Getty Images

Le pagelle di Panama-Tunisia 1-2: Khazri migliore in campo, disastrosi Meriah e Cummings

Le pagelle di Panama-Tunisia 1-2: Khazri migliore in campo, disastrosi Meriah e Cummings

Il 28/06/2018 alle 23:20Aggiornato Il 28/06/2018 alle 23:47

Diamo i voti al match della Mordovia Arena, che metteva in palio ben poco, nel gruppo G. L'ex Sunderland è, di gran lunga, il giocatore più tecnico tra i 22 in camo e si toglie la soddisfazione di decidere l'incontro al minuto 66. Il CT panamense Gomez, scombina i piani della sua retroguardia con una sostituzione "killer" all'intervallo. Per il centrale nordafricano, un'autorete e tante sbavature.

=== Panama ===

Jaime PENEDO 6: ottima uscita sul contropiede di Ben Youssef al 53', va un po' a spasso sulla palla messa al centro da Haddadi, in occasione del raddoppio tunisino.

Adolfo MACHADO 5: il laterale sinistro degli Houston Dynamo fa fatica a contenere Haddadi: la differenza tecnica tra i due è davvero notevole.

Fidel ESCOBAR 5,5: bene nel primo tempo, in totale balia di Badri nel secondo.

Roman TORRES 6,5: tanti disimpegni utili, durante il primo tempo, da parte del capitano, che al 56' - per infortunio - è costretto a dare forfait.

Dal 56' Luis Tejada 5,5: apprezzabile l'impegno dell'esperto attaccante panamense a cui, tuttavia, sembra mancare il passo.

Luis OVALLE 6: come il collega di destra, ha il suo ben daffare con il dirimpettaio - in questo caso Nagguez. Tuttavia, appare propositivo in fase di spinta con un paio di cross utili.

Gabriel GOMEZ 6: lotta a centrocampo e, quando può, ci prova dalla distanza.

Yoel BARCENAS 7: il migliore tra i Canaleros. La sua velocità mette in seria difficoltà i tunisini in marcatura. Al 73' poi, con un destro a fil di palo, realizza un bellissimo gol che viene annullato per via di una precedente spinta di Tejada su Meriah.

Ricardo AVILA 5,5: troppa confusione, anche figlia dell'inesperienza, a metà campo.

Dall'81' Abdiel Arroyo: sv.

Anibal GODOY 6: come sempre, grinta, corsa e spirito di iniziativa non gli mancano.

José Luis RODRIGUEZ 6,5: la Fifa, un po' severamente, toglie dal tabellino il suo nome alla voce "gol": il suo tentativo da fuori è stato coraggioso e meritevole di rete, anche se con deviazione (comunque netta) da parte di Meriah.

Gabriel TORRES 6: dà il massimo, rincorrendo ogni avversario, da "boa" d'attacco panamense, ma s'infortuna ed è costretto ad uscire di scena all'intervallo.

Mondiali 2018, Panama-Tunisia: uno scontro aereo tra il tunisino Rami Bedoui (in maglia bianca) e il panamense Gabriel Torres (in maglia rossa) (Getty Images)

Mondiali 2018, Panama-Tunisia: uno scontro aereo tra il tunisino Rami Bedoui (in maglia bianca) e il panamense Gabriel Torres (in maglia rossa) (Getty Images)Getty Images

Dal 46' Harold Cummings 5: la sua aggiunta alla già folta truppa difensiva panamense, scombina i piani e manda in tilt il sistema di gioco dei Canaleros.

CT Hernan Dario GOMEZ 5: sbaglia completamente a passare a cinque uomini in difesa, quando tutto sembrava rispondere alla perfezione. La punta infortunata (Gabriel Torres) doveva essere sostituita da un pari ruolo, invece l'ingresso in campo di Cummings ha mandato i confusione i pani tattici dei Canaleros. Erroraccio.

=== Tunisia ===

Aymen MATHLOUTHI 5: in sostituzione dei colleghi infortunati Mouez e Ben Mustapha, l'ex portiere titolare delle Aquile di Cartagine anello debole della retroguardia. Più volte pescato "a farfalle".

Hamdi NAGGUEZ 6,5: parte maluccio nel primo tempo. Nel secondo, sciorina un cross teso dietro l'altro, lungo la fascia destra.

Rami BEDOUI 6,5: il centrale difensivo dell'Etoile du Sahel è sicuro in anticipo e propositivo in proiezione offensiva.

