Getty Images

Le pagelle di Croazia-Inghilterra 2-1 (d.t.s.): Perisic l'uomo della riscossa, Kane non punge

Le pagelle di Croazia-Inghilterra 2-1 (d.t.s.): Perisic l'uomo della riscossa, Kane non punge

Il 11/07/2018 alle 23:04Aggiornato Il 11/07/2018 alle 23:40

Migliori e peggiori della seconda semifinale del Mondiale di Russia 2018 tra Croazia e Inghilterra. Man of the match Ivan Perisic, Mandzukic gladiatore, male Strinic; nell'Inghilterra Harry Kane non incide.

Le pagelle dell'Inghilterra

Jordan PICKFORD 6,5 – Incolpevole sull’acrobazia di Perisic, decisivo in uscita “kamikaze” su Mandzukic. Capitola sul sinistro ravvicinato dello stesso attaccante croato, ma davvero non può nulla.

Kyle WALKER 6,5 – Muro invalicabile per lunghi tratti, è bruciato dal taglio di Perisic in occasione dell’1-1, occasione in cui le colpe vanno condivise con Trippier. (112' VARDY sv)

Harry MAGUIRE 6 - Solito centrale arcigno e dominante sui palloni alti. È chiamato agli straordinari nella seconda parte di gara, regge l'urto.

John STONES 5,5 – Disputa una gara caparbia, ma Mandzukic gli scappa via alle spalle per segnare il gol partita.

Kieran TRIPPIER 6,5 – Segna la punizione dell’1-0 con destro fatato dal limite; calo vistoso nella ripresa dopo una prima ora giocata ad altissimi livelli. Esce per un infortunio muscolare nel finale.

Jordan HENDERSON 6 – Guida i suoi nella prima parte di gara con la consueta regia ordinata, ma in seguito si scompone quando la Croazia sale di tono (97’ DIER sv)

Dele ALLI 5,5 – Incostante nell’arco del match, come spesso gli capita. Luci e ombre si compensano alla fine, ma da uno come lui era lecito attendersi qualcosina di più.

Ashley YOUNG 5,5 – Bene nel primo tempo specialmente per come interpreta la fase di contenimento, perde certezze nella ripresa come tutti i compagni e fa mancare il suo apporto sulla fascia sinistra. (91’ ROSE 6 - Prova a creare grattacapi sul versante di sinistra, subito in partita)

Jesse LINGARD 6 - L'antifona è la stessa: bene nella prima porzione di match, evanescente a lungo andare. Dilapida un'ottima occasione sull'1-0, dal limite uno come lui avrebbe dovuto centrare la porta.

Raheem STERLING 5 – Poco concreto al momento del dunque, come gli era già capitato nel corso del mondiale. Confusionario e sostituito. (74’ RASHFORD 5,5 - Non riesce a sfruttare il suo talento, ben contenuto dai difensori croati)

Harry KANE 5,5 – Consueto punto di riferimento là davanti, ma è efficace solo ed esclusivamente nel lavoro di sponda. Macchinoso al momento di concludere in porta questa sera. Il suo apporto alla fine è mancato.

ALL. Gareth SOUTHGATE 6 – Applausi per il Mondiale disputato, in ogni caso; stasera l'Inghiltrerra si è squagliata sul più bello, calando soprattutto dal punto di vista fisico ma al contempo mostrando anche alcune falle sul piano del gioco. Non sempre i calci piazzati possono toglirere le castagne dal fuoco. Giocatori come Kane, Dele Alli e Lingard devono ancora fare il salto di qualità definitivo, lo si è capito questa sera.

Mario Mandzukic, Ivan Perisic, Croazia-Inghilterra, Getty Images

Mario Mandzukic, Ivan Perisic, Croazia-Inghilterra, Getty ImagesGetty Images

Le pagelle della Croazia

Danijel SUBASIC 6,5 – Decisivo nell’uno contro uno con Harry Kane, in un momento cruciale del match. Non può nulla sulla punizione pennellata da Kieran Trippier.

Sime VRSALJKO 7 – Suo l’assist per Perisic con gran cross dalla destra, suo il salvataggio sulla linea di porta sul colpo di testa di Stones. Partitone del terzino dell’Atletico Madrid.

Dejan LOVREN 6,5 Tiene botta senza crollare al cospetto di Harry Kane. Più che dignitoso.

