Getty Images

Le pagelle di Russia-Egitto 3-1: Zobnin motorino della metà campo di Cherchesov, Salah generoso

Le pagelle di Russia-Egitto 3-1: Zobnin motorino della metà campo di Cherchesov, Salah generoso

Il 19/06/2018 alle 23:06Aggiornato Il 19/06/2018 alle 23:50

Diamo i voti al match andato in scena alla Zenit Arena: il mediano dello Spartak propizia l'autorete di Fathy e corre dietro ogni pallone. L'attaccante del Liverpool, proveniente da tre settimane di stop dopo l'infortunio alla spalla rimediato in finale di Champions, segna su rigore e ce la mette tutta anche se, di benzina, ne ha davvero poca. Ectoplasma Elneny.

=== Russia ===

Igor AKINFEEV 6: a parte il rigore di Salah, l'Egitto non tira praticamente mai nello specchio. Serata tranquilla per l'estremo difensore del Cska Mosca.

Mario FERNANDES 7: grande iniziativa, sulla destra, con quella pala perfetta messa al centro da fondo campo. Terzino box to box davvero interessante.

Sergey IGNASHEVICH 7: una vera roccia. Nulla lo scalfisce. Nemmeno la carta d'identità: richiamato alla veneranda età di 39 anni per carenza di centrali difensivi, si pone come muro invalicabile.

Ilya KUTEPOV 6: suo l'assist che manda Dzyuba al gol. Un po' troppo falloso, tuttavia, in macatura.

Yuri ZHIRKOV 6,5: tallona Salah con esperienza e cattiveria agonistica.

Dall'86' Fedor Kuryashov: sv.

Yuri GAZINSKY 6,5: gara onesta, a metà campo. Giocatore che, difficilmente, accusa cali di rendimento.

Roman ZOBNIN 8: il centrocampista dello Spartak Mosca è il motore della zona nevralgica russa: lotta su ogni pallone e propizia la maldestra autorete di Fathy, che sblocca l'incontro.

Denis Cheryshev, Artem Dzyuba (C) and Roman Zobnin (R) celebrate after Ahmed  Fathi own goal during the Russia 2018 World Cup Group A match between Russia and Egypt at the Saint Petersburg Stadium on June 19, 2018

Denis Cheryshev, Artem Dzyuba (C) and Roman Zobnin (R) celebrate after Ahmed Fathi own goal during the Russia 2018 World Cup Group A match between Russia and Egypt at the Saint Petersburg Stadium on June 19, 2018Getty Images

Aleksandr SAMEDOV 6,5: tanti guizzi, non sempre fatti fruttare a dovere, sulla trequarti.

Aleksandr GOLOVIN 6,5: prestazione certamente meno brillante rispetto a quella d'esordio contro l'Arabia Saudita, ma un paio di succulenti palloni li mette, a centro area.

Denis CHERYSHEV 7,5: è il più pericoloso in un primo tempo avaro di emozioni. Nel secondo tempo, sbuca con puntualità dalle retrovie per il gol del 2-0. E' proprio il suo Mondiale...

Dal 74' Daler Kuzyaev 6: chiamato in causa per mantenere ordine, subito dopo il gol di Salah.

Artem DZYUBA 7,5: fa sportellate per tutto il match con Ali Gabr che, appena si distrae, viene punito da un destro al fulmicotone per la rete del 3-0. L'attaccante dell'Arsenal Tula "is on fire".

Dal 79' Fedor Smolov: sv.

CT Stanislav CHERCHESOV 8: continua a danzare al ritmo delle feroci critiche della vigilia. L'ex portiere di Spartak Mosca e Tirol Innsbruck ha regalato al Paese una nazionale prolifica, divertente e vincente. Chapeau.

=== Egitto ===

Mohamed EL-SHENAWY 5: tre gol subiti e qualche uscita a vuoto di troppo. Impreciso.

Ahmed FATHY 5: un'autorete davvero maldestra e che manda in barca il match.

Ali GABR 5,5: il centrale del WBA francobolla come meglio non potrebbe lo statuario Artem Dzyuba. Ma, questo, solo nel primo tempo. Resta con la testa negli spogliatoi e "implode" sotto i colpi di Cheryshev e lo stesso Dzyuba nella ripresa.

Ahmed HEGAZY 4,5: gara disastrosa per l'ex Perugia e Fiorentina, anch'egli attualmente al WBA. Dzyuba lo sbeffeggia in occasione del 3-0 avversario e quanti interventi fuori tempo...

