spessore. (dal 87' Youri TIELEMANS sv)

Le statistiche del match

  • È solo la seconda volta che il Belgio accede alle semifinali di un Mondiale, dopo il 1986 – quando furono eliminati dall’Argentina, che poi alzò la Coppa.
  • Questa è stata solo la seconda vittoria assoluta per il Belgio contro il Brasile (tre le sconfitte), dopo il successo in amichevole nel 1963 a Bruxelles.
  • Il Brasile è stato eliminato da una squadra europea in tutte le ultime quattro edizioni del Mondiale (Francia 2006, Olanda 2010, Germania 2014 e Brasile 2018).
  • Con Kevin De Bruyne, il Belgio ha segnato con ben nove giocatori differenti nel Mondiale 2018, solo l’Italia nel 2006 e la Francia nel 1982 (entrambe 10) hanno mandato in rete più giocatori in una singola edizione del torneo.
  • Il Brasile non subiva due gol in una gara da 30 partite, dal 2-2 contro il Paraguay nel marzo 2016.
  • Il Belgio è imbattuto da 24 partite in tutte le competizioni (19 vittorie, cinque pareggi).
  • Il belga Kevin De Bruyne è diventato il 100° marcatore differente di questo Mondiale (escluse le autoreti).
  • L’autogol di Fernandinho è solo il secondo subito dal Brasile ai Mondiali, dopo l’autorete di Marcelo nel 2014 contro la Croazia.
  • Con quella di Fernandinho, sono 11 le autoreti di questo Mondiale: almeno cinque in più che in ogni altra edizione della competizione.
  • Romelu Lukaku ha partecipato attivamente a 20 gol nelle ultime 13 presenze con il Belgio: 17 reti, tre assist.
  • Il gol di Renato Augusto per il Brasile è arrivato appena 3 minuti e 14 secondi dopo il suo ingresso in campo da subentrato. Non segnava da 14 presenze con il Brasile: dalla rete contro il Perù nel novembre 2016.
0
0