Getty Images

Le pagelle di Islanda-Croazia 1-2: Badelj determinante, sorpesa Caleta-Car

Le pagelle di Islanda-Croazia 1-2: Badelj determinante, sorpesa Caleta-Car

Il 26/06/2018 alle 23:02Aggiornato Il 26/06/2018 alle 23:19

Diamo i voti al match della Rostov Arena: grande cuore da parte di tutti i giocatori islandesi, che però non è bastato. Il centrocampista viola segna e s'intende a meraviglia con l'interista Perisic. Il giovane centrale difensivo del Salisburgo è un muro invalicabile. Lovren: 25 minuti "sciagurati".

=== Islanda ===

Hannes Thor HALLDORSSON 6: imparabili i due gol subiti

Birkir Mar SÆVARSSON 6: generoso sulla destra e anche nelle chiusure, specie quando occorre usare le maniere forti.

Sverrir Ingi INGASON 7: fa scudo alle conclusioni dalla distanza dei croati e, subito dopo il vantaggio di Badelj, sfiora due volte - in elevazione - il gol del pareggio.

Ragnar SIGURDSSON 5: a differenza del compagno di reparto, gioca in casa (essendo tesserato per i russi del Rostov) ma è il più spaesato della retroguardia vichinga.

Ragnar Sigurdsson et Marko Pjaca - Croatie-Islande - Coupe du monde 2018

Ragnar Sigurdsson et Marko Pjaca - Croatie-Islande - Coupe du monde 2018Getty Images

Dal 70' Björn Bergmann Sigurdarson 6: subito attivo la davanti, si pone come osso duro da marcare per la retroguardia croata.

Hördur MAGNUSSON 6: buona spinta sulla mancina e due apprezzabili colpi di testa nel primo tempo, da parte dell'ex Cesena e Spezia.

Aron GUNNARSON 6,5: capitano coraggioso: sfiora il gol dell'1-0, sul finale del primo tempo, con un bolide di destro ben respinto da Lovre Kalinic.

Emil HALLFREDSSON 6: solita prestazione di sostanza, da granatiere.

Johann Berg GUDMUNDSSON 6,5: il trequartista del Burnley non delude e dai suoi piedi nascono le principali occasioni di marca vichinga.

Gylfi SIGURDSSON 6,5: riscatta l'errore dal dischetto con la Nigeria, andandosi a conquistare e a trasformare un calcio di rigore che dona temporaneamente qualche speranza agli islandesi.

Birkir BJARNASON 5,5: fortemente condizionato da una gomitata (fortuita) al setto nasale subita da Pjaca a inizio gara.

Dal 90' Arnor Ingvi Traustason: sv.

Alfred FINNBOGASON 5,5: ben controllato dalla difesa avversaria. Fatica molto a pungere.

Dall'85' Albert Gudmundsson: sv.

CT Heimir HALLGRIMSSON 6: là davanti, la squadra è limitata, ma già il fatto di essere a questi Mondiali, per la sua Islanda, è stata un'autentica impresa.

=== Croazia ===

Lovre KALINIC 6,5: due interventi prodigiosi: il primo su Aron Gunnarson al 2' di recupero del primo tempo, il secondo sul colpo di testa ravvicinato di Ingason, subito dopo il vantaggio di Badelj.

Croatia's goalkeeper Lovre Kalinic (R) blocks a shot on goal during the Russia 2018 World Cup Group D football match between Iceland and Croatia at the Rostov Arena in Rostov-On-Don on June 26, 2018.

Croatia's goalkeeper Lovre Kalinic (R) blocks a shot on goal during the Russia 2018 World Cup Group D football match between Iceland and Croatia at the Rostov Arena in Rostov-On-Don on June 26, 2018.Getty Images

Tin JEDVAJ 6: spinge parecchio sulla destra ma si vede che ha qualche ruggine da smaltire.

Vedran CORLUKA 6,5: tanti disimpegni utili per il centrale difensivo della Lokomotiv Mosca.

Duje CALETA-CAR 7: il 21 del Salisburgo è il migliore della difesa croata. Un autentico muro ivalicabile. Un jolly da giocarsi con tutte le garanzie del caso, per il commissario tecnico Dalic.

Josip PIVARIC 7: tanta corsa e qualità lungo l'out di sinistra.

Luka MODRIC 6,5: dispensa il pubblico della sua solita classe, senza strafare fisicamente, in versione "risparmio" in vista degli ottavi di finale.

