Getty Images

Le pagelle di Croazia-Nigeria 2-0: Mandzukic e Strinic perfetti, malissimo Ighalo

Le pagelle di Croazia-Nigeria 2-0: Mandzukic e Strinic perfetti, malissimo Ighalo

Il 16/06/2018 alle 23:36Aggiornato Il 17/06/2018 alle 00:57

Andiamo alla scoperta dei migliori e dei peggiori dell'Arena Baltika di Kaliningrad: Mandzukic si prende subito in mano la Croazia e anche Strinic sfodera un'ottima prestazione. Male tutta la Nigeria: Moses gioca da solo.

=Croazia=

Danijel SUBASIĆ 6 - Poco lavoro per lui e soprattutto 0 parate.

Sime VRSALJKO 5,5 - A livello difensivo non patisce le sortite degli esterni della Nigeria, ma combina troppo poco davanti. Sbaglia qualsiasi cosa.

Domagoj VIDA 6 - Dal punto di vista fisico è inattaccabile. Arriva primo su tutte le palle alte.

Dejan LOVREN 6,5 - Aiuta Vida in marcatura su Ighalo. Aiuta Modric e Rakitic in fase di impostazione.

Ivan STRINIĆ 7 - In avanti non è così continuo, ma in fase difensiva è perfetto. Sempre presente in diagonale, aiuta tanto i suoi centrali. Vien da dire: ottimo acquisto per il Milan.

Luka MODRIĆ 7 - All’inizio fatica a trovare spazi nella propria metà campo a causa dell’intensità dei nigeriani, ma col passare dei minuti riesce a salire di ritmo. Da lui passano tutti i palloni del centrocampo, segna anche il gol del 2-0.

Luka Modric (Croatie) devant Alex Iwobi (Nigeria).

Luka Modric (Croatie) devant Alex Iwobi (Nigeria).Getty Images

Ivan RAKITIĆ 6 - Meno brillante del solito in fase di impostazione. È costretto a qualche fallo di troppo, prendendo anche un giallo.

Ante REBIĆ 6,5 - Sempre attivo nella trequarti avversaria. Si inserisce ad ogni affondo della Croazia, rendendo impossibile la vita ai difensori della Nigeria. (dal 78’ Mateo KOVACIĆ 6 - Entra subito in partita, ma sbaglia un gol davanti a Uzoho).

Andrej KRAMARIĆ 6,5 - Grande sostanza anche da parte dell’attaccante dell’Hoffenheim che non dà respiro al reparto di centrocampo avversario. (dal 61’ Marcelo BROZOVIĆ 6 - Si prende subito un giallo. Non un grande approccio, poi riesce a chiudere gli spazi a centrocampo).

Ivan PERISIĆ 6,5 - Si scambia la posizione con Rebic per dare fastidio agli esterni della Nigeria. Solita velocità sulla fascia, servirebbe un po’ di precisione in più.

Mario MANDZUKIĆ 7,5 - Fa di tutto nella metà campo avversaria. Attacca, difende, smista palloni, conquista rigori, induce all’autogol gli avversari. Peccato non aver trovato il gol personale. (dall’86’ Marko PJACA sv - Qualche minuto anche per il giocatore di proprietà della Juventus).

Ct Zlatko DALIĆ 6,5 - Schiera subito una formazione offensiva, non preoccupandosi del possibile contropiede della Nigeria. La sfida fisica la vince la sua Croazia e ha ragione nello schierare Mandzukić titolare.

=Nigeria=

Francis UZOHO 5,5 - Decisivo su Kovacić nel finale, ma a risultato già acquisito. Non sempre preciso nelle uscite sulle palle alte.

Abdullahi SHEHU 5 - Che fatica sulla destra sugli affondi di Perisić e Rebić. Sempre fuori tempo.

William TROOST-EKONG 4,5 - Regala alla Croazia il rigore. In generale non è un fenomeno in marcatura, lasciando troppi spazi in area.

Leon BALOGUN 4,5 - Difficile marcare su Mandzukić. Il fallo da rigore lo fa Trost-Ekong, ma Balogun si perde Mandzukić in occasione del primo gol. Oltre a tante altre sbavature.

Brian IDOWU 6 - Il migliore del reparto difensivo. Bravo su Vrsaljko, impedendo all’ex Sassuolo di affondare sulla fascia destra.

Wilfred NDIDI 5 - Non riesce a fare da schermo davanti alla difesa.

Oghenekaro ETEBO 5 - Tocca un’infinità di palloni, ma sono tutti orizzontali. Non apre il gioco e si macchia dell’autorete che vale l’1-0 per la Croazia.

Victor MOSES 6 - Sulla fascia è un turbo, ma tutte le sue giocate sono fini a se stesse.

Rakitic durante el Croacia-Nigeria

Rakitic durante el Croacia-NigeriaGetty Images

John OBI MIKEL 5,5 - Male sia in fase di copertura che in fase di impostazione. È comunque il più propositivo dei suoi. (dall’88’ Nwankwo SIMY sv - Niente magie al suo debutto Mondiale).

Alex IWOBI 5,5 - Fatica ad entrare in area. Qualche conclusione e nulla di più. (dal 62’ Ahmed MUSA 5 - Ha quasi mezz’ora di tempo per farsi vedere, ma anche lui fatica in mezzo ai difensori della Croazia).

Odion IGHALO 5 - Riesce a toccare pochissimi palloni nella morsa del duo Vida-Lovren. (dal 75’ Kelechi IHEANACHO 6 - Con lui in attacco la Nigeria diventa finalmente pericolosa, ma predica nel deserto).

Ct Gernot ROHR 5 - Ci si aspettava una formazione diversa, ma anche gli innesti a partita in corso hanno dato poco ad una Nigeria con poca qualità.

0
0