Getty Images

Le pagelle di Colombia-Giappone 1-2

Le pagelle di Colombia-Giappone 1-2

Il 19/06/2018 alle 16:59Aggiornato Il 20/06/2018 alle 11:21

I voti del match di Saransk. Osako è decisivo, Davinson Sanchez disastroso. Falcao isolato, James Rodriguez entra e non incide. Nagatomo gioca una gara di personalità, Kagawa sparisce dopo un buon inizio.

---Colombia---

David OSPINA 6,5 – Quasi mai impegnato nel primo tempo, nella ripresa scalda i guanti sui tiri dei vivaci attaccanti giapponesi. Incolpevole sui gol.

Santiago ARIAS 5 – Poco propositivo, ma l’inferiorità numerica pesa. Pesantissimo errore sul gol di Osako, perso completamente in marcatura.

Davinson SANCHEZ 4,5 – Si lascia sfuggire Osako nell’occasione che porta al rigore e all’espulsione dell’omonimo Carlos. Rischia ancora grosso perdendo altre due volte l’attaccante giapponese, che però lo grazia. Disastroso.

Oscar MURILLO 6 – Partita senza lampi, ma anche senza grosse sbavature.

Johan MOJICA 6,5 – Spinge con continuità sulla fascia sinistra, mettendo in mezzo un paio di cross interessanti. Profilo interessante.

Carlos SANCHEZ 5 – Il peccato originale in occasione del gol di Kagawa non è suo, ma perché lasciare i suoi in 10 per 86 minuti? Intervento quantomeno discutibile.

Jefferson LERMA 6 – Bravo in interdizione a inizio azione, mostra anche le sue doti tecniche con un tacco magico che libera James.

Juan CUADRADO 6 – Tra i più attivi dopo l’avvio choc, anche se non crea veri pericoli dalle parti di Kawashima. Esce un po’ a sorpresa alla mezz’ora. (dal 32’ Wilma BARRIOS 5,5 - Entra per far legna, soffre sempre più col passare dei minuti)

Juan QUINTERO 6,5 – L'ex Pescara mette in mostra un bel piedino, tra lanci e punizioni. Il gol sotto la barriera è un mix di tecnica e astuzia. (dal 60’ James RODRIGUEZ 5,5 - Ha l'attenuante di non essere al meglio per un problema al polpaccio, ma a parte un tiro non incide granchè)

Josè IZQUIERDO 5 – Poco brillante, non si vede quasi mai ma è l'ultimo dei trequartisti a lasciare il campo. Perchè? (dal 70' Carlos BACCA 5,5 - Combina poco nel finale convulso)

Radamel FALCAO 5,5 – Un po’ isolato ma ci prova comunque con un paio di conclusioni al volo ad alto coefficiente di difficoltà. Si procura con astuzia la punizione del pareggio, ma poi non è più pericoloso.

---Giappone---

Eiji KAWASHIMA 5,5 – Beffato dalla sua barriera in occasione del gol subito ma lui non è impeccabile.

Hiroki SAKAI 6 – Difende con ordine e non si nega qualche sortita nel secondo tempo, vedi il bel diagonale deviato in corner.

Maya YOSHIDA 6,5 – Crea apprensione con la sua abilità di testa quando sale sui corner, difende bene su Falcao. E non era scontato.

Gen SHOJI 6 - Dà sicurezza dietro, gli attaccanti colombiani gli creano pochi grattacapi.

Yuto NAGATOMO 6,5 – Partita di personalità la sua, ingaggia un bel duello con Cuadrado fino alla sostituzione dello juventino. Dietro concede davvero poco.

Makoto HASEBE 6 – Osa poco in costruzione, optando più per il fraseggio orizzontale per le verticalizzazioni. Compassato.

Gaku SHIBASAKI 6,5 – Meglio del compagno di reparto, un paio di lanci evidenziano piedi educati. (dal 80' Hotaru YAMAGUCHI sv)

Genki HARAGUCHI 6,5 Bella sfida sulla destra con Mojica. Molto attivo in pressing e copertura, ma quando c'è da spingere risponde presente.

Shinji KAGAWA 6 – Freddo nel trasformare il rigore, ai Mondiali non è mai semplice. Dopo una grande azione che porta il Giappone vicino al raddoppio esce lentamente dal match. (dal 70' Keisuke HONDA 6 - Venti minuti "intelligenti", bada a contenere le ultime folate colombiane più che ad affondare)

Takashi INUI 6 – Va due volte al tiro ma non è preciso. Più cuore che precisione.

Yuya OSAKO 7 – Dopo 5 minuti scappa a Davinson Sanchez e dà il via all'azione che porta al rigore e al rosso all'altro Sanchez, Carlos. Si mangia un gol, è vero, ma è il più pericoloso dei suoi e decide il match col colpo di testa che sigla una vittoria storica. Non pago, si immola in scivolata sul tiro di James a botta sicura che poteva valere il 2-2. Decisivo. Il migliore (dal 85' Shinji OKAZAKI sv)

Le statistiche

  • Il Giappone è diventata la prima squadra asiatica a sconfiggere un’avversaria sudamericana alla Coppa del Mondo (1V, 3N, 14P).
  • Si tratta della prima edizione del Mondiale in cui quattro squadre sudamericane non trovano la vittoria nella gara inaugurale dal 1974.
  • Nessuna delle 19 gare giocate dalla Colombia al Mondiale sono terminate a reti inviolate. Le uniche nazionali ad aver disputato più partite nella competizione senza mai pareggiare 0-0 sono gli Stati Uniti (33) e l’Austria (29).
  • Keisuke Honda è il primo giocatore asiatico a fornire un assist in tre diverse edizioni della Coppa del Mondo dal 1966.
  • Ci sono stati più gol da punizione diretta realizzati in solamente 15 partite del Mondiale 2018 (quattro) rispetto all’intera edizione del 2014 (tre), con il colombiano Juan Quintero autore della quarta rete dal fondamentale in questo torneo.
  • Juan Quintero è diventato il primo giocatore a segnare in due diverse edizione del Mondiale per la Colombia (2014 e 2018).
  • Il colombiano Carlos Sánchez è stato espulso dopo due minuti e 56 secondi - il secondo cartellino rosso più veloce della storia dei Mondiali dopo quello di Jose Alberto Batista dell’Uruguay contro la Scozia nel 1986 (54 secondi).
  • Il rigore segnato da Shinji Kagawa dopo sei minuti per il Giappone è stato il primo realizzato dalla Nazionale nipponica in una gara della fase finale della Coppa del Mondo.
  • Il Giappone ha schierato il suo 11 di partenza più anziano di sempre in un Mondiale (29 anni e 216 giorni).
  • Eiji Kawashima (35 anni e 91 giorni) è diventato il giocatore più anziano a giocare una partita della fase finale di un Mondiale per il Giappone.
0
0