Getty Images

Mondiale 2022, sempre più vicino l'allargamento a 48 nazionali. E dal 2021 via al Mondiale per Club

Mondiale 2022, sempre più vicino l'allargamento a 48 nazionali. E dal 2021 via al Mondiale per Club

Il 15/03/2019 alle 21:25Aggiornato Il 15/03/2019 alle 21:44

La FIFA ha compiuto un grande passo avanti quest’oggi e, se a giugno troverà un partner adatto disposto ad ospitare delle partite, potrà davvero vedere la luce al proprio progetto di espansione da 32 a 48 squadre. La decisione sarà presa il 6 giugno. Via libera anche al Mondiale per club, ostracizzato dall'Eca. Infantino però è ottimista: "Dialogo costruttivo con la Uefa. Avremo un vero campione".

E’ sempre più probabile che il Mondiale di calcio 2022 sarà a 48 squadre. La FIFA ha compiuto un grande passo avanti quest’oggi e, se a giugno troverà un partner adatto, potrà davvero vedere a compimento il proprio progetto di espansione. Prima di cantare vittoria, Infantino dovrà attendere una sola data: il 6 giugno, quando a Parigi verrà presa la decisione definitiva, dopo che la FIFA e il Qatar hanno presentato congiuntamente i nomi delle potenziali nazioni co-ospitanti al Congresso del corpo governativo.

Infantino, che ha anche rivelato la creazione di una nuova Coppa del Mondo per club a 24 squadre che scatterà a partire dal 2021 e sostituirà la Confederation Cup, non ha nascosto il proprio entusiasmo a margine del vertice avvenuto a Miami:

" Sono sempre felice ma oggi lo sono ancora di più, perché abbiamo preso alcune decisioni importanti. Siamo arrivati ​​alla conclusione, che è possibile passare da 32 a 48 squadre il Mondiale, a condizione che vengano soddisfatte determinati parametri. Il 90% è a favore di un aumento, ma non è così semplice: dobbiamo analizzare attentamente le questioni e stiamo lavorando a stretto contatto con il Qatar."

L’allargamento a 48 squadre del mondiale porterebbe ad 80 il numero di partite del torneo, e obbligherebbe uno o più altri paesi ad aiutare lo stato del Qatar ad ospitare i match di questa rassegna il cui via è programmato per novembre 2022.

Il Bahrain, il Kuwait, l'Arabia Saudita, l'Oman e gli Emirati Arabi sono tutti potenziali partner che potrebbero associarsi col Qatar in questa avventura ma ci vorrà un bel lavoro di diplomazia, visto che i rapporti politici molto tesi, hanno portato lo stato qatariota ad essere politicamente isolato da molti degli altri paesi del golfo.

Mondiale per Club dal 2021 ma l’ECA fa muro

Come accennato nel corso del vertice di Miami, la FIFA ha anche ufficializzato il lancio di un Mondiale per Club a 24 squadre, una decisione detinata a creare nuove dispute con l’ECA e la Uefa.

" D'ora in poi il mondo vedrà un vero Mondiale per Club in cui le squadre migliori si affronteranno per incoronare la più forte. Vogliamo una competizione entusiasmante e prestigiosa, lo faremo col nuovo Mondiale per Club che partirà nel 2021. Vogliamo avere una competizione prestigiosa, inclusiva e la avremo con il nuovo format. La decisione è stata presa dopo un lungo processo con molte discussioni. Oggi sono contento perché ci sono stati confronti positivi con il presidente del'UEFA, un dialogo costruttivo. Sono sicuro che nelle prossime settimane la discussione darà i suoi frutti". "

Nelle scorse settimane, l’Eca continua a opporsi alla manifestazione e ha chiarito la propria, ostile, posizione: "L'Associazione è fermamente contraria a ogni tipo di revisione del Mondiale per Club – ha ammesso Agnelli, presidente della Juventus e numero uno dell’ECA - e nessuna società appartenente all'ECA intende parteciparvi".

Video - Mondiali 2022: Infantino conferma "In Qatar si giocherà dal 21 novembre al 18 dicembre 2022"

00:29
0
0