Getty Images

Le pagelle di Brasile-Svizzera 1-1: Neymar non basta, Behrami guerriero

Le pagelle di Brasile-Svizzera 1-1: Neymar non basta, Behrami guerriero

Il 17/06/2018 alle 22:21Aggiornato Il 17/06/2018 alle 22:40

La stella del PSG crea, ma predica nel deserto, sostenuta dal solo Coutinho. Miranda sbaglia nell'azione del gol, Firmino dà la scossa ma non trova il guizzo. Elvetici sostenuti dalla difesa e da Shaqiri, ma soprattutto da una grande prova del centrocampista dell'Udinese.

=Brasile=

Alisson BECKER 5,5 - Sonnecchia per gran parte della gara, poi Zuber lo beffa dall'area piccola. E qui, come si sa, una percentuale di colpa il portiere ce l'ha sempre.

DANILO 6 - Gioca una gara prettamente difensiva, senza lasciare mai la propria zona di competenza. La pagnotta la porta a casa.

Thiago SILVA 6,5 - Il migliore tra i difensori brasiliani: chiude bene in ogni occasione e, quando si spinge in avanti, va vicinissimo al gol di testa.

João MIRANDA 5,5 - Tranquillo, deciso, sicuro fino al 5' della ripresa. Poi si lascia sfuggire Zuber, che non lo perdona: errore grave. Prova a rifarsi nel recupero, ma non è fortunato.

MARCELO 6 - Tecnica di prim'ordine, sostegno costante alla manovra offensiva ma più di un patema quando Shaqiri e compagni attaccano nella sua zona.

PAULINHO 6 - Opera un paio di buoni inserimenti e controlla bene la propria zona. Poi, come un po' tutti i compagni, cala nettamente (dal 67' Renato AUGUSTO 6 - Porta maggior freschezza nell'attacco brasiliano e nei secondi finali manca di poco il colpaccio)

CASEMIRO 6,5 - Gran primo tempo, in cui distrugge e costruisce. Nella ripresa si prende un giallo e, per non rischiare, Tite lo toglie dal campo (dal 60' FERNANDINHO 6 - Entra nel momento di maggior pressione del Brasile e cerca, senza fortuna, il gol da fuori)

Philippe COUTINHO 7 - Da vedere e rivedere la gemma con cui porta in vantaggio il Brasile. Non mantiene lo stesso livello per tutto l'arco della gara, ma la prodezza assoluta rimane.

WILLIAN 5,5 - Inizialmente è uno dei più propositivi, pur sprecando tutto al cross. Poi scompare dal match, tanto che da destra il Brasile crea poco o nulla.

Gabriel JESUS 5,5 - Qualche buono spunto individuale, ma in generale disputa una gara sotto le aspettative. E, di testa, non sfrutta l'unica palla gol a disposizione (dal 79' Roberto FIRMINO 6 - In 10 minuti crea più di Gabriel Jesus in 80, ma non trova il guizzo vincente)

NEYMAR 6,5 - Va a strappi, tra giocate d'alta classe e momenti in cui è molto fumo e poco arrosto. In ogni caso, dai suoi piedi partono quasi tutte le azioni pericolose del Brasile. Il che è tutto dire.

Ct: TITE 5,5 - Tarda nel mescolare le carte in un attacco in cui il solo Neymar non può bastare. Firmino poteva entrare prima, il brio di Douglas Costa sarebbe servito.

Philippe Coutinho

Philippe CoutinhoGetty Images

=Svizzera=

Yann SOMMER 6,5 - Superato imparabilmente da Coutinho, non è il grande protagonista della Svizzera ma il suo lo fa: bravo a dire di no a Firmino nel finale.

Stephan LICHTSTEINER 5,5 - In visibile difficoltà. Coutinho, Neymar e Marcelo lo costringono a restare sempre in apprensione. Scarso il contributo offensivo (dall'87' Michael LANG s.v.)

Fabian SCHÄR 6,5 - Bada al sodo, rischia con un testa contro testa con Casemiro, ma disputa una grande gara. Con tanto di salvataggio al 96' su Renato Augusto.

Manuel AKANJI 6,5 - Qualche indecisione qua e là, una tecnica non eccezionale, ma assieme a Schär erige un muro che il Brasile fatica a sfondare.

Ricardo RODRIGUEZ 6 - Meno in difficoltà rispetto a Lichtsteiner, anche se in un paio di occasioni concede il destro a Willian. Poco efficace al cross.

Valon BEHRAMI 7 - Mostruoso per gran parte del match, tra un recupero e l'altro specialmente su Neymar. Media altissima di palloni riconquistati. Macchia soltanto parzialmente con un giallo una propria prestazione di alto livello (dal 71' Denis ZAKARIA s.v.)

Granit XHAKA 6 - Non strappa applausi come Behrami, ma è comunque utile nella doppia fase. Buon lavoro a centrocampo.

Xherdan SHAQIRI 6,5 - Elettrico. Gioca un'infinità di palloni, guidando la Svizzera nel momento più complicato della gara. Dal suo piede parte il calcio d'angolo che porta all'1-1.

Blerim DZEMAILI 6 - Sua la prima conclusione dell'incontro, alta. Cresce assieme al resto della squadra, galleggiando tra le linee come uomo sorpresa.

Steven ZUBER 6,5 - Volenteroso ma inconcludente per un tempo intero. Poi, quasi per magia, è proprio lui a realizzare la rete del pareggio della Svizzera.

Haris SEFEROVIC 5 - Corpo estraneo alla manovra elvetica. Là davanti si batte a vuoto, senza creare mai patemi, nonostante il lavoro dei compagni (dall'80' Breel EMBOLO s.v.)

Ct: Vladimir PETKOVIC 6,5 - Difesa ferrea e palla a Shaqiri: il piano della Svizzera è piuttosto chiaro. Il punto è sudato ma, per quanto visto in certe fasi del match, tutt'altro che demeritato.

0
0