Getty Images

Le pagelle di Danimarca-Australia 1-1: gran gol di Eriksen, Mooy detta legge a centrocampo

Le pagelle di Danimarca-Australia 1-1: gran gol di Eriksen, Mooy detta legge a centrocampo

Il 21/06/2018 alle 17:06Aggiornato Il 21/06/2018 alle 17:20

Diamo i voti al match del Gruppo C disputato alla Samara Arena: il trequartista del Tottenham, al 7', sfonda la porta difesa da Ryan ma si spegne col passare dei minuti. Dai piedi del centrocampista dell'Huddersfield Town, invece, passano tutte le iniziative dei Socceroos. Yuray Poulsen provoca un altro calcio di rigore dopo quello contro il Perù. Grande freschezza da parte del classe '99 Arzani.

=== Danimarca ===

Kasper SCHMEICHEL 5,5: un paio di interventi rimarchevoli nel finale, tuttavia, sulle palle vaganti, è sempre insicuro.

Dänemark gegen Australien

Dänemark gegen AustralienGetty Images

Jens STRYGER LARSEN 6,5: buona prova, lungo la destra, del terzino dell'Udinese. Non spinge, ma in fase difensiva è ordinato e puntuale negli interventi.

Andreas CHRISTENSEN 6,5: il centrale del Chelsea controlla la situazione senza problemi. Qualche patema in più dopo l'ingresso in campo del brillante Arzani.

Simon KJÆR 6,5: l'ex Roma chiude ogni boccaporto con le buone o con le cattive.

Henrik DALSGAARD 6: a differenza di Stryger Larsen, lo si nota spesso spingere e arrivare al cross sul fondo, lungo la mancina.

Thomas DELANEY 6: bene la prima mezzora, in cui cerca anche la via del gol. Poi, il centrocampista di origini statunitense paga pegno calando d'intensità.

Lasse SCHÖNE 5,5: gara sotto tono. La tecnica di Mooy lo pesca spesso impreparato.

Pione SISTO 6,5: tanti buoni tentativi, specie dalla distanza. Meriterebbe il gol, che però non rova.

Christian ERIKSEN 7: mette a referto un gol straordinario che vale, almeno un 8 in pagella. Poi si spegne progressivamente, denotando mancanza di continuità.

Christian Eriksen of Denmark celebrates with Yussuf Yurary Poulsen of Denmark after scoring the opening goal during the 2018

Christian Eriksen of Denmark celebrates with Yussuf Yurary Poulsen of Denmark after scoring the opening goal during the 2018Getty Images

Yussuf YURAY POULSEN 5: provoca un altro penalty dopo quello contro il Perù, match deciso comunque da un suo gol. Commette fallo da rigore (l'ammonizione, da diffidato, gli farà saltare il match decisivo contro la Francia) e davanti non punge.

Dal 59' Martin Braithwaite 5,5: l'attaccante del Bordeaux dispone di pochissime occasioni per mettersi in mostra e risultare decisivo.

Nicolai JØRGENSEN 6,5: suo l'assist a beneficio del gol di Eriksen, sempre disponibile al gioco là davanti. Prezioso.

Dal 68' Andreas Cornelius 5,5: l'attaccante atalantino non sfonda e fa fatica, anche a causa della sua stazza, a trovare il ritmo partita.

CT Åge HAREIDE 6: nel secondo tempo si accontenta del pari e si nota in maniera evidente. L'atteggiamento pagherà?

=== Australia ===

Mathew RYAN 6: troppo forte la volée di Eriksen al 7'. In generale, la sua prestazione è (una volta tanto, per chi lo identifica con la maglia del Brighton & Hove Albion) senza amnesie.

Joshua RISDON 6: ordinato sull'out difensivo di destro, si dà spesso al lancio lungo.

Trent SAINSBURY 4,5: pasticcione, là dietro, dopo la buona prova contro la Francia. Male in marcatura, in fase di dispengni e nell'attuazione dell'offside.

Mark MILLIGAN 5: cade speso nelle identiche sbavature del compagno di reparto.

Aziz BEHICH 6,5: come nella Danimarca, anche tra i Socceroos è il laterale mancino a percorrere la corsia box to box. Il terzino del Bursaspor, in particolare, è dotato di rapidità, dribbling e ottime proprietà di palleggio.