Mohamed ABDEL-SHAFI 6: sulla sinistra, si fa preferire in fase di costruzione. Si perde al cospetto di Mario Fernandes, in occasione del 2-0 russo.

Terek HAMED 6: il mediano dello Zamalek è costretto a correre per due visto l'assenza dal gioco di Elneny.

Mohamed ELNENY 4: un ectoplasma. Il centrocampista dell'Arsenal è fuori condizione e si vede. Sempre secondo sul pallone, viene sostituito al 64' da Cuper per lasciare spazio a Warda.

Dal 64' Amr Warda 6: si mette sulla sinistra e, dalla trequarti, dona un po' più di spinta all'attacco egiziano.

Mohamed SALAH 6,5: ce la mette tutta, lotta come un leone, assiste Trezeguet, si procura e trasforma un calcio di rigore. La sufficienza abbondante è proprio per il suo spirito, dopo le tre settimane d stop da quel maledetto infortunio alla spalla in seguito allo scontro con Sergio Ramos in finale di Champions League.

Russia-Egitto, Mondiali 2018: Yuri Zhirkov (a sinistra), contrasta Mohamed Salah (Getty Images)

Russia-Egitto, Mondiali 2018: Yuri Zhirkov (a sinistra), contrasta Mohamed Salah (Getty Images)Getty Images

Abdallah EL-SAID 5,5: corre tanto, là davanti, ma conclude ben poco.

TREZEGUET 6: pericoloso in un paio di circostanze (una per tempo). Ma, davvero, a Trezeguet assomiglia solo somaticamente...

Dal 68' Ramadan Sobhi 6: l'ala dell'Huddersfield è veloce e propositiva. Avrebbe meritato di partire titolare.

Marwan MOHSEN 5,5: si sbatte parecchio come boa. Ma i rifornimenti sono pochi.

Dall'82' Mahmoud Kahraba: sv.

CT Héctor CUPER 5: sfortunato nel non poter disporre di un Salah al meglio delle sue possibilità. Tuttavia, il suo Egitto si scioglie alla prima difficoltà.

Le statistiche OPTA del match

  • Per la prima volta la Russia vince le prime due gare di un’edizione dei Mondiali dopo il 1966 (allora come Unione Sovietica), competizione nella quale hanno raggiunto le semifinali.
  • La Russia, con le otto reti segnate nelle prime due partite di questo Mondiale, hanno eguagliato il record di gol per una squadra ospitante dopo due gare di Coppa del Mondo (otto dell’Italia nel 1934).
  • In questo Mondiale (otto) la Russia ha segnato due gol in più rispetto a quanti ne aveva realizzati nelle due edizioni precedenti congiuntamente (sei tra il 2002 e il 2014).
  • Gli otto gol della Russia in questa Coppa del Mondo sono tanti quanti ne ha segnati complessivamente la Spagna nella vittoria dell’edizione 2010 (in 10 partite).
  • 13 delle 19 vittorie della Russia/URSS ai Mondiali sono state con un margine di almeno due gol, includendo tutte le ultime sette consecutivamente.
  • Sono stati già fischiati 10 rigori in 17 incontri di questo Mondiale, lo stesso numero dell’intera fase a gironi dell’edizione del 2014 (10 in 48 gare).
  • Sono 10 i rigori fischiati in 17 partite in questa Coppa del Mondo, solo tre in meno di tutta l’edizione del 2014 (13 in 64 incontri).
  • Sono cinque gli autogol finora nel Mondiale 2018 – l’unica edizione in cui ce ne sono stati di più è stata quella del 1998 (sei).
  • Tutti gli ultimi otto gol subiti dall’Egitto in gare dei Mondiali sono arrivati nella seconda frazione.
  • Mohamed Salah è il terzo giocatore differente a segnare per l’Egitto in un Mondiale, dopo Abdelrahman Fawzi (1934) e Magdi Abdelghani (1990).
  • Il russo Denis Cheryshev (tre) è il nuovo capocannoniere del Mondiale 2018, alla pari del portoghese Cristiano Ronaldo (tre).
Esultanza Russia. Russia-Egitto 3-1, Mondiali 2018 (Getty Images)

Esultanza Russia. Russia-Egitto 3-1, Mondiali 2018 (Getty Images)Getty Images

0
0