Getty Images

Le pagelle di Germania-Svezia 2-1: Neuer fondamentale, male Muller e Boateng

Le pagelle di Germania-Svezia 2-1: Neuer fondamentale, male Muller e Boateng

Il 23/06/2018 alle 22:50Aggiornato Il 24/06/2018 alle 10:34

I tedeschi, salvati da Kroos, devono ringraziare anche il loro portiere, decisivo in almeno tre circostanze. Nella Svezia bene Ekdal e le due punte

===Le pagelle della Germania===

Manuel NEUER 7 - Due grandi parate, entrambe su Berg. La seconda, proprio allo scadere del primo tempo, tiene in vita la Germania. Per lui anche un riflesso in anticipo su Guidetti nella ripresa. Fondamentale.

Joshua KIMMICH 6,5 - Buona prova a destra. Mette cross iin serie, alcuni bassi e pericolosi.

Jerome BOATENG 4 - Disastro. Non dá sicurezza, viene graziato giá nel primo tempo, quando stende Berg in area. Poi prende due gialli sacrosanti e lascia i suoi in 10 nel finale. Malissimo.

Antonio RUDIGER 5,5 - Poco sicuro. Sbanda con i movimenti di Toivonen ed é in ritardo sul gol.

Jonas HECTOR 5 - Fuori forma, senza la gamba giusta. Enorme difficoltá. (Dall'87' BRANDT SV - Entra e centra un palo terrificante)

Sebastian RUDY 6 - Gioca una buona mezz'ora in mezzo al campo. Concentrato e sicuro. Poi viene colpito duro al naso e deve abbandonare il match. (Dal 31' GUNDOGAN 6,5 - Entra e il possesso tedesco migliora. Dovrebbe essere sempre titolare in questa squadra)

Toni KROOS 7 - Per l'importanza del gol. Perché dopo una gara negativa (in cui aveva perso anche il pallone in occasione del vantaggio svedese), si prende la responsabilita al minuto 95 di trovare la traiettoria vincente da posizione defilata. Cose che fanno i campioni. Cose da Toni Kroos.

Marco REUS 6,5 - Gol fortunoso, ma importante. Non si vede tanto, ma accompagna sempre l'azione. Puó fare meglio.

Thomas MÜLLER 5,5 - Poco ispirato, poco concreto. Pare non capire dove finisce il pallone: capirlo in anticipo era la sua dote fondamentale.

Julian DRAXLER 5 - Due volte al tiro da buona posizione, due errori. Poi si eclissa e non azzecca più nulla, fino a rimanere negli spogliatoi all'intervallo. (Dal 46' GOMEZ 6 - La sua fisicita dá nuova linfa allo spento attacco tedesco. Presenza costante, poca precisione al tiro)

Timo WERNER 6 - Media tra il 5 del primo tempo da punta centrale e il 7 della ripresa da esterno. Partendo largo, crea pericoli e superioritá numerica.

CT: JOACHIM LÖW 6 - Se la cava, ma questa Germania ha bisogno di assestamenti. Dietro dfesa troppo perforabile, difficoltá nello sfondare centralmente. Bene i cambi, ottimo lo spirito. Puó essere la vittoria della scossa.

===Le pagelle della Svezia===

Robin OLSEN 6,5 - Due grandi parate, alcune uscite eccellenti, ma sulla punizione di Kroos qualche colpa ce l'ha.

Mikael LUSTIG 5 - Male tutta la ripresa. Dal suo lato la Germania sfonda ripetutamente.

Victor LINDELOF 6,5 - Buona prova. Mette pezze, sfrutta il fisico, legge situazioni in anticipo.

Andreas GRANQVIST 6,5 - Anche lui positivo. Senza la prestazione positiva dei due centrali, la Svezia rischiava la goleada. Salva il salvabile.

Ludwig AUGUSTINSSON 5,5 - Troppo timido. Kimmich e Reus lo saltano spesso.

Viktor CLAESSON 6,5 - Splendida la palla per Toivonen, in occasione del vantaggio svedese. Nel primo tempo dá molto fastidio alla difesa tedesca. Cala nella ripresa. (Dal 74' DURMAZ 4,5 - Entra, non tiene un pallone e procura con un fallo evitabile la punizione che Kroos trasforma in vittoria tedesca)

Sebastian LARSSON 6 - Corre, si danna, raddoppia, tappezza, copre. Poi sbaglia in fase di palleggio, ma si puó capire perché.

Albin EKDAL 6,5 - Uno de migliori nella Svezia. Lucido, sveglio, di testa e di gambe. Bravo.

Emil FORSBERG 5,5 - Solita altenanza di giocate positive e di pause troppo lunghe. Ha compiti troppo difensivi per sfruttare le sue qualitá.

Ola TOIVONEN 6,5 - Non aveva mai segnato nell'ultima Ligue 1. Qui mette una firma di prestigio. Prova coraggiosa. (Dal 78' GUIDETTI SV)

Marcus BERG 6,5 - Un lavoro strepitoso. Pressa ogni portatore di palla tedesco, prova a reggere il confronto fisico con Rudiger e Boateng, costringe Neuer a due grandi parate. Finisce stremato. (Dall'89' THELIN SV)

CT: JAN ANDERSSON 6 - La Svezia gioca come puó e come deve. Punito nel finale, ce l'aveva quasi fatta.

Germania-Svezia, le statistiche della partita

  • La Germania ha ottenuto il successo in una partita di Coppa del Mondo dopo aver chiuso la prima frazione in svantaggio per la prima volta dal 1974 - anche in quel caso contro la Svezia (0-1 a fine primo tempo, 4-2 a fine gara).
  • La rete di Toni Kroos, realizzata al 94° minuto e 42 secondi, è la più tardiva segnata dalla Germania in una partita di un Mondiale (esclusi i tempi supplementari).
  • Lo svedese Ola Toivonen non ha trovato il gol in 23 presenze con il Toulouse nella Ligue 1 2017/18, tentando 19 tiri - ha segnato però con il suo secondo tiro al Mondiale 2018.
  • Toni Kroos ha partecipato attivamente a cinque gol nelle sue ultime cinque presenze alla Coppa del Mondo (tre gol e due assist).
  • Mario Gomez, subentrato dalla panchina, ha fornito un assist per il gol di Marco Reus con il suo primo pallone giocato nel match.
  • Per la prima volta dal suo esordio con la Nazionale maggiore tedesca (2010), Mesut Özil non viene schierato negli 11 titolari in un incontro di un grande torneo internazionale (Mondiali/Europei), aveva giocato dal primo minuto 26 gare di fila prima di questa.
  • La Svezia ha perso un match nella fase a gironi dei Mondiali per la prima volta da giugno del 1990, quando venne sconfitta dalla Costa Rica - ha così interrotto una striscia di 10 partite da imbattuta.
  • Questa è la nona occasione consecutiva in cui la Germania ha vinto un match ai Mondiali dopo averne perso uno.
  • Il portiere svedese Robin Olsen ha subito la sua prima rete dopo 548 minuti. Prima di questo incontro la sua ultima rete incassata risaliva ad ottobre 2017 contro l’Olanda – sono seguiti cinque clean sheets di fila.
  • Jerome Boateng è il primo giocatore tedesco ad essere espulso in una partita di Coppa del Mondo da Miroslav Klose nel 2010 contro la Serbia.
0
0