Aziz Behich (Australie) et Yussuf Poulsen (Danemark) / Coupe du monde 2018

Aziz Behich (Australie) et Yussuf Poulsen (Danemark) / Coupe du monde 2018Getty Images

Mile JEDINAK 7: capitano coraggioso. Non si fa distrarre dalle smorfie di Schmeichel, in occasione del penalty e, da interno destro, apporta legna e muscoli al centrocampo australiano.

Tom ROGIC 7: grande iniziativa e geometrie doc. Si fa largo, oltretutto, facendo leva sulla sua rapidità di esecuzione.

Denmark - Australia - World Cup 2018

Denmark - Australia - World Cup 2018Getty Images

Dall'82' Jackson Irvine: sv.

Aaron MOOY 7,5: tantissimi palloni distribuiti dal centrocampista dell'Huddersfield. Punto nevralgico della manovra dei Socceroos, non disdegna la conclusione dalla distanza.

Mathew LECKIE 6,5: anch'egli veloce, si smarca bene in numerose circostanze, risultando tuttavia impreciso davanti allo specchio.

Andrew NABBOUT 5,5: importante punto di riferimento offensivo, anche se oggi non lo dimostra limpidamente. Sfortunato a rimediare un infortunio alla spalla destra che lo costringe a uscire prematuramente dal campo.

Dal 75' Tomi Juric 5,5: l'attaccante "armadio" del Lucerna pesta i piedi a Leckie e fa fatica a trovare la giusta posizione in campo.

Robbie KRUSE 5,5: impreciso sottoporta. Prestazione da rivedere.

Dal 68' Daniel Arzani 7: mette a soqquadro la difesa danese negli ultimi 20'. Ha la sfrontatezza del giocatore più giovane del Mondiale (è un classe '99) e, all'88', va vicino al gol partita.

CT Bert VAN MARWIJK 6: un punto che può risultare prezioso nell'ultima giornata del gruppo C, in cui i Socceroos incroceranno le spade con il Perù. Là davanti, tuttavia, serve qualcosa in più.

Le statistiche OPTA del match

  • Quella odierna è stata la quarta sfida tra Danimarca e Australia, e il primo pareggio (2 vittorie per i danesi, 1 per gli australiani).
  • L’Australia non vince da cinque gare di fila ai Mondiali (1N, 4P) e ha così eguagliato il suo peggior filotto di sempre in questa competizione.
  • L’Australia subisce gol da 12 gare di fila ai Mondiali: è la striscia negativa più lunga attualmente aperta, insieme a quella dell’Arabia Saudita.
  • Il rigore trasformato da Mile Jedinak ha chiuso la striscia d'imbattibilità di Kasper Schmeichel, che a livello di Nazionali perdurava da nove ore e 31 minuti (571 minuti).
  • L’Australia ha segnato dal dischetto il 31% dei suoi gol ai Mondiali (4 su 13): è la percentuale più alta tra le Nazionali in grado di realizzare almeno 10 gol in questa competizione.
  • Christian Eriksen ha aperto le marcature al 06:08. Per trovare un danese capace di segnare prima in una gara dei Mondiali bisogna risalire alla rete di Martin Jorgensen (01:31) contro il Brasile nei quarti di finale di Francia '98.
  • Eriksen ha segnato 17 gol nelle ultime 20 presenze con la Nazionale danese.
  • Il danese Yussuf Yuray Poulsen è il primo giocatore a causare due calci di rigore nella stessa edizione dei Mondiali dai tempi del serbo Milan Dudic nel 2006.
  • Quello fischiato in favore dell'Australia è stato l’11o rigore assegnato in questi Mondiali: uno in più di quelli fischiati nell’intera fase a gironi in Brasile nel 2014 (10).
  • Il difensore dei Socceroos, Mark Milligan, ha completato 85 passaggi in questa gara: un record assoluto per un giocatore australiano nella storia dei Mondiali.
Mile Jedinak of Australia celebrates after scoring his team's first goal during the 2018 FIFA World Cup Russia group C match between Denmark and Australia at Samara Arena on June 21, 2018 in Samara, Russia.

Mile Jedinak of Australia celebrates after scoring his team's first goal during the 2018 FIFA World Cup Russia group C match between Denmark and Australia at Samara Arena on June 21, 2018 in Samara, Russia.Getty Images

0
0