Getty Images

Le pagelle di Spagna-Marocco 2-2: la classe di Iniesta fa sempre la differenza, Ramos il peggiore

Le pagelle di Spagna-Marocco 2-2: la classe di Iniesta fa sempre la differenza, Ramos il peggiore

Il 25/06/2018 alle 23:17Aggiornato Il 25/06/2018 alle 23:49

Il fuoriclasse del Barcellona accende la roja con le sue giocate, Ramos ha responsabilità su entrambi gol del Marocco. Tra gli africani bene Boutaib e il giovane En-Nesyri, i due marcatori.

===Spagna===

David DE GEA 6 – Non fa una gran figura col tunnel sul gol subito anche se le responsabilità sono di altri. In compenso nega il nuovo vantaggio marocchino con la sua prima parata in questo Mondiale. Era ora!

Daniel CARVAJAL 6 – Spinge tanto, come al solito. Suo l'assist per Iago Aspas.

Gerard PIQUÈ 5 – Non irreprensibile in marcatura, impacciato, rischia il giallo due volte: l'avrebbe meritato in entrambi i casi. Pericoloso di testa, ma non basta.

Sergio RAMOS 4,5 - Toh, anche lui sbaglia. Male in occasione del primo gol marocchino, commette troppi errori in fase di impostazione e si fa saltare in testa dal 21enne En-Nesyri sul gol del 2-1, come se fosse un difensore qualunque. Serata no.

Jordi ALBA 6 – Come il collega dall'altra parte partecipa all'azione offensiva, intendendosi soprattutto con Iniesta. Pochi lampi, partita ordinata.

Sergio BUSQUETS 6 – Filtro tra difesa e attacco, prende e dà botte come sempre, anche se commette qualche errore non da lui.

THIAGO ALCANTARA 5,5 – Schierato titolare al posto di Vazquez, si accende solo a tratti. Hierro si sarà aspettato qualcosa di più dal figlio di Mazinho. (dal 74' Marco ASENSIO 6 - Vivace nel finale arrembante dei suoi)

ISCO 6 – Timbra ancora il cartellino, è la nona volta da inizio 2017. Lampi di qualità, ma anche lui a intermittenza. Ci ha abituato troppo bene.

David SILVA 5,5 – La qualità non discute anche se oggi è un po’ più in ombra rispetto al solito. (dal'84' RODRIGO sv)

Andres INIESTA 6,5 - Co-responsabile sull’errore che porta al gol marocchino, da lì si prende la Spagna sulle spalle. Dribbling, filtranti e giocate d’autore, tra cui l’assist a Isco dopo una percussione da applausi. Nel finale cala un po' ma continua a giocare da leader.

Diego COSTA 5 – Si abbassa molto per avere palloni giocabili e si prodiga nel cosiddetto lavoro sporco. Ma la porta non la vede quasi mai. (dal 74' Iago ASPAS 6,5 - Gol di rara bellezza e importanza, decisivo).

===Marocco===

Munir EL KAJOUI 6 – Sicuro nelle uscite, incolpevole sui gol. Di parate, a dir la verità, ne compie davvero poche.

Nabil DIRAR 5,5 – Spesso fuori posizione, gioca una partita generosa, ma paga in lucidità.

Romain SAISS 6 – Difende bene su Diego Costa e salva un gol fatto sul colpo di testa di Isco.

Mehdi DA COSTA 6 – Se la cava bene in marcatura, meno in fase di impostazione.

Achrad HAKIMI 5 – In ritardo costante, la Spagna entra dalla sua parte con facilità. Si perde Aspas sul 2-2.

Karim EL AHMADI 6 – Fa dell'aggressività la sua miglior dote nel primo tempo, dopo il gaillo è costretto a calmarsi un po'.

Moubarak BOUSSOUFA 5,5 – Un altro da cui ci poteva aspettare qualcosa di più. Si propone poco e soffre il palleggio degli avversari.

Nordin AMRABAT 6 – Scintille continue con Ramos, con cui ingaggia un duello a volte oltre il limite. Molto falloso nel primo tempo, nella ripresa fa scaldare le mani al pubblico presente e kaliningrad con la botta tremenda che colpisce l'incrocio.

Younes BELHANDA 5 – Non una gran partita. Doveva fare da raccordo tra le linee ma ci è riuscito poco. (dal 63' Faycal FAJR 6 - Meglio del suo predecessore, dà quantità)

Hakim ZIYECH 6 – Due tiri, uno per tempo. Il primo è potente e impreciso, il secondo viene murato da Pique. Personalità. (dal 85' Aziz BOUHADDOUZ sv)

Khalid BOUTAIB 6,5 – Abile a sfruttare le indecisioni della difesa roja, segna un bel gol e sfiora il raddoppio alla stessa maniera. Promosso. (dal 72' Youssef EN-NESYRI 6,5 - Il gol di stasera se lo ricorderà a lungo. Non sono in tanti quelli che hanno segnato così con Sergio Ramos in marcatura)

Le statistiche

  • La Spagna è imbattuta da 23 partite (15V, 8N), dalla sconfitta con l’Italia a Euro 2016.
  • Per la prima volta dal 1982 la Spagna non ha vinto l’ultima partita della fase a gironi del Mondiale: ci era riuscita in tutte le precedenti otto edizioni.
  • Era dal 2006 che la Spagna non chiudeva il girone da imbattuta: in quel caso vinse tutte le tre partite, mentre nelle successive due edizioni perse sempre almeno un match.
  • Il Marocco ha vinto solo una delle ultime 10 partite giocate ai Mondiali (2N, 7P).
  • La Spagna ha subito 12 gol nelle ultime sei partite ai Mondiali, tanti quanti ne aveva concessi in totale nelle precedenti 18 gare nella competizione.
  • Per Sergio Ramos questa è stata la 16ª presenza ai Mondiali con la Spagna: sorpassato Xavi come giocatore di movimento spagnolo con più presenze in questa competizione.
  • Iago Aspas ha preso parte attiva a 10 gol nelle 10 presenze da subentrato per la Spagna (sei reti, quattro assist).
  • Quello del gol di Khalid Boutaïb è stato il 29° tiro del Marocco in questo Mondiale e la prima rete della Nazionale africana nella competizione da quella messa a segno da Salaheddine Bassir nel 1998 nella vittoria per 3-0 sulla Scozia.
  • Isco ha partecipato attivamente a 12 gol nelle ultime 15 presenze con la Spagna: 10 reti e due assist per lui.
  • Isco ha messo lo zampino in otto dei 18 tiri della Spagna in questa partita: due conclusioni, sei occasioni create.
  • La prima parata di David De Gea in questo Mondiale è arrivata dopo 205 minuti: quattro gol subiti coi primi quattro tiri nello specchio concessi.
  • La Spagna ha subito cinque gol con sei tiri nello specchio concessi in queste tre gare della fase a gironi.
  • Il Marocco ha ricevuto quattro cartellini gialli nel primo tempo. Solo in un’occasione una Nazionale ha subito più ammonizioni in un primo tempo ai Mondiali dal 1966 ad oggi: fu sempre il Marocco contro l’Olanda nel 1994 (cinque gialli).
0
0