Getty Images

Storico Belgio! Brasile battuto 2-1, Diavoli Rossi in semifinale al Mondiale dopo 32 anni

Storico Belgio! Brasile battuto 2-1, Diavoli Rossi in semifinale al Mondiale dopo 32 anni

Il 06/07/2018 alle 21:57Aggiornato Il 06/07/2018 alle 23:18

La squadra di Martinez colpisce due volte nel primo tempo con l’autorete di Fernandinho e il gran gol di De Bruyne e resiste nella ripresa al ritorno dei verdeoro, bravi a trovare il punto della speranza con Renato Augusto. Strepitoso Hazard, in ombra Neymar. In semifinale, la seconda nella storia del Belgio dopo il 1986, sarà sfida alla Francia.

Magnifico Belgio! I Diavoli Rossi riscrivono la loro storia Mondiale battendo il Brasile per 2-1 e tornando tra le migliori quattro del torneo iridato 32 anni dopo la loro unica volta. Una partita durissima quella di Kazan, con la Nazionale di Martinez magistrale in contropiede e letale nell'ingabbiare i fuoriclasse brasiliani in un primo tempo chiuso sul 2-0 grazie all'autogol di Fernandinho e la bordata di De Bruyne. La ripresa è tempo di sofferenza per Hazard e compagni, ma il Brasile passa solo con Renato Augusto e saluta il Mondiale ai quarti di finale per la terza volta nelle ultime quattro edizioni. Per il Belgio è tempo di festeggiamenti, ma solo per questa sera: da domani la testa sarà già alla spettacolare sfida di semifinale in programma con la Francia.

La cronaca del match

Casemiro è squalificato, gioca Fernandinho. Nel Belgio solo panchina per Mertens. Il Brasile parte meglio, pressando il timido possesso palla avversario di inizio gara. Il primo brivido per Courtois è opera di Thiago Silva che, disturbato da Miranda, devia sul palo da pochi passi. Ma i Diavoli Rossi cominciano ad ingranare e al minuto 13 passano. Corner dalla sinistra e Fernandinho infila maldestramente la sua porta. Il Brasile va a sprazzi e vive di giocate individuali, mentre il Belgio è devastante in ripartenza, con le imbucate di Hazard e De Bruyne e il gioco di sponda di Lukaku. E alla mezz'ora il raddoppio è servito: proprio Lukaku parte incontenibile in contropiede e allarga per De Bruyne. Il centrocampista del Manchester City si sposta la palla sul destro e fa partire un missile che buca ancora Alisson. I ritmi non si abbassano. Da una parte ci prova Coutinho, dall'altra è ancora Lukaku, in piena trance agonistica, a cercare la porta col tacco.

Neymar

Neymar Getty Images

Nella ripresa i ritmi del Belgio calano, contemporaneamente alla crescita del forcing brasiliano. Gabriel Jesus dà un senso alla sua partita procurandosi un rigore discutibile, ma l'arbitro lo annulla col Var dopo aver convalidato. Gli ingressi di Douglas Costa e Renato Augusto portano vivacità all'attacco verdeoro e proprio l'ex giocatore del Corinthias accorcia le distanze di testa sullo strepitoso assist di Coutinho. Il Belgio è alle corde e negli ultimi dieci minuti rischia tantissimo. Douglas Costa, Firmino, Renato Augusto e Coutinho vanno a centimetri dal 2-2 che il Brasile probabilmente avrebbe meritato. L'ultimo sussulto di un match drammatico nella sua bellezza è il tiro a giro di Neymar, che Courtois toglie con una prodezza dalla propria porta. Dopo 95 minuti di match spettacolare il Belgio è in semifinale, superando il più importante banco di prova di questa generazione. Con la voglia di non fermarsi più.

La statistica

9 - Come i giocatori del Belgio andati a segno in questo Mondiale. Solo l'Italia del 2006 e la Francia del 1982 hanno fatto meglio in una singola edizione (10).

Il tweet

Il migliore

Eden HAZARD 7,5 - L'uomo in più di questa squadra. Geniale nell'orchestrare i micidiali contropiedi con cui il Belgio mette alle corde il Brasile, non sbaglia mai una scelta. Nel secondo tempo è decisivo per spezzare il forcing avversario con le sue ripartenze, incontenibile in dribbling, prezioso in copertura. Partita eccezionale, su tutti e due i lati del campo.

Il peggiore

FERNANDINHO 4,5 - Un disastro, al di là del goffo autogol. Lo schermo davanti alla difesa è praticamente nullo, gli sfondamenti centrali del Belgio si ripetono in serie. Tanti errori tecnici. Quanto è mancato Casemiro....

Il tabellino

Brasile-Belgio 1-2

Brasile (4-2-3-1): Alisson Becker; Fagner, Thiago Silva, Miranda, Marcelo; Fernandinho, Paulinho (dal 72’ Renato Augusto); Willian (46’ Firmino), Neymar, Coutinho, Gabriel Jesus (58’ Douglas Costa). All. Tite

Belgio (3-4-3): Courtois; Alderweireld, Kompany, Vertonghen; Meunier, Witsel, Fellaini, Chadli (83’ Vermaelen); De Bruyne, R.Lukaku (87’ Tielemans), E.Hazard.

Marcatori: 13’ Fernandinho (A), 31’ De Bruyne, 76’ Renato Augusto

Ammoniti: Alderweireld, Meunier, Fernandinho, Fagner

Video - 'La Fiera dell'Est': Akinfeev, dalle stalle di Brasile 2014 alle stelle di Russia 2018

01:34
0
0