Getty Images

Le pagelle di Serbia-Brasile: 0-2: Casemiro diga clamorosa, Neymar "fa pace" con Thiago Silva

Le pagelle di Serbia-Brasile: 0-2: Casemiro diga clamorosa, Neymar "fa pace" con Thiago Silva

Il 27/06/2018 alle 23:08Aggiornato Il 28/06/2018 alle 09:10

Diamo i voti al match della Spartak Arena: per la Seleção, il mediano del Real Madrid si pone come perfetto perno di congiunzione tra la fase difensiva e quella offensiva. Recupera un'infinità di palloni. La stella del PSG assiste dalla bandierina il difensore ex Milan dopo le discussioni "post" Costa Rica. Nella formazione di Krstajic, prova da dimenticare per il centrale del Werder Veljkovic.

=== Serbia ===

Vladimir STOJKOVIC 5,5: compie almeno un paio di interventi straordinaria, chiudendo la saracinesca al cospetto di Neymar. Ma l'uscita a vuoto, al minuto 36', costa davvero cara.

Antonio RUKAVINA 6,5: box to box lungo la fascia destra, nella ripresa mette in mezzo - in rapida successione - un paio di palloni straordinari a centro area, che però Mitrovic non sfrutta.

Nikola MILENKOVIC 6: tanti palloni spazzati con puntualità da parte del centrale della Fiorentina.

Milos VELJKOVIC 4,5: il giovane difensore del Werder Brema è troppo svagato in occasione dell'inserimento di Paulinho, sul gol dello 0-1. Da lì in avanti, non si riprende più.

Aleksandar KOLAROV 5,5: tanta corsa, tuttavia sconclusionata, lungo la mancina.

Nemanja MATIC 5: troppi interventi fallosi e poche idee in zona nevralgica.

Serbia's midfielder Nemanja Matic (L) tackles Brazil's forward Philippe Coutinho during the Russia 2018 World Cup Group E football match between Serbia and Brazil at the Spartak Stadium in Moscow on June 27, 2018.

Serbia's midfielder Nemanja Matic (L) tackles Brazil's forward Philippe Coutinho during the Russia 2018 World Cup Group E football match between Serbia and Brazil at the Spartak Stadium in Moscow on June 27, 2018.Getty Images

Sergej MILINKOVIC-SAVIC 5: sottotono e totalmente fuori dal gioco. La stella della Lazio e oggetto del contendere del calciomercato che conta, ha disputato un mondiale davvero deludente.

Thiago Silva, Sergej Milinkovic-Savic, Serbia-Brasile, Getty Images

Thiago Silva, Sergej Milinkovic-Savic, Serbia-Brasile, Getty ImagesGetty Images

Dusan TADIC 6,5: è il più pericoloso, nel secondo tempo, il trequartista del Southampton. Potrebbe tranquillamente essere inserito nella rosa verdeoro.

Adem LJAJIC 6: prestazione "a strappi". Qualche azione ispirata e una buona grinta portata sul rettangolo verde. Sufficienza meritata.

Dal 75' Andrija Zivkovic 6: recupera subito, di buona lena, un paio di palloni utili a metà campo.

Filip KOSTIC 5,5: nella prima mezzora suona la carica dell'attacco serbo. Poi, però, in fase di ripiego, lascia scappare Paulinho.

Dall'82' Nemanja Radonjic: sv.

Aleksandar MITROVIC 5: sbaglia un paio di occasionissime, là davanti. Una di queste a porta vuota.

Dal 90' Luka Jovic sv.

CT Mladen KRSTAJIC 5: nel finale, dà il contentino ai più giovani della rosa. Vero, questa sera davanti alla sua squadra c'era il Brasile, ma la Serbia avrebbe dovuto proporre qualcosa in più ed essere maggiormente convinta, là davanti.

=== Brasile ===

ALISSON 5,5: le sue qualità non si discutono e anche oggi le ha dimostrate. Tuttavia, sull'1-0, consegna a Mitrovic la palla del potenziale pareggio, poi gettato alle ortiche dall'attaccante serbo.

FAGNER 5,5: Patisce eccessivamente l'estro di Kostic e Ljajic.

Thiago SILVA 7,5: dopo aver salvato capra e cavoli sul colpo di testa a porta vuota di Mitrovic, mette i sigilli all'incontro con la sua straordinara elevazione al minuto 68.

Thiago Silva célèbre son but contre la Serbie, le 27 juin 2018 à Moscou.

Thiago Silva célèbre son but contre la Serbie, le 27 juin 2018 à Moscou.Getty Images

MIRANDA 6,5: tallona Mitrovic in totale serenità.

