Getty Images

Spagna spenta ma comunque prima nel girone: il Marocco ferma la Roja sul 2-2

Spagna spenta ma comunque prima nel girone: il Marocco ferma la Roja sul 2-2

Il 25/06/2018 alle 22:02Aggiornato Il 25/06/2018 alle 23:48

Prova sottotono per la Nazionale di Hierro che va sotto due volte e trova il pareggio definitivo solo al 90' col tacco di Iago Aspas. Agli ottavi gli spagnoli sfideranno i padroni di casa della Russia, seconda nel Gruppo A.

Bloccata, noiosa, spuntata. La Spagna vista contro il Marocco è stata tutto questo. La Nazionale di Hierro salva comunque la pelle, trovando il gol del definitivo 2-2 in extremis grazie al tacco volante del neo entrato Iago Aspas e, in virtù all'1-1 tra Iran e Portogallo, chiude al primo posto il Gruppo B. Iniesta e compagni avranno di che rimuginare sulla loro partita, lontana dagli straordinari standard di cui è stata capace la Roja negli ultimi anni. Agli ottavi ci sarà la Russia padrone di casa, ridimensionata dalla sconfitta con l'Uruguay, ma comunque avversaria da non sottovalutare. Per il Marocco di stasera, invece, tanti applausi: non era facile mettere in campo questa voglia sapendo di essere già eliminati.

La cronaca

Hierro manda in campo Thiago Alcantara, mentre nei nordafricani manca Benatia. La Spagna inizia subito la sua fitta e stordente rete di passaggi, ma il Marocco non sta a guardare, aggredendo con voglia i palleggiatori avversari. Dopo qualche fiammata spagnola arriva il primo e inatteso colpo di scena: Iniesta e Ramos non si intendono e permettono a Boutaib di involarsi da solo verso De Gea. L'attaccante non sbaglia e porta avanti i suoi. La Roja alza finalmente i giri del motore e il pareggio è praticamente immediato. Iniesta parte dalla trequarti, scambia con Diego Costa e va sul fondo. Da lì alza la testa e serve a Isco un pallone che deve solo essere spinto in rete: 1-1. Ma è la difesa a creare i maggiori grattacapi a Hierro. Da una rimessa laterale sbagliata, Boutaib si ritrova di nuovo a tu per tu con De Gea, ma il portiere del Manchester United è bravo ad opporsi con la sua prima parata in questo Mondiale. La partita si incattivisce e i cartellini gialli fioccano, anche se sono quasi tutti all'indirizzo dei giocatori marocchini.

Iago Aspas

Iago Aspas Getty Images

La ripresa inizia sulla stessa falsariga. Pigro tiki-taka spagnolo e Marocco che prova a colpire in ripartenza. E da una di queste esce uno dei gesti tecnici più belli del match. Amrabat prende palla e dai 25 metri fa partire una sassata di esterno collo che si stampa sull'incrocio dei pali, con De Gea impotente e immobile. La Spagna macina gioco ma le sue occasioni sono piuttosto casuali. Prima un colpo di testa di Isco, deviato dal provvidenziale intervento di Saiss, poi l'incornata di Pique fuori di un soffio. Il Marocco si difende con discreto ordine e a 10' dalla fine mette di nuovo la testa avanti. Corner dalla destra e stacco vincente del baby En-Nesyri, classe '97, che mangia in testa a Ramos e sigla il 2-1. La Spagna si riversa in avanti con la forza della disperazione e quando idee e speranze sono al lumicino ecco la la zampata. Corner battuto corto, cross rapido e gran tacco al volo di Iago Aspas, che buca Munir. L'arbitro annulla, poi convalida con il Var review. Nel frattempo da Saransk arriva la notizia del pareggio dell'Iran col Portogallo. La Spagna ringrazia e chiude da prima nel girone. Ma per fare strada servirà molto di più.

La statistica

9 - Come i gol segnati con la maglia della Roja da Isco dall'inizio del 2017. Nessuno ha fatto meglio.

Il tweet

Il migliore

Andres INIESTA 6,5 - Co-responsabile sull’errore che porta al gol marocchino, da lì si prende la Spagna sulle spalle. Dribbling, filtranti e giocate d’autore, tra cui l’assist a Isco dopo una percussione da applausi. Nel finale cala un po' ma continua a giocare da leader.

Il peggiore

Sergio RAMOS 4,5 - Toh, anche lui sbaglia. Male in occasione del primo gol marocchino, commette troppi errori in fase di impostazione e si fa saltare in testa dal 21enne En-Nesyri sul gol del 2-1, come se fosse un difensore qualunque. Serata no.

Il tabellino

Spagna-Marocco 2-2

Spagna (4-2-3-1): De Gea; Carvajal, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba; Busquets, Thiago Alcantara (74’ Asensio); David Silva (84' Rodrigo), Isco, Iniesta; Diego Costa (74’ Iago Aspas). CT: Hierro.

Marocco (4-2-3-1): Munir; Dirar, A. da Costa, Saiss, Hakimi; El Ahmadi, Boussoufa; Belhanda (63’ Fajr), N. Amrabat, Ziyech; Boutaib (72’ En-Nesyri). CT: Renard

Marcatori: 14’ Boutaib, 19’ Isco, 81’ En-Nesyri, 90’ Aspas

Ammoniti: El Ahmadi, Amrabat, da Costa, Boussoufa, Hakimi

0
0