Domagoj VIDA 7 –. Reattivo ed esplosivo al momento dell’anticipo sugli attaccanti avversari. Rischia solo sull’incursione di Sterling quando rischia di provocare penalty. Super match del difensore classe 1989 del Besiktas, uno che farebbe comodo a parecchie squadre del nostro campionato.

Ivan STRINIC 4,5 – Trippier gli procura continue emicranie e il neo milanista va nel pallone sbagliando ogni singola decisione; la situazione migliora appena nella ripresa, dove non trova modo di redimersi. Anello debole. (95’ PIVARIC 6,5 – Ma come è possibile che non sia lui il titolare? Subito in partita, ingresso.)

Luka MODRIC 6,5 – Provoca la punizione che dà il la alla rete di Trippier; la sua è una regia troppo scolastica fino a quando sale in cattedra e guida l’assalto dei suoi con linee di passaggio. (119' BADELJ sv)

Ivan RAKITIC 6,5 – Sembra abulico e in debito di ossigeno, ma anche lui si trasforma nella ripresa e prende in mano le redini del centrocampo.

Ivan PERISIC 7,5 – Vivacchia per un’ora abbondante poi si ridesta e spacca in due il match. Segna un gran gol in acrobazia e coglie un palo clamoroso. Indemoniato, serve a Mandzukic la palla per il gol-partita. Monumentale Ivan Perisic questa sera.

Marcelo BROZOVIC 6,5 – Ci mette un po’ a carburare, ma specialmente nella seconda parte di gara inizia a smistare palloni con precisione e tempismo, come nei migliori episodi nerazzurri.

Ante REBIC 6,5 – Guizzante sin dalle prime battute del match, anche quando i compagni subiscono il forcing inglese. Cala comprensibilmente alla distanza, bel Mondiale il suo (102’ KRAMARIC sv)

Mario MANDZUKIC 7 – È sempre più l’uomo delle finali: sale vertiginosamente di tono alla distanza e, dopo aver sbattuto sul muro Pickford, segna il gol della vita con gran sinistro di controbalzo. Apoteosi per il gladiatore della Juventus. (115’ CORLUKA sv)

CT: Zlatko DALIC 7 – Croazia in finale del Mondiale con merito, senza "se" e senza "ma". Dopo aver sofferto le pene dell'inferno nella primissima porzione di match i croati sono usciti alla distanza, sia dal punto di vista fisico che da quello tecnico, agguantando un risultato storico. Ora la banda Dalic si presenta alla grande rivincita del 1998 con convinzioni tremendamente rafforzate.

Le statistiche

  • L’Inghilterra è stata eliminata in quattro delle cinque semifinali giocate nei maggiori tornei internazionali, perdendo le ultime quattro di fila (Euro 1968 contro la Jugoslavia, Mondiale 1990 contro la Germania, Euro 1996 contro la Germania e Mondiale 2018 contro la Croazia).
  • La Croazia approda in finale di un Mondiale per la prima volta nella sua storia, alla sua quinta partecipazione complessiva nella competizione.
  • L’Inghilterra ha perso tutte e tre le gare ufficiali (escluse le amichevoli) contro la Croazia giocate negli anni 2000, più sconfitte che contro ogni altra Nazionale.
  • La Croazia è la seconda squadra nella storia dei Mondiali ad essere andata ai supplementari per tre incontri consecutivi, dopo l’Inghilterra nel 1990.
  • Il gol di Mario Mandzukic è il “tardivo” mai subito dall’Inghilterra in un incontro dei Mondiali (108:03).
  • Ivan Perisic ha preso parte attiva a 10 gol nei maggiori tornei internazionali (Mondiali ed Europei) con sei reti e quattro assist, nessun giocatore ha fatto meglio con la maglia della Croazia (a quota 10 anche Davor Suker).
  • Con la rete di Kieran Trippier sono nove i gol segnati su sviluppi di palla inattiva dall’Inghilterra in questo Mondiale, un record in una singola edizione della competizione dal 1966.
  • L’Inghilterra ha segnato 12 gol in questo Mondiale, il suo record in una singola edizione della competizione.
  • Kieran Trippier è il secondo giocatore inglese a segnare su punizione diretta in un Mondiale (dal 1966), dopo David Beckham (andato in rete nel 1998 e nel 2006).

Video - Fast Match Report: Croazia-Inghilterra 2-1 in 60 secondi

00:59
0
0