Getty Images

Russia-Arabia Saudita: probabili formazioni e statistiche

Russia-Arabia Saudita: probabili formazioni e statistiche

Il 13/06/2018 alle 15:03Aggiornato Il 14/06/2018 alle 12:41

Ci sarà il ‘debutto’ della squadra italiana degli arbitri: Massimiliano Irratti, infatti, è stato designato VAR per la gara inaugurale del Luzhniki Stadium. In ‘cabina’ anche Daniele Orsato che fungerà da AVAR.

Le probabili formazioni

  • Russia (4-5-1): Akinfeev; Mario Fernandes, Kutepov, Ignashevich, Zhirkov; Samedov, Gazinsky, Dzagoev, Zobnin, Golovin; Smolov. All. Stanislav Cherchesov
  • Arabia Saudita (4-2-3-1): Al-Owais; Al-Shahrani, O.Hawsawi, M.Hawsawi, Al-Harbi; Al-Faraj, Otayf; Al-Dawsari, Al-Muwallad, Al-Jassim; Al-Sahlawi. All. Juan Antonio Pizzi

Arbitro: Néstor Pitana (Argentina)
VAR: Massimiliano Irrati
AVAR: Daniele Orsato

Video - Alla scoperta di Mosca e del suo stadio in vista dei Mondiali

01:35

Statistiche e curiosità

  • L’unico precedente tra queste due Nazionali risale all’ottobre 1993: amichevole vinta 4-2 dall’Arabia Saudita in casa.
  • Dalla divisione dell’URSS, la Russia non ha mai raggiunto la fase a eliminazione diretta nelle tre partecipazioni al Mondiale (1994, 2002, 2014): si piazzò al terzo posto del girone in ognuna di queste tre edizioni. Non ha vinto nessuna delle ultime cinque partite ai Mondiali (2N, 3P). Le sue uniche due vittorie nella competizione dall’indipendenza sono arrivate contro squadre africane (6-1 contro il Camerun nel 1994 e 2-0 contro la Tunisia nel 2002).
  • L’ultima squadra ospitante a vincere il Mondiale è stata la Francia nel 1998. Le squadre "padrone di casa" hanno sempre raggiunto la seconda fase della competizione ad eccezione del Sudafrica nel 2010, che venne eliminato nella fase a gironi.
  • Questa è la quinta partecipazione al Mondiale per l’Arabia Saudita, la prima dal 2006. Nelle ultime tre occasioni è arrivata ultima nel girone – la miglior prestazione è arrivata nella prima apparizione, nel 1994, quando fu eliminata dalla Svezia agli ottavi di finale. L’Arabia Saudita non ha vinto nessuna delle ultime 10 gare di Coppa del Mondo, perdendo otto di queste. L’ultimo successo è arrivato nella fase a gironi del 1994 (1-0 sul Belgio).
  • L’Arabia Saudita ha mantenuto la porta inviolata solo una volta in 13 partite disputate ai Mondiali (1-0 contro il Belgio nel 1994); ha inoltre mancato l’appuntamento con il gol in sette delle ultime nove gare giocate in questa competizione.
  • La partita inaugurale del Mondiale 2018 si giocherà al Luzhniki Stadium di Mosca. Il direttore di gara sarà il sig. Néstor Pitana, argentino, al suo secondo Mondiale in carriera. Ha all'attivo 4 direzioni nell'edizione 2014 in Brasile, e nel corso di questa stagione ha arbitrato lo spareggio Australia-Honduras. Ci sarà anche il ‘debutto’ della squadra italiana degli arbitri con la sfida Russia-Arabia Saudita: il primo VAR della storia del Mondiale sarà infatti Massimiliano Irrati. In ‘cabina’ anche Daniele Orsato che fungerà da AVAR.
  • L’allenatore della Russia, Stanislav Cherchesov, conta una presenza da giocatore al Mondiale, nel successo per 6-1 contro il Camerun il 28 giugno 1994 – in quell’occasione Oleg Salenko realizzò cinque gol, tuttora un record in un singolo match di un Mondiale.
  • Esordio da allenatore in un Mondiale per Juan Antonio Pizzi – per lui una presenza da giocatore con la Spagna nell’edizione del 1998. La sua unica precedente esperienza da commissario tecnico di una nazionale è stata con il Cile, portato in finale in due tornei: vinse la Copa America 2016 e fu finalista nella Confederations Cup 2017.

Video - Russia a Russia 2018: la scheda-video

01:15
0
0