Yassine MERIAH 4,5: oltre a provocare l'autorete, è protagonista di una prova in precisa e ricca di buchi difensivo. Deve ancora crescere molto, il centrale del Club Sportif Sfaxien...

Oussama HADDADI 7: gran prestazione sull'out di sinistra, che percorre "box to box". Suo il pallone vincente regalato a Khazri in occasione del gol partita.

Ghaviène CHAALALI 6: fa legna a metà campo tra corsa e palloni difesi con arguzia.

Ghaylen Chaaleli (mi.) im Zweikampf mit Edgar Barcenas (re.)

Ghaylen Chaaleli (mi.) im Zweikampf mit Edgar Barcenas (re.)Getty Images

Ellyes SKHIRI 7: ottima prova da regista da parte del giocatore del Montpellier. Dai suoi piedi, specie nella ripresa, partono tantissime geometrie interessanti.

Ferjani SASSI 4: è uno dei pilastri dell'undici nordafricano ma oggi, inspiegabilmente, si presenta lento, impacciato e privo di idee a metà campo. Sostituito all'intervallo.

Dal 46' Anice Badri 7: l'ala dell'Esperance di Tunisi, dona brio e propulsione alla spinta offensiva tunisina, che nella ripresa cambia decisamente registro.

Fakhreddine BEN YOUSSEF 7: là davanti, per un difensore, è come una montagna da spostare. Il suo profilo farebbe comodo a molti club di Serie A. In Europa, solo un rapido passaggio al Metz, in Francia, con appena 6 presenze. Ora segna per la nazionale tunisina e per i sauditi dell'Al-Ettifaq di Dammam.

Wahbi KHAZRI 8: l'ex Sunderland è, di gran lunga, il giocatore con più tecnica dei 22 in campo. Ispira praticamente tutte le iniziative offensive tunisine e si prende la soddisfazione di realizzare il gol che ha deciso l'incontro e che ha regalato la vittoria mondiale alle Aquile di Cartagine.

Mondiali 2018: il tunisino Wahbi Khazri (in maglia bianca) esulta, sotto gli occhi del panamense Luis Ovalle, dopo il gol del 2-1 dei nordafricani (Getty Images)

Mondiali 2018: il tunisino Wahbi Khazri (in maglia bianca) esulta, sotto gli occhi del panamense Luis Ovalle, dopo il gol del 2-1 dei nordafricani (Getty Images)Getty Images

Dall'89' Bassem Srarfi: sv.

Naïm SLITI 6,5: scambi veloci e di prima, là davanti. Un utile punto di riferimento offensivo.

Dal 77' Ahmed Khalil: sv.

CT Nabil MAALOUL 7: vede lungo sul cambio Sassi-Badri, che cambia prospettiva al match e permette alla Tunisia di cambiare marcia e ottenere una vittoria mondiale, sempre di assoluto prestigio.

Le statistiche OPTA del match

  • Per la Tunisia questa è la seconda vittoria nella sua storia ai Mondiali, la prima dopo il successo sul Messico nel 1978 (3-1), nel match del suo esordio assoluto nella competizione.
  • Con questa vittoria la Tunisia interrompe una striscia negativa di 13 gare di fila senza successi ai Mondiali (4N, 9P).
  • Entrambi i successi della Tunisia nei Mondiali sono arrivati in incontri in cui hanno chiuso la prima frazione in svantaggio ed entrambi contro avversari CONCACAF (contro il Messico nel 1978 e oggi contro il Panama).
  • Il Panama è la prima Nazionale a perdere le prime tre partite in assoluto disputate ai Mondiali dal 2006; in quell’occasione le esordienti Togo e Serbia ottennero tre sconfitte nelle loro prime tre gare della competizione.
  • La Tunisia ha subito almeno un gol in tutte le ultime 12 gare dei Mondiali; l’ultimo ed unico clean sheet nella competizione è stato nel 1978, contro la Germania (0-0).
  • Con il gol del Panama, per la prima volta in un’edizione di un Mondiale tutte le squadre partecipanti hanno segnato almeno due gol.
  • Il gol di Fakhreddine Ben Youssef per la Tunisia è stato il numero 2500 nella storia dei Mondiali.
  • Il tunisino Wahbi Khazri è il primo giocatore ad aver segnato due gol e fornito due assist in questo Mondiale.
  • Wahbi Khazri è il primo giocatore tunisino nella storia a segnare due reti nei Mondiali.
  • Quello del tunisino Yassine Meriah è stato l’autogol numero 50 nella storia dei Mondiali.
0
0