MARCELO: sv.

Dal 10' Filipe Luis 7: chiamato in causa "a freddo", ha un ottimo impatto sul match, chiudendo triangolazioni importanti sulla mancina e sfiorando l'acuto personale dalla distanza, nel corso del secondo tempo.

PAULINHO 7,5: eccellente il suo inserimento, così come il delizioso lob con cui sblocca la partita. Un numero che vale il prezzo del biglietto.

Brazil's midfielder Paulinho (R) celebrates with Brazil's forward Philippe Coutinho after scoring during the Russia 2018 World Cup Group E football match between Serbia and Brazil at the Spartak Stadium in Moscow on June 27, 2018

Brazil's midfielder Paulinho (R) celebrates with Brazil's forward Philippe Coutinho after scoring during the Russia 2018 World Cup Group E football match between Serbia and Brazil at the Spartak Stadium in Moscow on June 27, 2018Getty Images

CASEMIRO 8: riscatta ampiamente la prova opaca con la Costa Rica, ponendosi come linea di congiunzione perfetta tra la fase difensiva e quella offensiva. Recupera un'infinità di palloni.

Dal 66' Fernandinho 7: in campo per chiudere anche gli ultimi spazi a disposizione della Serbia. Missione portata a termine alla grande dal mediano del Machester City.

WILLIAN 6: comincia a riprendersi da un inzio di torneo assolutamente in sordina. Qualche cross interessante dalla destra ma può certamente "andare oltre", per i suoi standard. Lo deve fare per forza, visto che Douglas Costa ha terminato anticipatamente il proprio Mondiale per infortunio.

Philippe COUTINHO 7,5: continua il suo Mondiale "monstre", mettendo in cascina la straordinaria verticalizzazione con cui propizia il gol del vantaggio firmato Paulinho.

Dall'80' Renato Augusto: sv.

NEYMAR JR. 6,5: sempre tutto sommato indisponente, ma è sua la "palletta" piazzata in fondo al sacco da Thiago Silva in elevazione. Dialoga bene con tutti i componenti della fase offensiva senza, tuttavia, trovare il gol.

Neymar et le Brésil sans soucis en huitièmes de finale.

Neymar et le Brésil sans soucis en huitièmes de finale.Getty Images

Gabriel JESUS 6,5: dribbling, corsa e moto perpetuo là davanti.

CT TITE 7: giusto tributargli un buon voto. Il suo Brasile, nonostante le tante critiche, chiude al primo posto il proprio raggruppamento. E, alla fine, è proprio ciò che conta.

Le statistiche OPTA del match

  • Il Brasile ha superato la prima fase a gironi dei Mondiali per la 13ª volta consecutivamente, una striscia che parte dall’edizione del 1970.
  • La Serbia è stata eliminata nella fase a gironi dei Mondiali tutte le tre volte che ha partecipato come nazione indipendente (2006, 2010 e 2018).
  • Il Brasile ha vinto due match di fila nella Coppa del Mondo per la prima volta dal 2010, quando ottenne il successo nelle prime due gare.
  • Philippe Coutinho è il primo giocatore in questo Mondiale ad aver segnato o fornito assist in tutte le tre partite della fase a gironi.
  • Le due reti di Thiago Silva ai Mondiali sono entrambe arrivate su sviluppi di calcio d’angolo con assist di Neymar (in precedenza contro la Colombia nel 2014).
  • Neymar è stato coinvolto in sette gol in otto gare ai Mondiali con il Brasile tra il 2014 ed il 2018 (cinque reti e due assist).
  • Philippe Coutinho ha partecipato attivamente a sei reti in sette partite con il Brasile nel 2018 (4 gol e 2 assist).
  • Solo Neymar e Gabriel Jesus (10 gol) hanno segnato di più di Paulinho (8 reti) con l’attuale tecnico del Brasile Tite.
  • Aleksandar Mitrovic ha segnato solo un gol con 14 tiri in questo Mondiale con la Serbia.
  • La Serbia ha perso il 78% dei match ai Mondiali (sette su nove) a partire dalla prima partita come paese indipendente nel 2006.
  • Gli ultimi tre gol di Thiago Silva con il Brasile sono arrivati nel mese di giugno – contro la Serbia oggi, contro l’Australia nel 2017 e contro il Venezuela nel 2015.
  • Il Brasile ha vinto 19 delle 24 partite sotto la guida di Tite (4N, 1P) - diventando il tecnico brasiliano con la più alta percentuale di vittorie (79%).
0
0