Dal 65' Filip Bradaric 6: il centrocampista del Rijeka si mette in luce con qualche giocata che può alzare le sue quotazioni sul mercato internazionale.

Milan BADELJ 8: gran gol e coordinazione perfetta, al 53', in occasione del gol del vantaggio, servito da Perisic. Il centrocampista viola, poi, al 90', ricambia il favore dell'interista lanciandolo verso la rete che chiude l'incontro.

Croatia's midfielder Milan Badelj celebrates after scoring a goal during the Russia 2018 World Cup Group D football match between Iceland and Croatia at the Rostov Arena in Rostov-On-Don on June 26, 2018.

Croatia's midfielder Milan Badelj celebrates after scoring a goal during the Russia 2018 World Cup Group D football match between Iceland and Croatia at the Rostov Arena in Rostov-On-Don on June 26, 2018.Getty Images

Marko PJACA 5: non ancora al 100%. Corre poco e l'autonomia finisce presto.

Dal 70' Dejan Lovren 4: commette il fallo da rigore toccando col braccio il cross di Gylfi Sigurdsson e, nei minuti di recupero, di testa, sfiora addirittura l'autogol. Sempre "sciagurato" il centrale difensivo del Liverpool.

Mateo KOVACIC 5: la sua prestazione è poca cosa. E' sempre estraneo alle accelerazioni offensive.

Dall'81' Ivan Rakitic: sv.

Ivan PERISIC 7,5: un assist (con deviazione), un bellissimo gol (che chiude l'incontro): si sarebbe potuto chiedergli di più?

Josip Pivaric et Ivan Perisic (Croatie) ace à l'Islande.

Josip Pivaric et Ivan Perisic (Croatie) ace à l'Islande.Getty Images

Andrej KRAMARIC 6: buona prestazione da "boa" d'attacco. Punto di riferimento importante.

CT Zaltko DALIC 8: la sua Croazia è semplicemente da applausi. Anche nella "versione 2". Ed è la prima, nella storia, a vincere un raggruppamento Mondiale.

Le statistiche OPTA del match

  • La partita è terminata con 15 corner: almeno tre in più rispetto a qualsiasi altra gara di questo Mondiale.
  • Sia Islanda (16) che Croazia (14) hanno tirato almeno 14 volte in questo incontro. Solo la sfida Belgio (23) - Tunisia (16) ha visto entrambe le squadre andare al tiro per 14 o più volte in una singola partita di questa Coppa del Mondo.
  • La Croazia ha vinto tre gare consecutive al Mondiale per la prima volta.
  • L’Islanda è stata sconfitta in cinque dei sette incontri contro la Croazia (1V, 1N).
  • Ivan Perisic ha segnato tre gol alla Coppa del Mondo per la Croazia, solo Davor Suker (sei) ne ha realizzati di più nella competizione per i croati.
  • Il gol segnato dal dischetto da Gylfi Sigurdsson per l’Islanda è stato il 17º realizzato su calcio di rigore al Mondiale 2018: nessuna edizione di una Coppa del Mondo ha visto più reti dagli 11 metri (17 anche nel 1998).
  • La Nazionale croata ha segnato con entrambi i suoi tiri nello specchio effettuati nel match.
  • L’Islandese Gylfi Sigurdsson è diventato il secondo giocatore che ha sia segnato che sbagliato un calcio di rigore al Mondiale 2018, dopo il portoghese Cristiano Ronaldo.
  • Milan Badelj ha realizzato solamente il suo secondo gol per la Nazionale croata, la sua ultima rete con la Croazia risaliva a settembre 2011 contro Malta in un match di qualificazione all’Europeo 2012.
  • Il centrocampista croato Mateo Kovacic ha completato 78 dei 79 passaggi tentati in questa partita (99%): la miglior percentuale fra i giocatori che hanno iniziato questo incontro.
  • 10 delle ultime 11 reti realizzate dalla Croazia alla Coppa del Mondo sono arrivate nel corso del secondo tempo.
  • La Croazia ha fatto nove cambi di formazione nell’11 titolare rispetto all’ultima gara, un record per una squadra al Mondiale dal 2014 quando l’Inghilterra ne cambiò nove contro la Costa Rica.

Video - Pogba impressionato dalla Croazia: "I più in forma sono loro"

00:56
0
0