Eurosport

Spagna ai Mondiali 2018: rosa, giocatori da seguire, storia e prospettive

Spagna ai Mondiali 2018: rosa, giocatori da seguire, storia e prospettive

Il 07/06/2018 alle 21:59Aggiornato Il 11/06/2018 alle 21:06

La scheda della Spagna, campione del Mondo nel 2010. Stella, allenatore, giovane più promettente e prospettive, con uno sguardo alla storia dei Mondiali. Iniesta, Ramos e Piquè sono i veterani che proveranno a guidare al riscatto i vari Saul e Asensio dopo la delusione del 2014. Gli spagnoli sono inseriti nel Gruppo B con Portogallo, Iran e Marocco

  • Titoli: 1 Mondiale (2010), 3 Europei (1964, 2008 e 2012)
  • Ranking Fifa: 10°

Come si è qualificata

La Spagna ha chiuso lo scorso ottobre la sua qualificazione per Russia 2018, vincendo comodamente il suo girone con 28 punti. In quel gruppo di sei squadre (oltre agli spagnoli c'erano Italia, Albania, Israele, Macedonia e Liechtenstein), la Roja ha vinto nove partite e ha pareggiato solo una volta (contro l'Italia), con un bilancio di 36 reti a favore e solo tre subite. Oltre ai risultati, la selezione di Lopetegui ha avuto dei momenti di tiki-taka esaltante, capace di far sognare i tifosi in vista della Coppa del Mondo. Il pareggio in amichevole contro la Germania e il roboante 6-1 rifilato all'Argentina hanno fatto esplodere l'entusiasmo intorno a questa squadra.

La rosa

Portieri: De Gea (Manchester United), Kepa Arrizabalaga (Athletic Bilbao), Reina (Napoli); Difensori: Carvajal (Real Madrid), Odriozola (Real Sociedad), Pique (Barcellona), Ramos (Real Madrid), Nacho (Real Madrid), Azpilicueta (Chelsea), Alba (Barcellona), Monreal (Arsenal); Centrocampisti: Busquets (Barcellona), Koke (Atletico Madrid), Saul (Atletico Madrid), Thiago Alcantara (Bayern Monaco), David Silva (Manchester City), Iniesta (Vissel Kobe): Attaccanti: Isco (Real Madrid), Asensio (Real Madrid), Vasquez (Real Madrid), Aspas (Celta Vigo), Moreno (Valencia), Costa (Atletico Madrid).

La stella - Andres Iniesta (Vissel Kobe)

El Manchego arriverà in Russia a 34 anni per giocare la sua ultima competizione mondiale. La stagione che ha disputato, l'ultima con la gloriosa casacca del Barcellona, è stata di nuovo eccezionale, come dimostrato nella finale di Copa del Rey contro il Siviglia. Iniesta arriva alla Coppa del Mondo in Russia con grande maturità e comanderà un centrocampo di altissima qualità con Busquets, Isco, Thiago e, soprattutto David Silva, un giocatore con cui si capisce a occhi chiusi.

Andres Iniesta con la maglia della Spagna

Andres Iniesta con la maglia della SpagnaGetty Images

Il giovane che brillerà - Marco Asensio (Real Madrid)

In una selezione ricca di veterani come quella spagnola, con giocatori di grande esperienza come Iniesta (33 anni) Ramos e Silva (32) Piqué (31) e Diego Costa, Jordi Alba e Busquets (29), sembra che i giovani abbiano poca rilevanza. La lista di Lopetegui include però Marco Asensio (22 anni), che sebbene non sia titolare, avrà un ruolo importante da subentrato, come già dimostrato nella fase di qualificazione. Il maiorchino ha dimostrato di poter giocare in molte posizioni a centrocampo e in attacco in una squadra competitiva come il Real Madrid e può fare lo stesso con la nazionale.

Marco Asensio

Marco AsensioGetty Images

L'allenatore - Julen Lopetegui

Il 51enne basco ha sostituito Vicente Del Bosque dopo l’Europeo in Francia. In precedenza, l'ex portiere di Real Madrid, Barcellona e Rayo Vallecano è stato allenatore delle selezioni giovanili tra agosto 2010 e maggio 2014, con grande successo. Uno dei suoi grandi meriti è stato quello di coltivare alcuni giocatori sin dalle selezioni under, uno su tutti Isco. I numeri di Lopetegui da quando ha preso il comando della Selezione sono incredibili e da quando siede sulla panchina della Roja non ha ancora perso una partita.

Storia nella Coppa del Mondo

La Spagna arriva alla Coppa del Mondo in Russia dopo aver deluso in Brasile nel 2014 e aver raggiunto la gloria in nell'indimenticabile edizione di Sudafrica 2010, anno del suo unico trionfo. Nella sua storia, la nazionale spagnola ha partecipato alla fase finale del Mondiale per 14 volte ed esclusa la rassegna sudafricana ha avuto come miglior risultato il quarto posto del 1950. Nel 1934, 1986, 1994 e 2002 è stata eliminata ai quarti di finale.

Gerard Pique Spagna 2010

Gerard Pique Spagna 2010Eurosport

Ragioni per essere ottimisti

C'è una generazione di giocatori che si giocherà la loro ultima grande possibilità. La base della squadra (Piqué, Ramos, Iniesta e Silva) ha più di 30 anni e calciatori vitali come Busquets, Diego Costa e Jordi Alba sono molto vicini alla trentina. È ora o mai più per questo meraviglioso gruppo di campioni che ha segnato gli ultimi 10 anni di calcio europeo e mondiale. E poi c'è la voglia di riscatto dopo la delusione di quattro anni fa.

Calendario

  • 15 Giugno: Portogallo (20:00)
  • 20 Giugno: Iran (20:00)
  • 25 Giugno: Marocco (20:00)

La scheda-video

0
0